Mai Tai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un mai tai

Il Mai Tai è un cocktail alcolico a base di rum, curaçao e succo di lime, associato alla cultura Polinesiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ne viene attribuita l'invenzione al Trader Vic's restaurant di Oakland, California, nel 1944. Anche il locale rivale Don the Beachcomber ne rivendica l'invenzione facendola risalire al 1933, benché le ricette dei due locali siano differenti[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

"Maita'i" è una parola tahitiana che significa "buono"; il nome del cocktail è tuttavia reso con due parole, a volte unite da un trattino o con l'iniziale maiuscola[2][3].

Secondo Victor J. Bergeron del Trader Vic's, il cocktail fu servito in occasione della visita di alcuni amici da Tahiti. Una di loro, Carrie Guild, dopo averlo assaggiato esclamò "Maita'i roa ae!" ("molto buono!"), da cui il nome[4].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Il Mai Tai divenne popolare tra gli anni 1950 e gli anni 1960, fu d'aiuto al suo successo anche la sua apparizione nel film Blue Hawaii interpretato da Elvis Presley.

Ricetta[modifica | modifica wikitesto]

Ne esistono diverse varianti. Secondo la International Bartenders Association[5], che lo include nella sua lista di cocktail ufficiali, la ricetta è la seguente:

  • 4 cl (8 parti) di rum bianco
  • 2 cl (4 parti) di rum scuro
  • 1,5 cl (3 parti) di orange curaçao
  • 1,5 cl (3 parti) di sciroppo di orzata
  • 1 cl (2 parti) di succo di lime fresco

Tutti gli ingredienti tranne il rum scuro vengono agitati nello shaker con il ghiaccio. Si versa nel bicchiere, vi si aggiunge il rum scuro facendolo stratificare in superficie.

Viene servito on the rocks in un bicchiere Highball. Guarnizione ombrellino in carta

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charles A. Coulombe, Rum: The Epic Story Of The Drink That Conquered The World, Citadel Press, 2005, p. 258.
  2. ^ Oxford English Dictionary, third edition, s.v. mai tai
  3. ^ maitai Merriam-Webster Online Dictionary
  4. ^ Mai Tai, Bartenders Database, 21 ottobre 2009. URL consultato il 13 agosto 2010.
  5. ^ Lista dei cocktail ufficiali della International Bartenders Association
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alcolici