Mammina (film 1926)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mammina
Titolo originale Lovey Mary
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1926
Durata 70 min. (1.910,18 metri - 7 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere commedia, drammatico
Regia King Baggot
Soggetto dal romanzo Lovey Mary (1903) di Alice Hegan Rice
Sceneggiatura Agnes Christine Johnston e Charles Maigne

George Marion Jr. (titoli)

Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
Fotografia Ira H. Morgan
Montaggio Frank Davis
Scenografia Cedric Gibbons, A. Arnold Gillespie
Costumi Lucia Coulter
Interpreti e personaggi

Mammina (Lovey Mary) è un film muto del 1926 diretto da King Baggot. Lovey Mary va via da un orfanotrofio, trovando rifugio da una signora molto gentile, mamma di un bel ragazzo. La protagonista della storia è interpretata da Bessie Love.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La giovane Lovey Mary è un'orfana che vive in istituto e si prende cura del piccolo Tommy, il figlio di Kate, una donna dai costumi facili. Quando la madre viene per prendere il bambino, lui scappa insieme a Mary. I due trovano rifugio presso Miss Hazey che sta per sposarsi con Stubbins. Mary diventa molto amica dei ragazzi che vivono lì accanto, Billy Wiggs e le sorelle, Asia, Australia e Europena con le quali lavora in una fabbrica di conserve di pomodoro. Il giorno delle nozze, Stubbins arriva ubriaco e fa delle proposte a Mary. Intanto, la ragazza viene a sapere che Kate, la madre di Tommy, è in punto di morte. Lei, allora, le porta al capezzale il figlio, guadagnandosi così la fiducia della donna che le affida, dopo la sua morte, il bambino che Mary adotterà quando si sposerà con Billy.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 20 giugno 1926.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7 Pag. 35

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema