Manuel Pinto da Costa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
São Tomé e Príncipe

Questa voce è parte della serie:
Politica di São Tomé e Príncipe



Altri stati · Atlante

Manuel Pinto da Costa (5 agosto 1937) è un economista di São Tomé e Príncipe; fu eletto primo presidente del paese all'indomani dell'indipendenza (nel 1975) rimanendo in carica fino al 1991.

Prima della presidenza, Costa era stato leader del principale movimento indipendentista di São Tomé, il Movimento per la Liberazione di São Tomé e Príncipe (MLSTP), di ispirazione socialista, che negoziò l'indipendenza con il Portogallo. In seguito, Costa fece dell'MLSTP l'unico partito del paese, instaurando un sistema monopartitico.

Nel 1996, dopo la riforma democratica in senso multipartitico, Costa fu sconfitto alle elezioni da Miguel Trovoada; nel 2001 perse ancora, questa volta contro Fradique de Menezes. Egli rimase tuttavia come presidente dell'MLSTP (tutt'oggi uno dei principali partiti del paese) fino al febbraio del 2005, quando fu sostituito da Guilherme Posser da Costa.

Le ultime elezioni del 2011 hanno riportato alla presidenza, dopo 20 anni, Manuel Pinto da Costa.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 31 gennaio 1986
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie