Maneater

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la miniserie TV del 2009, vedi Maneater (miniserie televisiva).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando Il singolo di Hall & Oates, vedi Maneater (Hall & Oates).
Maneater
Maneater.png
Screenshot del video
Artista Nelly Furtado
Tipo album Singolo
Pubblicazione 2 giugno 2006Europa
16 settembre 2006 CanadaStati UnitiAustralia
Durata 4 min : 18 s (album version)

4:25 (with interlude)

3:16 (radio version)
Album di provenienza Loose
Genere Rhythm and blues
Dance pop
Rock elettronico
Etichetta Geffen
Produttore Timbaland, Nate Hills
Registrazione The Chill Building, Santa Monica, CA; Track Record and Capitol Studios, Hollywood, CA
Formati CD singolo, download digitale, airplay
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia[1]
(Vendite: 35.000+)
Regno Unito Regno Unito[2]
(Vendite: 400.000+)
Svizzera Svizzera[3]
(Vendite: 15.000+)
Dischi di platino Svezia Svezia[4]
(20.000+)
Nelly Furtado - cronologia
Singolo precedente
(2006)
Singolo successivo
(2006)

Maneater è una canzone dance-pop scritta da Nelly Furtado, Timothy "Timbaland" Mosley, Jim Beanz e Nate "Danja" Hills, per il terzo album della Furtado, Loose. Nelly ha annunciato che il brano omonimo dei Hall & Oates è stato il modello per la scrittura di Maneater.

È stata pubblicata come primo singolo in Europa, Asia e America latina nel maggio 2006. Maneater diventa uno dei singoli di maggior successo della Furtado raggiungendo la prima posizione in Polonia, Portogallo e nel Regno Unito e entrando nella top ten di molti paesi dell'Europa centrale. È stata pubblicata come secondo singolo in Australia, dove è entrata in top five, in Canada e Stati Uniti dove non ha avuto il successo del primo singolo Promiscuous. Ha incontrato il favore di molti critici musicali.

Sfondo[modifica | modifica sorgente]

Maneater è stato uno dei primi brani che Nelly Furtado e Timbaland hanno creato nella sala di registrazione Hit Factory Criteria a Miami, in Florida. Mentre lavoravano al disco, Nelly Furtado e Timbaland sono stati ispirati dalla musica di alcuni musicisti degli anni Ottanta, come i Talking Heads, Blondie, Madonna, The Police e gli Eurythmics. "Gli Eurythmics hanno avuto queste sonorità pop sinistre, condotte sulla tastiera", ha ribattuto Nelly Furtado.[5] La produzione del brano è stata sospesa quando un altoparlante ha preso fuoco in sala di registrazione.[6]

Nelly Furtado ha definito Maneater "una canzone 'pop alla moda'", affermando che essa sia "molto all'avanguardia e concettuale".[7] In un'intervista con MTV News, la cantautrice ha associato l'ascolto del brano all'alimentazione di troppo cheesecake: "ha un ritmo scatenato e impertinente, e la voce è perfida e irriverente. Alcuni dicono che sembra di Peaches, ma lo dicono solo per la voce fredda e sinistra". Secondo la Furtado, la canzone riflette come le persone "si sentano fiere di se stesse" quando ballano in indumenti intimi davanti a uno specchio.

Furtado ha creato un remix di Maneater con il rapper Lil Wayne, che è stata scelta nella compilation di Timbaland, Remix & Soundtrack Collection. In Australia, il singolo CD è stato pubblicato in due formati, sebbene una versione (il singolo internazionale) abbia avuto una distribuzione notevolmente circoscritta.

Struttura musicale[modifica | modifica sorgente]

Maneater è un uptempo electro rock che mescola i sintetizzatori di musica elettronica degli anni Ottanta e un ritmo con uno sfondo più dance. "Ha davvero una vita propria; ti fa venir voglia di muoverti", ha sostenuto la cantante.[5]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Maneater ha ricevuto una buona accoglienza da parte dei critici musicali. Rob Sheffield di Rolling Stone ha affermato che più che da considerarsi una cover dell'omonimo brano dei Hall & Oates, la canzone «urta abbastanza fortemente da qualificarsi come un suo sequel, e questo è davvero un grande elogio».[8] Il critico di Allmusic, Stephen Thomas Erlewine ha identificato Maneater come uno dei piatti forti della produzione di Nelly Furtado, anche se ha giudicato non importante quanto nel brano Furtado s'interessi al sesso, in quanto ella non sembra provocante e non «genera molta calura fisica».[9]

Bill Lamb di About.com ha assegnato tre stelle e mezzo su cinque al brano, esaltando il «ritmo potente e pesante, e il ritornello dannatamente attraente», ma accusandolo di ripetitività e destinandolo alla pista da ballo e non alle stazioni radiofoniche.[10] La recensione del sito IGN l'ha definito molto simile alla cantante inglese M.I.A.: "il flagrante esperimento di investire su [M.I.A.] provoca alla fine che il pezzo si sbricioli".[11] Il brano è stato posto al ventesimo posto dei singoli più belli del 2006 da un sondaggio di Pazz & Jop della rivista The Village Voice.[12]

Vendite[modifica | modifica sorgente]

Maneater è stato reso disponibile per il download (tramite Apple iTunes Store) il 22 maggio. È stato pubblicato su un maxi CD come primo singolo fuori dal Nord America il 26 maggio in Austria, Germania e Svizzera, e il 5 giugno in Regno Unito e altri mercati europei. Ha debuttato alla numero otto nella UK Singles Chart una settimana prima della sua distribuzione fisica, e una settimana dopo (11 giugno 2006) è volato alla numero uno.[13] Maneater è diventato il settimo singolo più venduto in Regno Unito nel 2006,[14] con 296,000 copie vendute.[15] Nei primi mesi del 2007, i canoni delle classifiche musicali sono cambiati permettendo anche ai brani non sostenuti da una pubblicazione fisica di introdursi nella classifica dei singoli,[16] e Maneater è ritornato in classifica grazie solo alle vendite digitali.[17]

Il singolo ha riscosso un grande successo in Europa, raggiungendo la top five in Austria, Svizzera, Germania, Irlanda e Norvegia. In Canada, in cui Promiscuous aveva raggiunto il primo posto in classifica, Maneater ha raggiunto la ventidue il 23 novembre 2006. Il suo insuccesso è stato provocato dalla pubblicazione limitata del CD singolo. Maneater è il secondo brano digitale più venduto del 2006 in Canada, con 66,607 copie digitali. Il brano ha goduto di un buon successo negli Stati Uniti. È entrato nella Billboard Hot 100 alla sessantadue, il più alto debutto della settimana, e ha raggiunto la numero sedici; ha anche raggiunto la top twenty nella Billboard Pop 100.[18] Maneater ha raggiunto la numero uno nella Hot Dance Club Play.[19] Maneater si è aggiudicato una nomination agli MTV Europe Music Awards 2006 come Best Song.[20] È stato premiato ai NRJ Music Award come Miglior canzone internazionale.[21]

Il video[modifica | modifica sorgente]

Il video musicale è stato diretto da Anthony Mandler.[22] Il video coinvolge anche Jamile McGee, contestante di So You Think You Can Dance, come ballerino.[23] Nelly Furtado si è esercitata in piccole coreografie poco prima delle sessioni di riprese.

Il video non segue una trama concreta e, per richiesta di Nelly Furtado, si propone di mettere in ridicolo e rendere onore allo stesso tempo dello "cliché di una mangiauomini". Si apre con Nelly Furtado che smarrisce il suo Alano, Toby, che ha appena dato la caccia a un gatto, in piena notte. La cantautrice si mette sulle sue tracce chiamandolo ad alta voce in quello che sembra un quartiere industriale deserto, sino a imbattersi in una folla di pericolosi uomini nel mezzo di quello che MTV News ha definito "un incontro di Fight Club". Verso la fine del video, Nelly Furtado sale sul tetto dell'edificio e si scatena in un ballo sullo sfondo dell'alba.

Negli Stati Uniti è stato presentato su Yahoo! Music il 6 settembre 2006. Agli MTV Video Music Awards 2007 è stato nominato come Artista femminile dell'anno, insieme al video di Say It Right. Si è aggiudicato una nomination come Video più sexy ai MTV Australia Awards.

Formati e tracce[modifica | modifica sorgente]

Download digitale (Nord America)
  1. Maneater - 4:25
CD singolo internazionale
  1. "Maneater" (radio version) – 3:18
  2. "Undercover"
  3. "Maneater" (Waata House mix)
  4. "Maneater" (CD-ROM music video)
CD singolo australiano
  1. "Maneater" (radio version)
  2. "Crazy" (Radio 1 Live Lounge session)
  3. "Maneater" (JoSH Desi remix)
  4. "Maneater" (CD-ROM music video)
CD singolo olandese
  1. "Maneater" (radio version) – 3:18
  2. "Undercover"
Singolo in vinile
  1. "Maneater" (radio version) – 3:18
  2. "Maneater" featuring Alozade (Waata House mix)
  3. "Maneater" (a cappella)
  4. "Maneater" (instrumental)
Remix ufficiali
  1. "Maneater" (Waata house mix)
  2. "Maneater" (Peter Rauhofer Reconstruction remix)
  3. "Maneater" (Richard Vission club mix)
  4. "Maneater" (Richard Vission dub)
  5. "Maneater" (Sugardip club mix)
  6. "Maneater" featuring Lil Wayne (remix)
  7. "Maneater" featuring Da Weasel
Remix non ufficiali
  1. "Maneater" (Axwell mix)
  2. "Maneater" (DJ Cruze Funkfinders remix)[24]
  3. "Maneater" (DJ Anthony Lago's Work Hard mix)

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2006) Posizione
raggiunta
Australia[46] 21
Austria[47] 18
Belgio (Fiandre)[48] 44
Belgio (Vallonia)[49] 19
Germania[50] 12
Irlanda[51] 12
Paesi Bassi[52] 41
Svezia[53] 45
Svizzera[54] 9

Classifica italiana[modifica | modifica sorgente]

Italia[55]
Settimana 01 02 03 04 05 06 07 08 09
Posizione
9
16
13
19
13
14
19
15
18
Predecessore Singoli numero uno
nel Regno Unito
Successore
I Wish I Was a Punk Rocker (with Flowers in My Hair) di Sandi Thom 11 giugno – 2 luglio 2006 Hips Don't Lie di Shakira featuring Wyclef Jean

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ARIA Charts - Accreditations - 2006 Singles
  2. ^ Certified Awards
  3. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  4. ^ http://www.ifpi.se/wp-content/uploads/ar-20061.pdf
  5. ^ a b Nelly Furtado - Loose. Universal Music Canada. Retrieved December 30, 2006.
  6. ^ Cairns, Dan. "Whoa, here she comes again". The Sunday Times. May 21, 2006. Retrieved September 23, 2006.
  7. ^ Rolling Stone : Nelly Furtado Brings the Punk-Hop
  8. ^ (EN) Rob Sheffield, Nelly Furtado: Loose, Rolling Stone, 15 giugno 2006. URL consultato il 24 maggio 2010.
  9. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Loose - Nelly Furtado, Allmusic. URL consultato il 24 maggio 2010.
  10. ^ (EN) Bill Lamb, Nelly Furtado - Maneater, About.com. URL consultato il 24 maggio 2010.
  11. ^ Mark Ptylik, Loose Review, IGN, 27 marzo 2007. URL consultato il 14 maggio 2007.
  12. ^ Pazz & Jop 2006: Singles Winners, The Village Voice. URL consultato il 7 ottobre 2007.
  13. ^ Nelly beats World Cup competition, CBBC, 11 giugno 2006. URL consultato il 17 ottobre 2007.
  14. ^ Official UK top 40 singles of 2006, BBC Radio 1. URL consultato il 19 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2007).
  15. ^ Year End Chart & Brit Award Winners - 2006, NeverStop UK. URL consultato il 19 ottobre 2007.
  16. ^ Official Chart rules are changing!, BBC. URL consultato il 14 maggio 2007.
  17. ^ The Official UK Top 75 Singles, January 8th 2007, Music Square. URL consultato il 14 maggio 2007.
  18. ^ Cohen, Jonathan. "All Timberlake, All The Time On Billboard Charts". Billboard. September 21, 2006. Retrieved 5 ottobre 2006.
  19. ^ "Nelly Furtado - Artist Chart History". Billboard. Retrieved September 23, 2006
  20. ^ EMA 2006 nominations list - Part 2, MTV. URL consultato il 16 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2006).
  21. ^ AGUILERA AND EVANESCENCE LEADS NRJ NOMINATIONS, Contact Music, 28 ottobre 2006. URL consultato il 16 ottobre 2007.
  22. ^ Nelly Furtado's 'Maneater' Video Almost Ate Her Alive, MTV News, 20 settembre 2006. URL consultato il 16 ottobre 2007.
  23. ^ Korbi Ghosh, 'So You Think You Can Dance': Where Are They Now? in Zap2it, Yahoo! TV Blog, 21 luglio 2009. URL consultato il 24 gennaio 2012.
  24. ^ Nelly Furtado – Man Eater (DJ Cruze Funkfinders Remix) Part II | DJ Cruze
  25. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Australia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  26. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Austria. URL consultato il 16 settembre 2011.
  27. ^ Andamento di Maneater nella classifica del Belgio (Fiandre). URL consultato il 16 settembre 2011.
  28. ^ Andamento di Maneater nella classifica del Belgio (Vallonia). URL consultato il 16 settembre 2011.
  29. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Europa. URL consultato il 16 settembre 2011.
  30. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Finlandia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  31. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Francia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  32. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Germania. URL consultato il 16 settembre 2011.
  33. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Irlanda. URL consultato il 16 settembre 2011.
  34. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Italia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  35. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Norvegia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  36. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Nuova Zelanda. URL consultato il 16 settembre 2011.
  37. ^ Andamento di Maneater nella classifica dei Paesi Bassi. URL consultato il 16 settembre 2011.
  38. ^ Andamento di Maneater nella classifica del Regno Unito. URL consultato il 16 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 2012-05-30).
  39. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Repubblica Ceca. URL consultato il 6 marzo 2012.
  40. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Slovacchia. URL consultato il 6 marzo 2012.
  41. ^ Andamento di Maneater nella classifica degli Stati Uniti. URL consultato il 16 settembre 2011.
  42. ^ Andamento di Maneater nella classifica degli Stati Uniti (Dance). URL consultato il 6 marzo 2012.
  43. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Svezia. URL consultato il 16 settembre 2011.
  44. ^ Andamento di Maneater nella classifica della Svizzera. URL consultato il 16 settembre 2011.
  45. ^ Andamento di Maneater nella classifica dell'Ungheria. URL consultato il 6 marzo 2012.
  46. ^ ARIA Charts - End of Year Charts - Top 100 Singles 2006
  47. ^ Jahreshitparade 2006 - austriancharts.at
  48. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  49. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  50. ^ http://www.mtv.de/charts/Single_Jahrescharts_2006
  51. ^ >> IRMA << Irish Charts - Best of 2006 >>
  52. ^ dutchcharts.nl - Dutch charts portal
  53. ^ www.sverigetopplistan.se - Årslista Singlar - År 2006
  54. ^ Schweizer Jahreshitparade 2006 - hitparade.ch
  55. ^ Maneater nella classifica FIMI
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica