Faringite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mal di gola)
Avvertenza
Le informazioni riportate hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà garanzia di validità dei contenuti: leggi le avvertenze.
Faringite
Pharyngitis.jpg
Faringite di origine virale
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 462, 472.1
ICD-10 (EN) J02, J31.2

La faringite, chiamata comunemente "mal di gola", è un'infiammazione della faringe, acuta o cronica, che provoca difficoltà nel deglutire e talvolta può essere accompagnata da tosse e secrezione, etc.

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Si manifesta principalmente intorno ai 4-7 anni di età mentre raramente si osserva in bambini di età inferiore. L'incidenza aumenta durante l'inverno e all'inizio della stagione primaverile.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

È causata nella maggior parte dei casi da agenti virali, meno spesso da agenti batterici e ancor più raramente da altre cause. Tra le cause virali le più comuni sono l'adenovirus, il morbillo, l'influenza e la mononucleosi tra i virus; gli Streptococchi tra i batteri:

Diffusione Virus Batteri
Frequenti Adenovirus (tipo1-2-3-5) Streptococco beta-emolitico gruppo A
Meno frequenti Enterovirus, Virus di Epstein-Barr, Influenzali-Paraifluenzali, Virus respiratorio sinciziale umano Chlamydophyla pneumoniae, Streptococchi C-G, Mycoplasma pneumoniae[1]
Rari Coronavirus, Rhinovirus Neisseria gonorrhoeae, Neisseria meningitis
Molto rari . Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis, Staphylococcus aureus

Sintomatologia[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi e i segni clinici variano anche a seconda dell'agente patogeno, in comune si ha un improvviso mal di gola associato con febbre e difficoltà di deglutizione (disfagia), cefalea, nausea, vomito, dolore addominale. Più raramente si mostrano congiuntivite, tosse, diarrea o malessere generalizzato.

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Nel solo caso di faringite batterica (confermata tramite tampone faringeo), si somministrano antibiotici, fra cui la classe delle penicilline che rimangono il farmaco di scelta,[2] fra cui amoxicillina, benzatin-penicillina, penicillina V. Il razionale della terapia antibiotica è quello di eradicare la possibile infezione batterica; in particolare, benché la maggior parte delle forme siano virali e quindi non suscettibili di terapia antibiotica, gli antibiotici vengono utilizzati per contrastare la possibile infezione da Streptococcus beta-emolitico di gruppo A. In caso di sospetta allergia si somministra l'eritromicina. I corticosteroidi e i FANS vengono utilizzati per ridurre la sintomatologia.

All'interno della faringe, l'ingrossamento delle adenoidi può portare alla necessità dell'asportazione chirurgica delle stesse, soprattutto se rendono la respirazione difficoltosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fernández de Sevilla M, Alayeto J, Fernández Y, Muñoz-Almagro C, Luaces C, García-García JJ., Low prevalence of Mycoplasma pneumoniae infection in children with acute pharyngitis in Enferm Infecc Microbiol Clin., 2009.
  2. ^ Reichardt B, Pichlhöfer O, Zehetmayer S, Maier M., Current diagnosis of acute pharyngitis in Wien Med Wochenschr., vol. 159, 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Bartolozzi, Guglielmi Maurizio, Pediatria principi e pratica clinica, Torino, Elsevier-Masson, 2008, ISBN 978-88-214-3033-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina