Manfred Sommer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Manfred Sommer (San Sebastián, 27 maggio 1933Galifa, 3 ottobre 2007) è stato un fumettista spagnolo, noto in Italia soprattutto per aver disegnato alcune storie di Tex.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato allievo di Jesús Blasco, esordisce nel fumetto professionistico verso la fine degli anni '40 disegnando diverse storie brevi per il mercato britannico. I suoi lavori più conosciuti sono El Lobo Solitario, Frank Cappa (pubblicato in Italia su L'Eternauta) e Polux, creati tra il 1980 ed il 1983 nel doppio ruolo di sceneggiatore e disegnatore. Proprio nel 1983 diventa anche editore, varando le riviste Metropol e K.O.. Sommer è infatti sempre stato attivo in diversi ruoli: oltre al fumetto, lavora anche per i cartoni animati, per la pubblicità, ma anche come illustratore e pittore. È proprio la pittura che lo porta a sospendere la sua esperienza fumettistica, ripresa nel 2003 con l'uscita del Texone di quell'anno (Mercanti di schiavi, testi di Claudio Nizzi). Questo lavoro lo fa entrare nello staff di disegnatori di Tex, per cui realizza i numeri 546 e 547, scritti da Mauro Boselli e usciti nel 2006. I suoi disegni per Tex diventano il suo testamento artistico: Manfred Sommer muore infatti il 3 ottobre 2007 a Galifa, in Spagna.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2520098 LCCN: no2009140902