Makaira nigricans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Marlin blu
Atlantic blue marlin.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Istiophoridae
Genere Makaira
Specie M. nigricans
Nomenclatura binomiale
Makaira nigricans
Lacepède, 1802
Areale

Atlantic blue marlin distribution.PNG

Il marlin blu (Makaira nigricans Lacepède, 1802) è un grande pesce di mare appartenente alla famiglia Istiophoridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Qualora si ritenga separata la specie Makaira mazara, diffusa nelle fasce tropicali ed equatoriali degli oceani Indiano e Pacifico (vedi sotto alla sezione "tassonomia e specie affini") si deve ritenere questa specie diffusa nella parte più calda dell'Oceano Atlantico. Nei mari europei questo marlin è segnalato a nord fino alla Spagna settentrionale. Nel mar Mediterraneo è occasionale ed è stato catturato, con esemplari di grandi dimensioni, anche nelle acque italiane.
È una specie pelagica e raramente si avvicina alle coste.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Appare simile agli altri marlin come il marlin bianco o l'aguglia imperiale ma ha corpo più massiccio, con una vistosa "gobba" dietro gli occhi. Il rostro è breve ma meno che nell'aguglia imperiale. Le pinne dorsali sono due: la prima è lunga e molto bassa per quasi tutta la lunghezza ma nella parte più anteriore si alza improvvisamente in un lobo appuntito (nei Tetrapturus è più grande ed è arrotondato), la seconda è piccola ed opposta alla seconda pinna anale. La pinna anale più anteriore è più grande della seconda. La pinna caudale è grande, potente e lunata; ha due carene sul peduncolo caudale. Le pinne pettorali sono lunghe; le pinne ventrali sono anch'esse allungate ma filiformi.
Il colore è blu o grigio bluastro sul dorso e bianco su ventre e fianchi.
Raggiunge dimensioni enormi, fino a 5 metri di lunghezza e 900 kg di peso.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si ciba di pesci e cefalopodi.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una preda favolosa per il fortunato pescatore sportivo che abbia la ventura di catturarlo. Oltre alle grosse dimensioni, infatti, questa specie ha la caratteristica di opporre tutta la sua forza e la sua agilità ai tentativi di recupero, esibendosi in ripetuti ed acrobatici salti fuor d'acqua. Viene di solito insidiato con la tecnica della traina, impiegando sia esche artificiali che pesci o calamari. Le carni sono eccellenti, simili a quelle del pesce spada.
È questo il pesce con cui lotta il pescatore Santiago nel celebre romanzo di Ernest Hemingway Il vecchio e il mare.

Tassonomia e specie affini[modifica | modifica sorgente]

La tassonomia di questa specie non è univocamente accettata, molti ittiologi considerano separata Makaira mazara degli oceani Indiano e Pacifico, distinta dalla presente dalle caratteristiche della linea laterale e del tutto simile per i caratteri biologici e morfologici.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Makaira nigricans in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • COSTA F., (1991), Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, Milano
  • LOUISY P., (2006), Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo, Il Castello, Trezzano sul Naviglio (MI)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci