Malacanthidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Malacanthidae
Caulolatilus intermedius NOAA.jpg
Caulolatilus intermedius
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Malacanthidae

I Malacanthidae sono una famiglia di pesci ossei d'acqua marina e (una sola specie) di acqua salmastra dell'ordine Perciformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale della famiglia comprende gli oceani Atlantico, Pacifico e Indiano soprattutto nelle zone tropicali. Una sola specie (Malacanthus latovittatus) penetra nell'estuario e in altri ambienti di acqua salmastra del fiume Goldie in Nuova Guinea. Data l'abitudine di infossarsi nel substrato popolano prevalentemente ambienti con fondali di sabbia o ciottoli tra 10 e 500 metri di profondità, anche se si incontrano per lo più tra 50 e 200 metri[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci hanno pinna dorsale lunga con alcuni deboli raggi spinosi nella parte iniziale, anche la pinna anale è piuttosto lunga e porta uno o due raggi spinosi morbidi. La pinna caudale può avere bordo dritto o essere più o meno forcuta. Possono essere presenti delle creste cutanee sulla testa. L'opercolo branchiale ha una spina più o meno appuntita nelle varie specie[1].

Sono pesci di taglia medio grande: Lopholatilus chamaeleonticeps è la specie più grande con 125 cm di lunghezza massima [2].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci vivono in anfratti o tane scavate nel sedimento, talvolta circondate da un cumulo di detriti[1].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si crede che i genitori non prestino cure parentali alle uova. Le larve hanno spine dentellate ed elaborate sulle pinne[1].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutrono di invertebrati bentonici e di zooplancton[1].

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Alcune specie sono abbastanza importanti per la pesca commerciale.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Vista la taglia grande necessitano di vasche molto spaziose. Gran parte degli esemplari importati viene catturato con il veleno e ha breve vita[1].

Specie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Scheda da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ a b Lista delle specie da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci