Mantinea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mantinea
frazione
Μαντίνεια
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Peloponneso
Unità periferica Arcadia
Comune Tripoli
Territorio
Coordinate 37°37′N 22°23′E / 37.616667°N 22.383333°E37.616667; 22.383333 (Mantinea)Coordinate: 37°37′N 22°23′E / 37.616667°N 22.383333°E37.616667; 22.383333 (Mantinea)
Altitudine 600 m s.l.m.
Superficie 205,393 km²
Abitanti 3 510 (2001)
Densità 17,09 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 220 05
Prefisso 27910
Fuso orario UTC+2
Targa TP
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Mantinea

Mantinea (in greco Μαντίνεια) è un ex comune della Grecia nella periferia del Peloponneso di 3.510 abitanti secondo i dati del censimento 2001.[1]

È stato soppresso a seguito della riforma amministrativa detta piano Kallikratis in vigore dal gennaio 2011[2] ed è ora compreso nel comune di Tripoli.

Nell'Antica Grecia[modifica | modifica wikitesto]

Mantinea (in greco Μαντίνεια) fu una piccola polis greca del sud-est dell’Arcadia, creata con l’unificazione di cinque villaggi verso il 500 a.C.

Nel V secolo a.C. fu in buoni rapporti con Sparta, non prese così parte alla guerra che le altre città dell’Arcadia portavano a Sparta verso il 470 a.C. e rese invece grandi servizi agli Spartani durante la rivolta degli Iloti nel 464 a.C.

Dal 450 Mantinea fu retta da un governo moderatamente democratico.

Nel corso della guerra del Peloponneso, si alleò con Atene, Argo ed Elide. La battaglia di Mantinea, nel 418 a.C. vide una vittoria decisiva degli Spartani sugli Ateniesi e i loro alleati di Argo.

Nel IV secolo a.C., Mantinea fu attaccata dagli Spartani comandati da Agesipoli I nel 385 a.C. e divisa in villaggi.

Dopo la battaglia di Leuttra (371 a.C.) la città fu ricostituita ed entrò a far parte della Confederazione panarcadica allora fondata.

Fu ancora il luogo di un’altra battaglia nel 362 a.C. tra Sparta e Tebe, dove i Tebani trionfarono pur perdendo il loro grande comandandante Epaminonda.

Nel 222 a.C. fu conquistata dal re macedone Antigono III e tutti i suoi abitanti venduti come schiavi

Località[modifica | modifica wikitesto]

Mantinea è formata dall'insieme delle seguenti località (popolazione 2001):

  • Artemisi (pop: 654)
  • Kapsas (pop: 505)
  • Loukas (pop: 726, Loukas, Milia)
  • Nestani (pop: 1020, Nestani, Milea, Monastero di Gorgoepikoos )
  • Pikernis (pop: 192)
  • Sagkas (pop: 241)
  • Simiades (pop: 172, Simiades, Neos Kardaras)

Personaggi illustri[modifica | modifica wikitesto]

Di Mantinea è memorabile la figura della sacerdotessa Diotima, saggia ed autorevole maestra di Socrate nel Simposio platonico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Censimento 2001. URL consultato il 2 maggio 2011.
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 2 maggio 2011.
Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia