Manhunt (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manhunt
Manhunt logo.PNG
Logo del videogioco Manhunt
Sviluppo Rockstar North
Pubblicazione Rockstar Games
Data di pubblicazione 18 novembre 2003
Genere Azione, Stealth
Tema Survival horror
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma PlayStation 2, Xbox, Microsoft Windows
Supporto DVD
Fascia di età BBFC: 18
DJCTQ: 18
ESRB: M
IFCO: 18
OFLC (AU): RC
OFLC (NZ): vietato
PEGI: 18, violenza
USK: vietato
VET: 18
Periferiche di input Controller DualShock
Seguito da Manhunt 2

Manhunt è un videogioco d'azione in terza persona, prodotto dalla Rockstar Games, e sviluppato dalla Rockstar North. Il sequel, Manhunt 2, è uscito nel 2007.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La principale caratteristica per la quale Manhunt è famoso consiste nella violenza presente in esso, esplicita ed amorale. In occasione del seguito poi, la Rockstar Games ha dovuto ricorrere alla censura per evitare la medesima questione. Ciononostante, Manhunt ha riscosso un ottimo successo, dovuto principalmente alla sua trama, inedita ed originale: Ambientato in un apocalittica ed immaginaria Carcer City, Manhunt ruota intorno alla disavventura di James Earl Cash, un detenuto che, creduto morto dal mondo intero per iniezione letale, si ritrova in realtà, intrappolato sul set di uno "Snuff Movie", del quale è l'involontario protagonista.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il videogioco è considerato, da più parti (e non senza ragione), il più violento mai pubblicato dalla Rockstar, famosa per le serie di Grand Theft Auto, il brand più promettente e proficuo della Software House.

La storia ambientata in una città immaginaria e degradata, di nome Carcer City, narra di James Earl Cash, un uomo incarcerato a causa di diversi gravi crimini e condannato a morte per iniezione letale. Ma ciò non porta alla morte del protagonista, poiché nel prologo del gioco si verrà a sapere che l'iniezione non contiene del tiopental sodico, ma un potente sedativo.

I dottori incaricati all'esecuzione infatti sono stati corrotti a negligere da un uomo misterioso, un famoso e ricco ex-regista della Hollywood per famiglie, Lionel Starkweather, che si diletta a registrare e distribuire snuff movies (film illegali dove si mostra la morte reale e in diretta, organizzata per tale scopo) attraverso una compagnia fittizia chiamata Valiant Video Enterprises. Il misterioso regista ha risparmiato la vita a Cash in cambio delle sue performance: esporrà al protagonista le regole per poter sopravvivere attraverso un auricolare, controllandolo ininterrottamente tramite delle videocamere sparse per gli scenari del film designati da se stesso.

Lo scopo di Cash (e quindi del film) è sopravvivere ad una caccia all'uomo (da cui il titolo Manhunt, che significa questo). Il suo percorso sarà ostacolato da gang locali della città, gente pericolosa, esaltata e perversa, che si distingue da quelle normali per l'utilizzo di maschere e copricapi non sempre gioiosi.

Cash dovrà nascondersi, attendere il nemico e sfruttare l'occasione propizia per ucciderlo, seguendolo in modalità furtiva senza farsi scoprire, e quindi offrire lo spettacolo voluto dal regista. Ma potrà anche affrontarli a viso aperto, non sempre consigliato all'utente; mentre diversi livelli del gioco saranno incentrati sulle sparatorie, metodo di gioco che consente l'utilizzo delle cosiddette "coperture", delle trincee da cui sparare senza subire il fuoco nemico. Le esecuzioni potranno essere rapide, violente e sanguinose, queste ultime decisive per aumentare il punteggio finale del livello (e del gioco), con conseguente sbloccamento di livelli bonus ed extra del gioco.

L'utente avrà a disposizione una ricca gamma di armi, da taglio, da fuoco come pistole e fucili a canne mozze, ma anche sacchetti di plastica che serviranno a soffocare i nemici.

Livelli del gioco[modifica | modifica sorgente]

Titolo del livello Personaggi o bande presenti Svolgimento
Nuova vita The Hoods Cash si risveglia dal sonno e inizia la sua nuova "carriera" da Starkweather.
Anticamera dell'inferno The Hoods Cash attraversa il bronx di Carcer City
Strada della perdizione The Hoods Cash deve attraversare la cantina della libreria abbandonata di Carcer City.
Squallore Skinz Cash entra nella discarica cittadina.
Odio nel sangue Skinz Cash attraversa la discarica per proseguire.
Piani d'assalto Wardogs Cash deve attraversare lo zoo abbandonato di Carcer City.
A corto di Cash Wardogs Cash viene messo a dura prova da Starkweather, che ha sequestrato alcuni dei suoi familiari le quali sorti dipenderanno da come agirà Cash durante la missione.
Innocenza perduta The Innocentz Cash si trova in un centro commerciale abbandonato, il suo obiettivo è recuperare una videocassetta.
Guida alcolica The Innocentz, Vagabondo Cash deve attraversare i bassifondi della città mentre scorta un vagabondo.
Cambio di guardia The Innocentz Cash deve attraversare una fabbrica e uscirne vivo.
Bacio della follia The Smileys Cash si ritrova in un manicomio semi-abbandonato e il suo obiettivo è uscire dalla struttura, ma per raggiungere tale scopo dovrà dare a Starkweather la prova di aver ucciso il cacciatore di vedetta alla torre, mostrandogli il suo corpo privo di vita oppure la sua testa.
Questione di tempo The Smileys Cash deve arrivare alle docce del manicomio, per farlo affronta tanti nemici con varie armi.
Stufato di coniglio The Smileys, Cerberi, Il Bianconiglio Cash deve inseguire lo sconosciuto Bianconiglio ed eliminarlo per recuperare la chiave del cancello di uscita del penitenziario di Carcer City.
Divisi e perdenti Wardogs, Ramirez Cash dovrà uccidere Ramirez, il leader dei Wardogs.
Copertura stampa Polizia di Carcer City, Giornalista Braccato dalle autorità locali, Cash deve attraversare le strade principali di Carcer City, scortare la giornalista fino alla sua abitazione e fuggire attraverso la metropolitana.
Sul lato opposto dei binari Polizia di Carcer City, SWAT di Carcer City Cash deve attraversare la metropolitana con le truppe alle calcagna.
Allenato per uccidere Polizia di Carcer City, SWAT di Carcer City Cash deve fare irruzione nel deposito dei treni controllato da molte bande poliziesche.
Pattuglia di confine Cerberi Cash deve attraversare il giardino per arrivare al palazzo di Starkweather.
Personaggio chiave Cerberi, Capo delle Guardie Cash deve recuperare la chiave dell'ascensore che porta alla stanza di Starkweather.
Liberazione Piggsy, Starkweather, Cerberi Cash uccide Piggsy, gli ultimi cerberi rimasti e Starkweather, la Polizia considera tutto una "sanguinosa vendetta".

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

James Earl Cash

Il protagonista del gioco. Un uomo affetto da un evidente sociopatia, condannato dopo tre anni di reclusione nel Braccio della Morte per reati ignoti, alla pena capitale per iniezione letale. Per sua (s)fortuna ha un particolare reinvio della pena, ad opera del regista Lionel Starkweather, ma ad un prezzo: girare per lui uno Snuff Movie.

La Giornalista

Una reporter di assalto sulle tracce dei loschi affari di Starkweather da tempo. La donna è una delle figure principali nella fuga di Cash dalle grinfie di Starkweather e i suoi uomini e dopo aver fatto questo favore al galeotto, spera di ottenere qualcosa in cambio, nulla di materiale sia ben chiaro, quanto piuttosto un aiuto nel suo reportage atto ad inchiodare definitivamente il regista snuff.

Lionel Starkweather

Sicuramente il nemico principale del gioco. Il regista, dotato di una spiccata ma perversa originalità, durante il corso del gioco parlerà più volte a Cash, e diverse volte richiederà omicidi speciali e coreografati per girare delle sue pellicole.

Il "Bianconiglio"

Uno dei tanti psicolabili che Cash si trova ad affrontare nella sua violenta avventura. È un malato mentale che crede di essere uno dei protagonisti di Alice nel Paese delle Meraviglie, e si veste appunto come un coniglio bianco. È armato di un possente fucile, e possiede le chiavi per fuggire dal manicomio criminale Darkwoods, sua tana. È più resistente dei normali nemici, infatti sono necessari, ad esempio, diversi colpi in testa con una pistola per sconfiggerlo. Una curiosità: il bianconiglio è presente anche in una scena del sequel, Manhunt 2. Infatti in un set televisivo, si può vedere una sua maschera infilata su un palo vicino a un palco; oltre ad un uomo impiccato vestito appunto da bianconiglio.

Piggsy

Un maniaco fuori da ogni misura armato di motosega, protagonista di diversi Snuff Movies di Starkweather. Negli ultimi tempi però, era diventato praticamente incontrollabile e il regista ebbe la buona idea di rinchiuderlo nella soffitta della sua villa. È un uomo psicologicamente malato, che si crede un maiale: grugnisce e grufola, si veste con la pelle e la testa di un enorme suino. Proprio questa sua pazzia e originalità, è diventato uno dei personaggi più apprezzati dai fan della Rockstar Games.

Ramirez

Ramirez lo si può definire il braccio destro armato di Starkweather. È lui l'uomo messo sul campo dal regista per controllare le gangs, ed è proprio Ramirez il capo di una delle peggiori gangs di Carcer City, i Wardogs, tutta gente veloce, ben armata e pronta ad eliminare qualsiasi ostacolo gli si pari di fronte. Ramirez viene comunque visto da tutti i membri di tutte le gangs, come il capo, è lui infatti che spartisce gli ordini impartiti da Starkweather ed è lui a controllare che gli attori del regista facciano ciò che il regista vuole da loro.

A differenza di molti, Ramirez preferisce il combattimento corpo a corpo piuttosto che la lotta con fucili e pistole, probabilmente perché da molta fiducia alle sue doti atletiche.

Capo dei Cerberi

I Cerberi sono un gruppo armato di stampo militare e come tutti i gruppi di questo tipo vivono seguendo una gerarchia ben chiara prendendo ordini esclusivamente dai superiori senza fare mai nulla di testa propria. Un solo uomo è a capo del gruppo dei Cerberi, quest'uomo di cui non conosciamo nulla eccetto ciò che concerne il suo lavoro, è in contatto continuo con Starkweather e tutti i membri del gruppo armato dei Cerberi. Quest'uomo vive all'interno della villa del regista controllando continuamente i monitor della sicurezza e dirigendo le squadre armate sia all'interno che all'esterno della villa.

Tramp

Tramp è un vagabondo che non ha nulla a che fare con Cash o i film di Starkweather, ma il regista, per aumentare la suspense e la "bellezza" dei suoi snuff movie, di tanto in tanto decide di inserire dei lavori particolari per i suoi protagonisti. In questo particolare caso, Cash deve riuscire a superare una zona abbandonata della città intorno e all'interno del vecchio cimitero mantenendo in vita il vagabondo.

Gang[modifica | modifica sorgente]

Carcer City sicuramente non è una città tranquilla, le zone abbandonate della metropoli sono completamente controllate dalle gangs e la polizia piuttosto che tentare di ripulire le aree e incarcerare i violenti, hanno scelto di restare in disparte e non entrare neanche nei territori controllati dagli uomini armati delle gang.

All'interno di questa pagina potete visionare le varie informazioni su tutte le gangs che controllano la città abbandonata, oltre a quelle in merito alle forze armate pubbliche e private.

The Hoods: Gli Hoods sono forse la gang con il maggiore numero di membri, ma questo aspetto non sempre porta una gang ad essere la migliore, a volte una maggiore quantità non sempre corrisponde ad una maggiore qualità. Gli Hoods non hanno una cultura militare alle spalle, si tratta quindi di una organizzazione semplice da debellare grazie ai casini causati dai suoi membri, gente impulsiva ed incapace di pensare con il senno di poi.

Gli Hoods si vestono sempre in scuro con generalmente giubbini in pelle, jeans e passamontagna di vario tipo sulla testa. I membri della gang generalmente non sono armati, nel peggiore dei casi saranno in possesso di Piedi di porco o mazze di legno.

Skinz: La gang degli Skinz da tempo sta cercando di prendere il posto degli Hoods in città. La gang è formata dai membri appartenenti ad un gruppo neo-nazista che inneggia ad una presunta superiorità dei bianchi. Come gli Hoods, anche negli Skinz non esiste una cultura militare e i membri del gruppo, per la maggior parte completamente drogati e perennemente esaltatati, puntano maggiormente sulla forza del gruppo che sulle abilità personali ed una volta scoperti i nemici, i membri della gang urleranno chiamando gli amici vicini.

Generalmente sono vestiti con salopette in jean o con solo dei pantaloni. Oltre ad indossare maschere da Hockey, non sempre gioiose, adorano i tattoo con cui riempiono ogni parte del loro corpo. Generalmente sono armati di coltelli,code di pianoforte, mazze da baseball in metallo.

Wardogs: I Wardogs, insieme a pochi altri, sono definibili come gruppi militari piuttosto che gangs. Hanno un capo che proteggono ed ascoltano, utilizzano armi da fuoco più o meno potenti e sfruttano tattiche militari per eliminare i nemici. Il background militare di alcuni dei membri più importanti del gruppo è stato insegnato anche ai nuovi arrivi, molti infatti comunicano utilizzando un codice, a volte corretto, altre volte improvvisato. Tutto il gruppo è diviso in una gerarchia militare e chi sta in basso cerca sempre di imitare al meglio quelli che stanno in alto.

I Wardogs indossano sempre abiti mimetici, alcune volete esagerano anche con questa voglia di mimetismo indossando abiti che sono più simili a piante che a vestiti. La maggior parte dei membri indossano anche delle bandane per coprire la faccia o più semplicemente la colorano con verdi più o meno chiari. Tutti i membri della gangs sono sempre ben armati, nel peggiore dei casi avranno un Machete, nei peggiori potranno utilizzare pistole, fucili a canne mozze o fucili caricati con sonniferi.

The Innocentz: Per prima cosa gli Innocentz non sono una gang, ma la fusione di due gruppi provenienti dalla zona est di Los Albos. I due gruppi, gli Skullyz e i Babyfaces, non si amano molto a vicenda ma sopra il loro odio mettono il denaro che insieme riescono a racimolare e con il quale livellano i loro disaccordi. Le due gangs, come nel caso degli Hoods e degli Skinz, non hanno un background militare e puntano sulla forza del gruppo piuttosto che nelle abilità individuali ed esattamente come fanno gli Skinz, quando si trovano da solo e in pericolo, scappano chiamando gli amici.

Gli Skullyz indossano vestiti scuri mentre in faccia si pitturano o utilizzano una maschera, per avere la forma di un teschio bianco. I Babyfaces al contrario sono vestiti con abiti sgargianti e si pitturano la faccia seguendo le forme delle bambole di porcellana. Entrambi i gruppi sono generalmente armati di pistole a tamburo, fucili a canne mozze, piccole falci ed accette.

The Smileys: Gli Smileys più che una gang sono un gruppo di malati mentali rinchiusi in un ex-manicomio ora trasformato in un "Istituto di detenzione per individui disturbati", un modo come un altro per evitare di dire la realtà dei fatti. Come detto prima si tratta di malati mentali, serial killers e gente di questo tipo, tutta gente che non segue nessun pensiero logico e quindi totalmente imprevedibile. Tendono ad ascoltare solo chi ha l'arma più grossa tra le mani e non si preoccupano assolutamente di lanciarsi all'attacco proprio perché non hanno paura di nulla.

Molti indossano in faccia delle maschere a forma di "emoticons", molte delle quali sono in parte rovinate o macchiate di sangue. Vestono vestiti normali o i camici del manicomio criminale. Come gli Hoods, generalmente non sono armati con armi da fuoco, ma con oggetti trovati in giro, generalmente coltellacci e mazze da baseball in ferro.

Scimmie: Questo gruppo armato non lo incontreremo mai nello svolgimento dei livelli di base del gioco, ma compaiono all'interno dello zoo abbandonato esclusivamente nel livello bonus "Scimmia vede, scimmia muore!".

Si tratta di un gruppo molto legato al loro territorio, uccidono chiunque tenti di invadere il loro mondo o di colpire i loro compagni. Tutti i membri del gruppo hanno tendenze non proprio normali, ma alla fine cosa c'è di normale nel vestirsi da scimmia?

Sono tutti vestiti da scimmie, tutti con lo stesso identico costume ed armati con fucili a pompa, a canne mozze o machete.

Polizia di Carcer City: Non parliamo più di gangs ma di polizia, anche se i risultati comunque non saranno molto differenti. Esattamente come le gangs, anche la polizia dà la caccia a Cash dopo che quest'ultimo avrà ucciso degli ufficiali della polizia e come fanno le gangs, anche i poliziotti controllano il territorio.

Le forze di polizia di Carcer City tendono a lavorare sempre in piccoli gruppi composti da almeno due individui. Questo fatto tende a rendere sempre più complicato l'eliminazione in modo silenzioso di questi uomini. Gary Schaffer è il nome del capo delle forze dell'ordine cittadine e sembra essersi dimenticato completamente del distintivo che porta e tende a vendere i suoi servizi e i suoi uomini al miglior offerente.

Come ogni poliziotto di qualsiasi luogo, anche quelli di Carcer City indossano delle divise, alcuni poliziotti indossano divise di colore blu, altri indossano anche le giacche ufficiali. Sono sempre armati ed oltre al manganello d'ordinanza, utilizzano fucili da cecchini forniti di mirino laser, fucili a pompa, pistole a tamburo e automatiche.

S.W.A.T. di Carcer City: Non parliamo più di gangs ma di S.W.A.T., anche se i risultati comunque non saranno molto differenti. Esattamente come le gangs e i poliziotti, anche le squadre S.W.A.T. danno la caccia a Cash dopo che quest'ultimo avrà ucciso degli ufficiali S.W.A.T. e come fanno le gangs, anche gli S.W.A.T. controllano il territorio.

Le forze S.W.A.T. di Carcer City lavorano sempre a piccoli gruppi ed informano sempre i compagni sulla loro posizione, nel caso in cui si imbattino su Cash, eliminando in questo modo ogni possibilità che la loro preda gli riesca a scappare. Gary Schaffer è il nome del capo delle forze dell'ordine cittadine e sembra essersi dimenticato completamente del distintivo che porta e tende a vendere i suoi servizi e i suoi uomini al miglior offerente.

Come ogni S.W.A.T. di qualsiasi luogo, anche quelli di Carcer City indossano delle divise, in particolare quelle di questi poliziotti sono di colore blu con giubbotti anti-proiettile di colore blu chiaro. Sono tutti sempre ben armati con mitragliatori e fucili di precisione.

Cerberi: I Cerberi sono il gruppo armato di Starkweather e senza ombra di dubbio sono il peggior incubo per ogni genere di criminale. Questi infatti, oltre a gestire i "protagonisti dei film di Starkweather", proteggono il regista ed eliminano qualsiasi cosa o individuo possa dare fastidio al loro datore di lavoro.

Come ogni gruppo armato e ben organizzato, i Cerberi prendono i comandi e le direttive da un capo che vive nella stessa villa di Starkweather. I movimenti, comandi e le decisioni che prendono sono tutte di stretta derivanza militare, si muovono singolarmente ma grazie a piccoli microfoni e auricolari si tengono tutti in contatto e appena il bersaglio viene scovato, una comunicazione parte e tutti i Cerberi nelle vicinanze si muovono verso lo stesso bersaglio.

Tutti i Cerberi indossano una completa divisa protettiva che va dai semplici stivali sino ad elmetti completi. Oltre a tutto questo, la maggior parte dei membri sono forniti di visori notturni - fortunatamente solo come funzione estetica in quanto non permettono loro di scovare i bersagli quando questi si nascondono nell'oscurità. Se tutto questo non bastasse, i Cerberi sono sempre armati di potenti mitragliatori o con pistole pesanti.

Critiche e controversie[modifica | modifica sorgente]

Per alcuni, Manhunt è considerato un capolavoro nel suo genere, solido e capace di suscitare vibranti emozioni. Ma c'è anche, ovviamente, chi lo bolla come uno spettacolo di bassa macelleria ripetitivo nella sua violenza e noioso. L'avvocato Jack Thompson, nemico giurato della Rockstar Games, ha accusato il gioco di trasformare i ragazzi in psicopatici assassini. Manhunt è anche stato accusato di essere la causa della morte di Stefan Pakeerah, 14 anni, inglese, assassinato dall'amico Warren LeBlanc, 17. Giselle Pakeerah la madre della vittima, ha detto che LeBlanc era ossessionato da Manhunt. Si è scoperto successivamente che Warren LeBlanc non possedeva e non aveva mai giocato a Manhunt, e che anzi una copia del gioco era in possesso della vittima.