Manlio Presel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manlio Presel
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 19??
Carriera
Giovanili
193?-1942 Triestina Triestina
Squadre di club1
1942-1946 Triestina Triestina 17 (0)
1947-1948 Pro Gorizia Pro Gorizia  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Manlio Presel (Trieste, 25 agosto 1923Trieste, 12 marzo 2008) è stato un calciatore italiano, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocava come terzino. Era dotato di buona forza fisica.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Nipote di Ferruccio Presel, Manlio crebbe nella Triestina, nella cui prima squadra entrò nel 1942.[1] Vista la presenza in rosa di difensori di maggior esperienza come Edy Gratton, Angelo Scapin e Aldo Ballarin, Presel ebbe poche occasioni di giocare tra i titolari della Triestina: di fatto disputò un solo campionato, la Divisione Nazionale 1945-1946, durante la quale partecipò al Campionato Alta Italia. Alternandosi con i compagni Gratton e Bressan nel ruolo di terzino, Presel assommò 17 presenze nell'allora massima serie italiana. Giocò poi in Serie B nella Pro Gorizia.[2][3] Una volta conclusa l'esperienza nel calcio, divenne ragioniere e si dedicò al tennis, divenendo dirigente del Tennis Club Triestino.[1][4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Morto Presel, terzino negli anni 40 in Il Piccolo, 23 marzo 2008, p. 13.
  2. ^ Il campionato di Serie B in Corriere dello Sport, 27 ottobre 1947, p. 5.
  3. ^ Campionato di Serie B in Corriere dello Sport, 22 dicembre 1947, p. 4.
  4. ^ Senza Titolo in Il Piccolo, 18 marzo 2008, p. 11.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]