Mago Silvan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Silvan" rimanda qui. Se stai cercando la città turca, vedi Silvan (Turchia).
« Sim Sala Bim! »
(Classica "formula magica" di Silvan)

Aldo Savoldello, meglio conosciuto come Mago Silvan (Venezia, 18 maggio 1935[1]), è un illusionista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Iniziò ad interessarsi giovanissimo al mondo della prestidigitazione. A 7 anni presentò i suoi primi spettacoli presso l'oratorio Don Bosco della sua città[1] con il nome di Saghibù (lo pseudonimo derivava da Aldo Savoldello, il suo vero nome, da Otello Ghigi, il nome del suo primo maestro, e da Ranieri Bustelli, famoso prestigiatore degli anni trenta). Non ancora ventenne passò al professionismo e fu battezzato con il nome d'arte Sylvan durante la trasmissione di Enzo Tortora Primo Applauso[1] (talent show ante litteram del 1956) da Silvana Pampanini.

Dopo decine di spettacoli all'estero e dopo essersi esibito nei più importanti teatri del mondo, Silvan entrò a far parte della RAI negli anni sessanta, divenendone un'icona fondamentale. In particolare la serie di giochi di prestigio eseguiti con le carte da gioco, nella sigla iniziale di Scala reale (1966), gli diede una improvvisa, grande popolarità. Dal 1973 al 1980 condusse il programma Sim sala bim, contenitore televisivo del sabato sera con la presenza di ospiti internazionali (Marcello Mastroianni, Pippo Baudo, Milva, Patty Pravo, Franco Franchi), in cui Silvan era conduttore e anfitrione; il programma ebbe successo e fu riproposto dozzine di volte con Astromagic e durante gli anni ottanta e novanta con Supermagic, sempre in prima serata. Grazie a queste apparizioni televisive, Silvan divenne in poco tempo uno dei volti più amati dal grande pubblico, grazie all'aspetto elegante, ai suoi modi "sicuri" e dinamici, e al grande repertorio di numeri che riusciva ad eseguire. Nel 1979 condusse un altro programma di successo, 26 puntate di Buonasera con... Silvan. Nel 1998 come autore con Marco Zavattini condusse Sanremo Magica, con Anna Falchi.

Al cinema, in qualità di attore, ha partecipato ai film Modesty Blaise, la bellissima che uccide (1966) di Joseph Losey, con Monica Vitti, Dirk Bogarde e Terence Stamp, L'oro di Londra (1967) e L'inchiesta (1986) di Damiano Damiani (con Keith Carradine e Harvey Keitel). È apparso anche in un cameo nei panni di se stesso nell'episodio Il mago del film Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio (1983), in cui deve confrontarsi in una sfida in diretta televisiva contro lo scalcinato mago "Le grand Gaspar", interpretato da Johnny Dorelli, e ne Il principe e il pirata (2001) di Leonardo Pieraccioni. In televisione, è inoltre apparso nell'episodio Il mago della serie TV Matlock.

Con la sua classe, Silvan ha conquistato risultati fino ad allora inimmaginabili per un illusionista: con le sue apparizioni televisive italiane e nel mondo (è stato ospite per sette volte dell'Ed Sullivan Show negli Stati Uniti), con le sue esibizioni per le più grandi personalità mondiali (Ronald Reagan, Elisabetta II del Regno Unito, il plurimiliardario Adnan Khashoggi), con i suoi libri di divulgazione che hanno venduto milioni di copie, e le decine di articoli scritti sul famoso settimanale a fumetti Topolino e in altre riviste, Silvan può essere considerato uno dei più importanti prestigiatori del XX secolo.

Come David Copperfield e Lance Burton è stato eletto per ben due volte, nel 1990 e nel 1999, Magician of the Year[2] (ed è l'unico artista non statunitense ad aver ottenuto tale riconoscimento). È stato anche il primo italiano (e l'unico finora insieme ad Antonio Casanova una volta) a ricevere per due volte il Merlin Award, nel 1998 e nel 2011; la Società Internazionale degli Illusionisti ha motivato la scelta «per la continua popolarità e il costante successo che contraddistinguono ormai da molti anni l’attività artistica di Silvan, esibitosi nei più importanti teatri del mondo».[3]

Silvan è autore di 12 libri, di numerose pubblicazioni su illusionismo e magia, e di 13 "scatole magiche" per la Clementoni, Arnoldo Mondadori Editore, Editrice Giochi, che hanno provveduto a istruire magicamente generazioni di appassionati. È anche socio benemerito del CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, con il quale collabora a Magia, la rivista di cultura magica italiana, per cui svela i trucchi dietro ad alcuni "presunti" fenomeni paranormali o magici.

È presidente onorario del Circolo Amici della Magia di Torino, lo stesso in cui hanno mosso i primi passi professionali Arturo Brachetti, Marco Berry, Alexander e Luca Bono.

Il 16 giugno 2009 è stato pubblicato l'album musicale Photographie di Tayone, dove Silvan partecipa come guest star nel videoclip You've Got Me Down.[4] Nel 2013 è stato testimonial di una campagna pubblicitaria per le compagnie di assicurazione Unipol, Fonsai e Milano.[5]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Sposato con una donna britannica, ha due figli e vive a Roma da molti anni.

Libri[modifica | modifica sorgente]

  • 1971 - Giochi di prestigio - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1974 - Manuale di Silvan - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1976 - Manuale di Silvan - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1976 - La magia di Silvan - (pubblicazione distribuita durante gli spettacoli)
  • 1977 - La magia di Silvan - (pubblicazione distribuita durante gli spettacoli)
  • 1977 - I miei giochi più belli - (Sperling & Kupfer)
  • 1977 - Arte Magica - (Rusconi Editore)
  • 1983 - I miei trucchi - (Inserto Radiocorriere)
  • 1984 - Supermagic - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1986 - Giochi di carte di un grande mago - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1986 - Giochi di prestigio di un grande mago - (Arnoldo Mondadori Editore)
  • 1992 - Il grande Silvan - (Walt Disney, 4 volumetti allegati a Topolino con alcuni giochi di prestigio)
  • 1994 - Il mondo dell'occulto - (Sperling & Kupfer)
  • 1995 - Il libro magico di Silvan - (De Agostini)
  • 2001 - Trattato di magia - (Adriano Salani Editore)[6]
  • 2004 - Trattato di magia - (Tea, ristampa con copertina differente)

Giochi[modifica | modifica sorgente]

Durante la sua carriera, Silvan ha realizzato un totale di 13 "scatole magiche", fra le quali:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Filippo Cioni, La Pampanini mi disse: «Col mio nome farai fortuna», 23 agosto 2010. URL consultato il 9 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Academy of Magical Arts – Magician of the Year, geniimagazine.com. URL consultato il 13 gennaio 2011.
  3. ^ Teatro: al mago Silvan il 'Merlin Award', l'Oscar degli illusionisti in adnkronos.com, 21 febbraio 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  4. ^  Tayone - You've got me down. youtube.com. URL consultato in data 13 gennaio 2011.
  5. ^ Unipol Assicurazioni, Fondiaria-SAI e Milano Assicurazioni insieme per la prima volta in spot. Lo firma Leo Burnett in youmark.it, 15 ottobre 2013.
  6. ^ Massimo Polidoro, Trattato di Magia (recensione) in cicap.org. URL consultato il 13 gennaio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie