Mantellisaurus atherfieldensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mantellisaurus
Stato di conservazione: Fossile
Mantellisaurus atherfieldensis Steveoc.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Ornithischia
Sottordine Ornithopoda
Infraordine Euornithopoda
Famiglia Iguanodontidae
Genere Mantellisaurus
Specie M. atherfieldensis

Il mantellisauro (Mantellisaurus atherfieldensis) è un dinosauro erbivoro, vissuto nel Cretaceo inferiore (circa 120 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati rinvenuti in Europa, principalmente in Inghilterra. Appartiene al gruppo degli iguanodonti.

Un parente prossimo dell'iguanodonte[modifica | modifica sorgente]

Assai simile al ben più noto Iguanodon, il mantellisauro era di costituzione più leggera e di taglia meno imponente: di norma un esemplare adulto superava di poco i cinque metri. Il cranio era meno massiccio e le zampe meno robuste, inoltre le vertebre dorsali erano dotate di proiezioni più allungate rispetto a quelle dell'iguanodonte. In ogni caso, i due animali erano abbondanti nei medesimi luoghi e nel medesimo tempo. Come l'iguanodonte, anche il mantellisauro era dotato di un "pollice - aculeo" negli arti anteriori, forse utilizzato a scopo difensivo.

Fossili ridescritti[modifica | modifica sorgente]

Il genere Mantellisaurus è stato descritto solo nel 2006, ma i resti fossili furono scoperti nel 1917 da Reginald Hooley, nell'Inghilterra meridionale. Hooley denominò i fossili Iguanodon atherfieldensis, dal nome del villaggio vicino al quale erano stati rinvenuti. Solo molti anni dopo, nel 2006, alcune analisi effettuate da Gregory Paul hanno permesso di stabilire che i fossili appartenevano non solo a una specie distinta di iguanodonte, ma addirittura a un genere diverso, più strettamente imparentato con Ouranosaurus che con lo stesso iguanodonte. Paul diede all'animale il nome generico di Mantellisaurus in onore di Gideon Algernon Mantell, colui che per primo scoprì i resti di Iguanodon. Alcuni resti fossili di un iguanodonte meno conosciuto, denominato Vectisaurus valdensis e noto principalmente per le vertebre allungate, potrebbero appartenere al matellisauro.

Sinonimi[modifica | modifica sorgente]

Cranio di Mantellisaurus originariamente descritto da Hooley
  • Iguanodon atherfieldensis Hooley, 1925
  • ?Cetiosaurus brachyurus Owen, 1842
  • ?Heterosaurus neocomiensis Cornuel, 1850
  • ?Sphenospondylus gracilis Lydekker, 1888
  • ?Vectisaurus valdensis Hulke, 1879

Note[modifica | modifica sorgente]

  • Paul, G.S. 2006. Turning the old into the new: a separate genus for the gracile iguanodont from the Wealden of England; pp. 69-77 in K. Carpenter (ed.), Horns and Beaks: Ceratopsian and Ornithopod Dinosaurs. Indiana University Press, Bloomington.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]