Mahan Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mahan Air
Stato Iran Iran
Tipo Società per azioni
Fondazione 1993 a Kerman, Iran
Fondata da Mol-Al-Movahedin Credit Union
Sede principale Tehran, Iran
Settore Trasporti
Prodotti Aviazione civile
Dipendenti 2000 (2007)
Slogan «Fly with us round the world»
Sito web www.mahan.aero
Mahan Air
Codice IATA W5
Codice ICAO IRM
Descrizione
Hub Imam Khomeini International Airport
Flotta 20 (+ 3 straordinari)
Destinazioni 28
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Mahan Air (in persiano: هواپیمایی ماهان) è una compagnia aerea privata con sede a Teheran, Iran. Essa gestisce i servizi nazionali di linea e voli internazionali verso l'Estremo Oriente e del Medio Oriente. La sua base principale è l'Imam Khomeini International Airport l'aeroporto internazionale di Teheran. Per i suoi standard di sicurezza, le sue rotte non coprono i cieli dell'Unione Europea: le uniche destinazioni europee, concesse alla compagnia sono l'aeroporto tedesco di Dusseldorf e, fino al 2007, gli aeroporti inglesi di Luton e Manchester. L'epilogo dei rapporti con il vettore iraniano e gli aeroporti del Regno Unito sono legati proprio a grossolani incidenti e disservizi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La compagnia aerea è stata istituita nel 1991 ed ha iniziato le operazioni di volo nel 1992. Da quella data l'Iran ha la sua prima compagnia aerea privata. Essa conta poco meno di 2.000 dipendenti. Al suo lancio operativo, nel maggio 1993, Mahan Air ha una flotta composta da due aerei Tupolev 154, uno staff di 99 e un percorso di rete da Tehran a 2 destinazioni nazionali. Mahan Air è cresciuta attraverso l'aggiunta di Airbus A300 a fusoliera larga e l'Airbus A310 nel 2001. Ciò ha permesso alla compagnia aerea di raggiungere destinazioni al di là dello stato iraniano servito sino a quel momento. Attualmente, il suo percorso di rete si estende su 28 destinazioni in 12 paesi e ha una flotta di 11 aeromobili Airbus. Attualmente detiene il 13% di tutti i voli internazionali provenienti dall'Iran, e circa l'8% del mercato interno.

Eventi recenti[modifica | modifica sorgente]

Gli efficaci standard di sicurezza dell'aviazione civile europea si collocano ai primi posti nel mondo in questo settore. L’Unione Europea e gli Stati membri collaborano con le autorità competenti di paesi terzi per elevare gli standard di sicurezza in tutto il mondo; eppure esistono alcune compagnie aeree che ancora operano al di sotto dei livelli minimi di sicurezza. Per migliorare ulteriormente la sicurezza aerea in Europa, la Commissione europea, in consultazione con le autorità competenti degli Stati membri, ha pertanto deciso di interdire il proprio spazio aereo ai vettori ritenuti non sufficientemente sicuri. Per questi motivi, Mahan Air è stata bandita nell'anno 2003, divieto poi ribadito nella seduta[di quale agenzia?] tenutasi in data 14 novembre 2008. Tuttavia, dal 2005, alla compagnia iraniana sono state assegnate due destinazioni europee anche per avviarla ad una graduale reintroduzione nel mercato dati i suoi timidi progressi in termini di efficienza e sicurezza.

Destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Flotta[modifica | modifica sorgente]

A causa delle sanzioni imposte dal governo degli Stati Uniti, gli aerei di linea iraniani della Mahan Air possono acquisire velivoli almeno in servizio da sette anni e che sono stati acquistati tramite terzi, piuttosto che direttamente da Boeing o Airbus. Mahan possiede otto aeromobili armeni e sono operati da Blue Airways. Il Mahan Air flotta include i seguenti aeromobili (aggiornati a novembre 2008):

Flotta Mahan Air
Aircraft Totale Anni Registratione Note
Airbus A300-B4 4 27
Airbus A300-B2K 3 27 EP-MHA, EP-MHP, EP-MHM
Airbus A310-300 4 16 F-OJHH, F-OJHI, EP-MHO, EX-301
Airbus A320-232 3 10 EP-MHK, EP-MHJ, EP-MHN(ex.reg: EK-32075) Tutti e 3 gli A320 sono stati ceduti a Iran Air
Airbus A321-232 1 10
Boeing 747-300 2 21 EK-74713, EP-MNE(ex.reg: EK-74780)
Boeing 747-400 3 18 EP-MNA(ex.reg: EK-74763), EP-MNC(ex.reg: EK-74779), EP-MNB(ex.reg: EK-74783)
Boeing 747-200 2 9
Totale 20 17,2

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione