Malattia di Blount

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Malattia di Blount
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 732.4
ICD-10 (EN) M92.5
Eponimi
Walter Putnam Blount

La malattia di Blount è un disturbo di crescita della tibia che provoca un varismo progressivo, cioè una deviazione dell'asse, dell'arto inferiore dei bambini.

Chiamato così da Walter Putnam Blount, che descrisse i primi casi, è anche detto tibia vara.[1][2]

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Il morbo di Blount può manifestarsi nei bambini piccoli (Blount o tibia vara infantile) e negli adolescenti (Blount dell'adolescenza). Le cause sono sconosciute, ma si ritiene che una delle cause sia l'effetto di un eccessivo peso corporeo sulla cartilagine di accrescimento. La parte più interna della tibia, subito sotto il ginocchio, inizia a crescere in maniera alterata, provocando l'angolazione dell'osso.

A differenza del varismo fisiologico, in cui gli arti inferiori dei bambini (che hanno da poco iniziato a camminare) tendono a raddrizzarsi progressivamente, il morbo di Blount tende a peggiorare progressivamente.

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

Incurvamento di uno o entrambe gli arti inferiori:

  • rapidamente progressivo
  • simmetrico o asimmetrico
  • si verifica subito sotto il ginocchio
  • si accompagna a torsione verso l'interno

Diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

La diagnosi differenziale è fondamentale, ed è basata sull'esame radiografico.

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Una volta posta diagnosi di morbo di Blount, il trattamento è chirurgico.[3] Esistono diverse tipologie di intervento, in base alla gravità del caso.

Prognosi e complicanze[modifica | modifica wikitesto]

Le principali problematiche possono essere la recidiva, cioè il ripresentarsi della deformità, l'accorciamento dell'arto e le complicanze vascolari e neurologiche legate al trattamento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clarke SE, McCarthy JJ, Davidson RS, Treatment of Blount disease: a comparison between the multiaxial correction system and other external fixators in J Pediatr Orthop, vol. 29, nº 2, marzo 2009, pp. 103–9, DOI:10.1097/BPO.0b013e3181982a62, PMID 19352232.
  2. ^ W. P. Blount. Tibia vara: osteochondrosis deformans tibiae. Journal of Bone and Joint Surgery, Boston, 1937, 19: 1-29.
  3. ^ McCarthy JJ, MacIntyre NR, Hooks B, Davidson RS, Double osteotomy for the treatment of severe Blount disease in J Pediatr Orthop, vol. 29, nº 2, marzo 2009, pp. 115–9, DOI:10.1097/BPO.0b013e3181982512, PMID 19352234.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina