Manihot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Manihot
Iwata kenichi cassava.jpg
Manihot esculenta
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Euphorbiales
Famiglia Euphorbiaceae
Genere Manihot Mill.
Classificazione APG
Ordine Malpighiales
Famiglia Euphorbiaceae
Specie

vedi testo

Manihot è un genere di piante angiosperme dicotiledoni della famiglia delle Euphorbiaceae.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Manihot è stato descritto nel 1754 dal botanico inglese Philip Miller[1]. All'interno del genere sono comprese un centinaio di specie distribuite nell'ecozona neotropicale del continente americano, per la massima parte in Brasile.

Nel seguente elenco, ciascuna delle 100 specie specie è seguita dall'abbreviazione standard del botanico che per prima l'ha descritta e dall'anno di pubblicazione[2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gard. Dict. Abr. ed. 4 (1754).
  2. ^ World Checklist of Manihot. In: The Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica