Maigret si sbaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maigret si sbaglia
Titolo originale Maigret se trompe
Autore Georges Simenon
1ª ed. originale 1953
1ª ed. italiana 1956
Genere Romanzo
Sottogenere Giallo
Lingua originale francese
Serie Romanzi con Maigret protagonista
Preceduto da Maigret ha paura
Seguito da Maigret ha un dubbio

Maigret si sbaglia (titolo originale francese Maigret se trompe) è un romanzo di Georges Simenon con protagonista il commissario Maigret.

Il romanzo è stato scritto alla tenuta Shadow Rock Farm di Lakeville (Connecticut), negli Stati Uniti d'America, dal 24 al 31 agosto 1953, pubblicato per la prima volta in Francia il 16 novembre dello stesso anno presso l'editore Presses de la Cité.

È il quarantatreesimo romanzo dedicato al celebre commissario.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Louise Filon, una giovane donna, viene ritrovata uccisa da un colpo di pistola a bruciapelo alla testa, nel suo appartamento di classe, troppo di classe, per essere un'ex-prostituta conosciuta con il nome di Lulu. Il commissario Maigret è incaricato delle indagini. Tra i sospettati, Désirée Brault, donna delle pulizie. Si vengono a scoprire molte cose sulla vita privata della vittima: il fidanzato Pierrot, l'amante che la manteneva economicamente, Étienne Gouin, la moglie di lui Germaine e la sorella di questa, Antoinette Ollivier, tutti presi da vecchi rancori e gelosie. L'indagine sembra non avere finale, ma quando Maigret usa la sua solita testardaggine, vuol dire che in poche settimane il caso sarà chiuso.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è stato pubblicato per la prima volta presso l'editore Presses de la Cité nel 1953.

In Italia è apparso per la prima volta nel 1956, tradotto da Bianca Tamassia Mazzarotto e pubblicato da Mondadori nella collana "Il girasole. Biblioteca economica Mondadori" (n° 61). Sempre per lo stesso editore è stato ripubblicato in altre collane o raccolte tra gli anni sessanta e novanta[1] (dal 1991 nella traduzione di Renata Baraldi). Nel 2004 il romanzo è stato pubblicato presso Adelphi, tradotto da Barbara Bertoni, nella collana dedicata al commissario (parte de "gli Adelphi", al n° 244).

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Quattro sono stati gli adattamenti per la televisione:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le edizioni dei "Maigret"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]