Malattia di Borna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Malattia di Borna
Malattia rara
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 062.9

La malattia di Borna è una malattia infettiva virale che colpisce essenzialmente cavallo e pecora e determina una encefalite disseminata ad esito fatale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città di Borna, incisione del 1837
Cavalli domestici

La malattia divenne nota in seguito a una epidemia che si sviluppò nel 1885 nei cavalli della scuderia militare della città tedesca di Borna, donde il nome[1]. L'agente eziologico, isolato nel 1970 da un cavallo che si era ammalato nel corso di un'altra piccola epidemia, fu classificato fra i membri dell'ordine Mononegavirales, appartenente tuttavia a una nuova famiglia ad hoc (Bornaviridae)[2].

Eziopatogenesi[modifica | modifica sorgente]

La malattia di Borna è causata da un virus neurotropo ad RNA a singolo filamento negativo appartenente al genere Bornavirus, famiglia Bornaviridae, ordine Mononegavirales[3].

Sono colpiti soprattutto cavalli e pecore[4]: possono essere affetti altri animali domestici[5], perfino i lama[6] e i primati non umani. L'interessamento umano è stato ipotizzato[7], ma non ha trovato finora conferme convincenti[8]. Avian bornavirus, una specie virale simile al virus della malattia di Borna, è l'agente causale della Dilatazione proventricolare, una patologia degli uccelli da compagnia[9].

Si ritiene che il virus raggiunga l'encefalo attraverso il trigemello e si insedi soprattutto nella regione dei nuclei della base e del corno d'Ammone localizzandosi caratteristicamente nel nucleo cellulare della cellula infettata[10]. La cellula infettata non viene tuttavia lisata e la presenza del virus nella cellula sarà persistente. Attorno alle lesioni si sviluppa un infiltrato caratterizzato da linfociti T helper CD4+ e CD8+[10], con il quadro delle encefalomieliti immuno-mediate[11].

Clinica[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda il cavallo, la malattia esordisce acutamente, con febbre (spesso intermittente) e segni neurologici di meningite ed encefalomielite, dopo un periodo di incubazione di circa quattro settimane. Le manifestazioni cliniche possono variare, ma possono comprendere disturbi del comportamento (depressione o eccitazione), atassia, disturbi oculari, postura anomala e discinesie. Il decorso è subacuto o cronico ingravescente: l'animale appare apatico e con sonnolenza. La mortalità è molto elevata: 80-100% nei cavalli e superiore al 50% negli ovini[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Evolutionary Surprise: Eight Percent of Human Genetic Material Comes from a Virus, ScienceDaily, 25 dicembre 2010.
  2. ^ Lipkin WI, Briese T., «Bornaviridae». In: Knipe DM, Howley RM (editors), Virology. 5th ed. Philadelphia: Lippincott, Williams & Wilkins; 2007. pp. 1829–51.
  3. ^ Planz O, Pleschka S, Wolff T. (2009) «Borna disease virus: a unique pathogen and its interaction with intracellular signalling pathways». Cell Microbiol. Jun;11(6):872-9, PMID 19290912 DOI: 10.1111/j.1462-5822.2009.01310.x
  4. ^ a b Richt JA, Grabner A, Herzog S. «Borna disease in horses». Vet Clin North Am Equine Pract. 2000 Dec;16(3):579-95, xi. PMID 11219351
  5. ^ Kamhieh, S. and Flower, R.L.P. (2006) «Borna Disease Virus (BDV) infection in cats. A concise review based on current knowledge». Veterinary Quarterly. 28(2):65-73 (pdf)
  6. ^ Jacobsen B, Algermissen D, Schaudien D et al. «Borna disease in an adult alpaca stallion (Lama pacos)». J Comp Pathol. 2010 Aug-Oct;143(2-3):203-8, PMID 20153871
  7. ^ Lieb K, Staeheli P. «Borna disease virus--does it infect humans and cause psychiatric disorders?» J Clin Virol. 2001 May;21(2):119-27, PMID 11378492
  8. ^ Na KS, Tae SH, Song JW, Kim YK. «Failure to detect borna disease virus antibody and RNA from peripheral blood mononuclear cells of psychiatric patients». Psychiatry Investig. 2009 Dec;6(4):306-12. Epub 2009 Nov 5. PMID 20140130
  9. ^ Honkavuori KS, Shivaprasad HL, Williams BL, et al.« Novel borna virus in psittacine birds with proventricular dilatation disease». Emerg Infect Dis. 2008 Dec;14(12):1883-6, PMID 19046511 (Free dawnload)
  10. ^ a b Bilzer T, Planz O, Lipkin WI, Stitz L. (1995) «Presence of CD4+ and CD8+ T cells and expression of MHC class I and MHC class II antigen in horses with Borna disease virus-induced encephalitis». Brain Pathol. Jul;5(3):223-30, PMID 8520721
  11. ^ Weber T, Weber F, Petry H, Lüke W. «Immune response in progressive multifocal leukoencephalopathy: an overview». J Neurovirol. 2001 Aug;7(4):311-7 PMID 11517409

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Richt JA, Rott R. «Borna disease virus: a mystery as an emerging zoonotic pathogen». Vet J. 2001 Jan;161(1):24-40. PMID 11145828
  • Marc Vandevelde, Andre Jaggy, Johann Lang (a cura di), Neurologia veterinaria: dall'approccio al paziente alla terapia; con la collaborazione di Ueli Braun, Andrea Tipold; edizione italiana a cura di Massimo Baroni, Massimo Mariscoli. Milano: Masson; Cremona: EV, 2003, pp. 267-8, ISBN 88-214-2663-7 (Google libri)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microbiologia