Mandau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mandau
Mandau del regno Kutai - Tropenmuseum
Mandau del regno Kutai - Tropenmuseum
Tipo Spada
Impiego
Utilizzatori Daiachi
Descrizione
Lunghezza 70 cm
lama 50-55 cm
Tipo di lama monofilare diritta, con contro-taglio spesso inciso più corto del taglio

[senza fonte]

voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Il Mandau o Parang Ihlang è una spada corta (nemmeno un metro) dell'Sud-Est Asiatico tipica dei cacciatori di teste del Borneo e dei Daiachi[1]. Ha lama monofilare, stretta, con punta sbieca e contro-taglio spesso decorato più corto del filo. L'impugnatura è spesso decorata con piume, peli di animale e/o filo colorato. La varietà Parang Pandit presenta una punta squadrata o comunque non appuntita e la lama che forma un angolo di circa 150° con l'elsa, e della stessa lunghezza del Mandau.

Queste armi sono state rese celebri dal romanziere italiano Emilio Salgari (1862-1911) che ne fece l'arma d'elezione, unitamente al kriss, dei pirati di Sandokan.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lumholtz, Carl (1920), Through Central Borneo [1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Šolc, Václav [et al.] (1958), Schwerter und Dolche Indonesiens. Illustriert von Werner Forman, Artia, Bedřich Forman.
  • Stone, George Cameron [e] LaRocca, Donald J. (1999), A Glossary of the Construction, Decoration and Use of Arms and Armor: in All Countries and in All Times, Courier Dover Publications, ISBN 978-0-486-40726-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra