Makkox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco "Makkox" Dambrosio nel 2014 al Festival internazionale del giornalismo di Perugia

Marco Dambrosio, in arte Makkox (Formia, 30 agosto 1965), è un fumettista e blogger italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Formia ma cresciuto a Gaeta, Dambrosio viene "allevato" artisticamente da una zia professoressa di scenografia.

Mentre lavora come grafico per la GDO, il 28 febbraio 2007 debutta sul web con il blog Canemucca, adattando le sue strisce in verticale per adeguarsi allo scrolling delle pagine Internet; ben presto riscuote successo ed inizia a collaborare con il quotidiano Liberazione, con il settimanale d'informazione Internazionale e con la Coniglio Editore, con la quale (oltre a comparire sulle riviste di fumetti Blue ed Animals) pubblica nel 2009 il suo primo libro a fumetti: Le [di]visioni imperfette.[1]

Da maggio dell'anno 2010 pubblica con la Coniglio Editore una rivista mensile, Il Canemucco (The PaperShow);[2] inizialmente ne erano previsti sei numeri, ma la pubblicazione si interrompe definitivamente dopo l'uscita del numero quattro.[3]

Dal mese di settembre 2010 pubblica una vignetta pressoché quotidiana, sul sito Il Post. Una raccolta delle migliori vignette viene stampata nell'ottobre 2011 dalla BAO Publishing con il titolo Post Coitum – Satire di un Tardo Impero. Sempre nel 2011 vengono pubblicate due raccolte di storie precedentemente uscite su rivista: Se muori siamo pari[4] e Ladolescenza.

Dal 2013 è ospite fisso nella trasmissione di Rai 3 Gazebo, di cui è anche autore.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Makkox, Le [di]visioni imperfette, Canemucca, 23 ottobre 2009. URL consultato il 14 dicembre 2013.
  2. ^ Il Canemucco. URL consultato il 14 dicembre 2013.
  3. ^ Marcello Durante, Canemucco – di chi è la colpa della chiusura?, Comics Blog, 2 ottobre 2011. URL consultato il 14 dicembre 2013.
  4. ^ Daniela Odri Mazza, Makkox: Se Muori Siamo Pari, l’intervista, Conversazioni sul Fumetto, 11 ottobre 2011. URL consultato il 14 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 305208515 LCCN: no2013093368