Magi (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Magi: The labyrinth of magic
manga
Magi Volume 1.jpg
Titolo originale Magi
Autore Shinobu Ohtaka
Editore Shogakukan
1ª edizione 3 giugno 2009 – in corso
Collana 1ª ed. Weekly Shōnen Sunday
Periodicità bimestrale
Tankobon 20 (in corso)
Pagine 192
Censura no
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 15 settembre 2011 – in corso
Collana 1ª ed. it. Starlight
Periodicità it. bimestrale
Tankobon it. 15 / 20 Completa al 75%.
Formato it. 11,5 cm × 17,5 cm
Pagine it. 208 (volumi 1,4,5,8),
192
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Censura it. no
Genere

Magi: The labyrinth of magic (マギ Magi?) è un manga giapponese scritto e disegnato dalla mangaka Shinobu Ohtaka. I capitoli vengono pubblicati ogni settimana dal 2009 sulla rivista Weekly Shōnen Sunday ed entro gennaio 2014 sono stati pubblicati 20 volumi tankōbon a cura della Shogakukan. Uno spin-off, intitolato Adventure of Sinbad (シンドバッドの冒険 Shindobaddo no bōken?) e scritto da Ohtaka con i disegni di Yoshifumi Ohtera, ha iniziato la serializzazione sempre su Weekly Shōnen Sunday, per poi essere trasferito sul sito web Ura Sunday della Shogakukan. Un adattamento anime della serie, prodotto dalla A-1 Pictures, è stato trasmesso in Giappone tra ottobre 2012 e marzo 2013.[1] Una seconda stagione, intitolata Magi: The kingdom of magic, ha iniziato la trasmissione televisiva il 6 ottobre 2013.[2]

In Italia il manga viene pubblicato dal 15 settembre 2011 dalla Star Comics con frequenza bimestrale nella collana Starlight.[3] Fino a febbraio 2014 sono stati pubblicati 15 volumi, dei quali dal quinto in poi solo in fumetteria mentre dal primo al quarto anche in edicola.

L'opera si ispira alla raccolta di novelle Le mille e una notte, da cui non riprende solo l'ambientazione mediorientale ma anche il nome di molti dei personaggi, sebbene poi essi siano stati diversamente reinterpretati dall'autrice.

Magi: The labyrinth of magic
serie TV anime
Titolo originale Magi
Autore Shinobu Ohtaka
Regia Koji Masunari
Sceneggiatura Hiroyuki Yoshino
Studio A-1 Pictures
Musiche Shiro Sagisu
Rete MBS
1ª TV 7 ottobre 2012 – 31 marzo 2013
Episodi 25 (completa)
Durata ep. 24 min
Magi: Adventure of Sinbad
manga
Magi Adventure of Sinbad.png
Titolo originale Magi: Shindobaddo no bōken
Autore Shinobu Ohtaka
Editore Shogakukan
1ª edizione 8 aprile 2013 – in corso
Collana 1ª ed. Weekly Shōnen Sunday
Censura no
Genere Shōnen
Magi: The kingdom of magic
serie TV anime
Titolo originale Magi
Autore Shinobu Ohtaka
Regia Koji Masunari
Sceneggiatura Hiroyuki Yoshino
Studio A-1 Pictures
Musiche Shiro Sagisu
Rete MBS
1ª TV 6 ottobre 2013 – 30 marzo 2014
Episodi 25 (completa)
Durata ep. 24 min

Trama[modifica | modifica sorgente]

Aladino è un misterioso ragazzino che vagabonda senza una meta precisa e che sembra non sapere niente del mondo. Nel suo viaggio però non è solo, poiché insieme a lui c’è Ugo, un gigantesco ma timido djinn che risiede all’interno del suo flauto.

In uno dei suoi viaggi, Aladino incontra Alì Babà, un ragazzo all’apparenza egoista ed avido, ma che in realtà possiede un grande cuore e non esita a mettere a rischio la sua vita per il bene degli altri. Dopo una serie di disavventure, i due diventano amici e decidono di esplorare insieme un dungeon, ossia una delle leggendarie costruzioni apparse per la prima volta nel mondo 14 anni prima ed al cui interno si nascondono misteriosi tesori. Durante l’esplorazione, Aladino ed Alì Babà incontrano numerose difficoltà, dovute non solo alle numerose trappole e creature pericolose che si annidano nella struttura, ma anche alle altre persone venute a conquistarlo.

L'esplorazione del dungeon non è che l’inizio della loro avventura. A chi conquista un dungeon in effetti non è fatto solo dono di grandi ricchezze, ma anche di uno straordinario potere. E non è tutto: Aladino è un Magi, ed esplorando il dungeon insieme ad Alì Babà ha inconsapevolmente scelto quest’ultimo come suo candidato al titolo di re.

Archi narrativi[modifica | modifica sorgente]

Magi: The labyrinth of magic[modifica | modifica sorgente]

Dungeon arc
(Capitoli 1-15, volumi 1-2, episodi 1-3)
Costruita attorno al settimo dungeon, vi è una città di nome Qishan. Qui vive un giovane ragazzo di nome Alì Babà, che lavora part-time come conducente di carrozze. Il suo sogno è però quello di conquistare un dungeon e diventare ricchissimo. In seguito all’incontro con Aladino, Alì Babà spera di poter sfruttare la sua forza e quella di Ugo per riuscire in questa impresa. Aladino accetta di aiutarlo e i due partono così all'avventura.
Koga arc
(Capitoli 16-26, volumi 2-3, episodi 4-5)
Dopo aver conquistato il dungeon insieme a una ragazza di nome Morgiana, Aladino ed Alì Babà vengono separati. Mentre Alì Babà e Morgiana si ritrovano nelle vicinanze di Qishan, Aladino viene trasportato nelle pianure di un paese lontano. Qui vive un popolo di orgogliosi guerrieri: la stirpe Koga. Aladino viene ritrovato da essi e ospitato nel loro villaggio, dove incontra un'anziana donna che può vedere il Rukh. Nel frattempo, la stirpe Koga entra in contatto con il vasto impero di Kou.
Morgiana arc
(Capitoli 27-31, volumi 3-4, episodio 6)
Dopo essere stata liberata dalla schiavitù da Alì Babà, Morgiana ha intenzione di dirigersi verso Balbad, da cui potrà prendere una nave per tornare al suo paese natale. Per questo motivo, si unisce alla carovana di Lyra e Saasa. Tuttavia, sulla strada per Balbad, scopre che la carovana è costretta a fare una deviazione poiché più avanti si è insediato un pericoloso gruppo di banditi. Morgiana decide dunque di introdursi nel quartier generale della banda per sconfiggerli e permettere alla carovana di proseguire come previsto.
Balbad arc
(Capitoli 32-76, volumi 4-8, episodi 7-17)
Aladino e Morgiana riescono a ricongiungersi. Salutate Lyra e Saasa, proseguono insieme sulla via per Balbad. Lungo il cammino, incontrano un uomo di nome “Sin” che è stato letteralmente spogliato di tutti i suoi averi da dei ladri mentre dormiva nei paraggi. Egli li conduce in un albergo a Balbad, dove lui e i suoi sottoposti risiedono al momento. Lì, Aladino chiede ad una cameriera se sia a conoscenza di un certo Alì Babà arrivato in città, e scopre così che al momento il suo amico potrebbe essere “Alì Babà delle meraviglie”, il famoso capo di un gruppo di ladri locali.
Sindria arc
(Capitoli 77-87, volumi 8-9, episodi 18-19)
In seguito alle vicende di Balbad, Alì Babà, Aladino e Morgiana vengono ospitati da Sinbad nel palazzo reale di Sindria, dove fanno conoscenza dei suoi otto generali. Fra di essi vi sono Yamurahia e Sharrkan, che diventeranno, la prima, insegnante di magia di Aladino e, il secondo, maestro di spada di Alì Babà. Nel frattempo Hakuryuu Ren, quarto principe dell'impero di Kou, ovvero il paese che occupa Balbad, arriva a Sindria per motivi politici.
Zagan arc
(Capitoli 88–111, volumi 9-12, episodi 20-25)
Hakuryuu Ren, Aladino, Alì Babà e Morgiana provano a conquistare, sotto commissione di re Sinbad, il sessantunesimo dungeon, Zagan, situato nelle Isole Toran, che si dice celi un potere capace di guarire ogni male. Al contempo però l'organizzazione Al Sarmen sfrutta l'occasione per organizzare un attacco sia contro Sindria che contro il gruppo in missione.

Magi: The kingdom of magic[modifica | modifica sorgente]

Sindria arc #2
(Capitoli 112-121, volumi 12-13, episodi 1-3)
Dopo la conquista di Zagan e la sconfitta di Al Sarmen, Aladino viene a conoscenza di Magnostadt, un regno di maghi dove si dice che gli umani vengano discriminati in base alle loro qualità magiche, fino ad arrivare ai cosiddetti "goi", coloro che non sono in grado di usare la magia. Interessato a visitare il luogo, Aladino comunica al gruppo il suo desiderio di allontanarsi momentaneamente, e così facendo anche Alì Babà, Morgiana e Hakuryuu decidono di prendere la propria strada.
Pirates arc
(Capitoli 122-134, volumi 13-14, episodi 3-7)
Poco prima di dividersi, il gruppo giunge al regno di Aktia, dove Aladino viene rapito da un equipaggio di bambini pirata comandato da una certa Aum Madaura. Tuttavia, grazie ai poteri di Zagan recentemente acquisiti da Hakuryuu, i quattro si riuniscono nel covo della ciurma nemica e lì scoprono che essa sembra essere manipolata dalla donna con un particolare strumento magico.
World exploration arc
(Capitoli 135-148, volumi 14-15, episodi 7-12)
Aladino e i suoi amici si separano finalmente per affrontare i propri viaggi. Mentre il piccolo Magi si dirige a Magnostadt per capire che legame ha l'accademia con Al Sarmen, Alì Babà parte per l'impero di Reim per imparare a manipolare il magoi dai gladiatori Yambala. Morgiana attraversa la Great Rift per poter arrivare alla sua terra natale, Katargo, il continente delle tenebre. Infine Hakuryuu torna nell'Impero di Kou per assistere al funerale dell'imperatore.
Magnostadt arc
(Capitoli 149-198, volumi 15-20, episodi 13-in corso)
Una volta giunto a Magnostadt, Aladino si infiltra nell'accademia come un semplice studente e diventa presto amico di due maghi in particolare: Sphintus Carmen e Titus Alexius. La situazione però degenera velocemente. Non solo il piccolo protagonista viene a conoscenza degli oscuri segreti dell'accademia e del suo rettore, ma si trova anche nel bel mezzo di una vera e propria guerra tra il regno dei maghi e il glorioso impero di Reim.
Sindria arc #3
(Capitoli 199-214, non ancora in formato tankōbon, non ancora trasposto in anime)
Alma Toran arc
(Capitoli 215-in corso, non ancora in formato tankōbon, non ancora trasposto in anime)

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Alcuni personaggi di Magi (da sinistra verso destra): Toya, Dorji, Baba, Sinbad, Pisti, Hakuei, Morgiana, Masrur, Drakon, Aladino, Yamuraiha, Alì Babà, Sharrkan, Ja'far, Hinahoho, Hakuryu, Spartos, Kōgyoku, Sphintus, Myers, Marga e Titus.

Protagonisti[modifica | modifica sorgente]

Aladino (アラジン Arajin?)
Doppiato da Kaori Ishihara
Aladino ha circa 10 anni. È alto 130 cm. Il suo luogo di nascita è Alma Toran. La sua capacità speciale è la Magia. Il suo hobby è la lettura. Il suo punto debole sono le ragazze. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 1.
È un misterioso ragazzino con un gigantesco djinn di nome Ugo all’interno del suo flauto. Il suo nome è ispirato all’omonimo Aladino de Aladino e la lampada magica.
Viaggia alla ricerca di oggetti metallici che contengano altri djinn. Ha una personalità pura ed innocente ed odia i combattimenti, ma nonostante l’apparenza è molto saggio. Nonostante sembri ancora un bambino, adora le “belle signorine con grandi e morbidi seni”.
È un Magi, e grazie all’aiuto del suo bastone, può radunare il Magoi creato dai Rukh per attaccare. Grazie all’enorme quantità di magoi che può utilizzare, è in grado di materializzare il corpo di Ugo, il djinn che risiede nel suo flauto. Inoltre, può anche fare in modo che il turbante che ha intorno alla testa diventi un tappeto volante.
Poiché era imprigionato nel ‘sacro tempio’ (a cui Aladino si riferisce come una stanza sotterranea), non conosce granché di se stesso e del mondo.
La sua ragazza ideale è una giovane, tenera e gentile.
Ugo (ウーゴ Uugo?)
Doppiato da Toshiyuki Morikawa
Un djinn che risiede all’interno del flauto di Aladino. È il custode del sacro tempio. Nonostante abbia un gigantesco corpo, la sua testa si trova in uno spazio diverso. Per questo motivo, quando viene evocato la sua testa non esce dal flauto. Aladino lo descrive come molto bello.
Anche se non è ben chiaro quali siano i suoi poteri, quando viene materializzato sembra specializzato nel combattimento corpo a corpo. Può anche usare la magia di calore da entrambe le sue mani, per sferrare colpi letali.
È molto timido, tanto da svenire se viene toccato da una ragazza. Per riuscire a superare questa sua debolezza, si è abituato ad essere toccato da Morgiana.
Il rapporto tra Aladino e Ugo è diverso da quello tra i conquistatori di dungeon ed i loro djinn; infatti i due sono amici e non padrone e servitore. Per questo motivo, anche se Aladino può evocarlo, non può concedergli il suo potere.
Alì Babà Saluja (アリババ・サルージャ Aribaba Saruuja?)
Doppiato da Yūki Kaji
Alì Babà ha 17 anni. È alto 168 cm. È nato a Balbad. La sua abilità è l’arte della spada reale. Il suo hobby è il commercio. Il suo punto debole è che ingrassa facilmente. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 2. Il suo nome è ispirato all'omonimo protagonista della storia Alì Babà e i quaranta ladroni.
È un ragazzo di 17 anni che Aladino incontra per caso durante il suo viaggio. Ali Baba sembra essere avido in un primo momento e sembra pensare solo ai soldi e all’essere pagato profumatamente, benché valuti la vita ben di più e sia sempre pronto a salvare chi ne abbia bisogno. Dopo essere stato aiutato da Aladino decide di collaborare con lui e andare alla conquista dei dungeon. Era il suo sogno da lungo tempo, ma dal momento che nessuno era mai tornato vivo era troppo spaventato per iniziare un viaggio da solo. Considera Sinbad un eroe perché è l’unico ad essere tornato vivo da un dungeon. Ama i soldi e i tesori e odia mettersi nei guai. Nelle vene di Ali Baba scorre sangue reale.
Sostiene che il suo tipo ideale di ragazza sia "Quella che diventerà la mia ragazza". Ma fino ad ora, Alì Babà non ha mai avuto una ragazza.Più avanti dimostrerà un certo interesse per Morgiana.
Ali Baba è nato a Balbad, un piccolo paese a sud-est, nei quartieri malfamati. Sua madre era una prostituta e vivevano nella più totale povertà. In seguito alla morte dei loro genitori, la madre di Ali Baba si prese cura di Kassim ed i suoi fratelli, trattandoli come fossero suoi figli. Nonostante tutto, l'infanzia di Ali Baba trascorse felice fino al giorno in cui sua madre morì a causa di una malattia. La tristezza di Ali Baba lo portò a frequentare la gente sbagliata e a vivere per strada. Ma poi arrivò un uomo, che portò con sé aria di cambiamenti: il re di Balbad. Egli andò da Ali Baba, dicendogli di essere suo padre e che si sarebbe preso cura di lui. Così, dall’età di 10 anni, Ali Baba visse in un palazzo, e gli furono insegnate lingue, l’arte della spada ed economia da alcuni specialisti chiamati da suo padre. Nonostante la fatica iniziale, ben presto riuscì a padroneggiarle tutte le discipline, ma per lui la vita era comunque dura.
Una notte, Ali Baba fuggì dal palazzo ed incontrò l'amico di infanzia Kassim. I due andarono ad un bar, ed Ali Baba finì per ubriacarsi. Egli finì dunque per raccontare all'amico la sua nuova vita ed il modo in cui era riuscito a fuggire dal palazzo. I giorni pacifici durarono ancora per poco. Il re, ammalatosi gravemente e prossimo alla morte, chiese ad Ali Baba di diventare il nuovo re, ma il ragazzo rifiutò. Mentre stava girando per il palazzo, Ali Baba notò Kassim che stava facendo entrare i membri della sua banda nel palazzo. Venne però messo fuori combattimento, ed al suo risveglio scoprì che il palazzo era stato invaso dai ribelli e il re era morto. Ali Baba si sentì responsabile per questo incidente, e decise perciò di andarsene. Divenne un conducente di carretti in un'altra città, e grazie a questo poté incontrare Aladino.
Amon (アモン Amon?)
Un djinn la cui esistenza si basa sulla deferenza e rigore. Aladino e gli altri lo incontrano all'interno del settimo dungeon. Ha l'aspetto di un vecchio obeso e barbuto, dall’aria intimidatoria. Di Alì Babà ammira la capacità di sacrificare se stesso per gli altri. Il suo potere ha a che fare con le fiamme. Più tardi nella storia, avrà una specie di “figlio” che dimorerà all’interno degli strumenti del seguace di Morgiana.
Morgiana (モルジアナ Morujiana?)
Doppiata da Haruka Tomatsu
Morgiana ha 14 anni. È alta 148 cm. È nata nel Continente delle Tenebre (Katargo). La sua abilità è sferrare calci. Il suo hobby è allenarsi. Il suo punto debole è l’improvvisazione. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 4.
È una ragazza dai capelli rossi discendente dalla tribù dei Fanaris, i più potenti cacciatori del Continente delle tenebre. Il suo nome è ispirato alla omonima serva della storia Alì Babà e i quaranta ladroni.
In precedenza, era una degli schiavi di Jamil . All’inizio si dimostra poco socievole e priva di emozioni, ma dopo essere stata liberata dalla schiavitù comincia ad aprirsi pian piano.
Nonostante sembri una ragazza normale, riesce ad avvicinarsi al nemico in un istante. Oltre ad una straordinaria forza nelle gambe che le permette persino di scalare i muri in verticale, ha anche un ottimo olfatto, quasi migliore di quello di un cane, e non dimentica mai l’odore delle persone a lei care. Anche se minore della forza nelle gambe, la forza nelle sue braccia è abbastanza da riuscire a far volare via una persona come Alì Babà. Dopo che viene liberata da Alì Babà, è tormentata dal trauma della sua infanzia. Dopo la partenza di Alì Babà da Qishan, prende a cuore le parole di Goltas, il suo benefattore, e decide che tornerà a Katargo (vero nome del continente delle tenebre), la sua patria.
Dice di non essere sicura a proposito del suo tipo ideale di ragazzo. Man mano che la storia prosegue, però, sembra mostrare un vago interesse nei confronti di Alì Babà.

Qishan[modifica | modifica sorgente]

Qishan (チーシャン Tchiishan?) è la città dell’oasi. È costruita intorno al settimo dungeon. Dopo che questo apparve, la città divenne molto famosa a causa degli avventurieri che vi si radunavano.

Jamil (ジャミル Jamiru?)
Il reggente di Qishan. A prima vista appare come un giovane di bell’aspetto e nobile, ma in realtà nasconde una personalità arrogante. Sa utilizzare una tecnica di spada, ma il suo talento migliore è l’abilità nel dominare gli schiavi. Essendo sempre molto violento nei loro confronti, loro non osano disubbidirgli. La sua personalità distorta è stata causata però dagli insegnamenti sbagliati ricevuti dal proprio maestro durante l’infanzia.
Da lungo tempo aspettava l’arrivo di un Magi per poter essere scelto come candidato al titolo di re. Ma né Aladino né Amon vedono in lui la stoffa di un re.
Muore coinvolto dal crollo del settimo labirinto.
Goltas (ゴルタス Gorutasu?)
Uno degli schiavi di Jamil. Discende da un popolo nomade del Nord (che si scoprirà poi essere la stirpe Koga). A causa delle ferite che si è procurato tempo prima, non può più parlare. Possiede una forza sovraumana ed ha il volto nascosto da una maschera.
Muore insieme a Jamil nel crollo del settimo labirinto, dopo aver detto a Morgiana di tornare nel suo paese natale.
Elizabeth (エリザベス Erizabesu?)
È considerata la miglior intrattenitrice del locale in cui Alì Babà e Aladino si fermano prima di partire alla conquista del dungeon. Tuttavia, ha un aspetto mostruoso.

Clan Koga[modifica | modifica sorgente]

Una tribù che vive nella steppa, ispirata ai popoli nomadi mongoli. È una stirpe di guerrieri nomadi che vive insieme ai cavalli, da centinaia di anni. In passato raggiunse un livello di prosperità incredibile. Il primo grande re Chagan Khan ottenne una forza sovraumana e costruì l’impero più grande mai esistito nella storia, il grande impero Koga. Tuttavia, questo si indebolì sempre più, ed ora i superstiti della stirpe Koga sono persino vittime dei cacciatori di schiavi.

Baba (ババ Baba?)
L’anziana capo villaggio. È la nipote del 155° grande re della stirpe Koga, ed il suo vero nome è Chagan Shama. È in grado di vedere i Rukh. Nonostante sia praticamente cieca, riesce a percepire cosa le accade intorno grazie all’aiuto dei Rukh. Viene rispettata da tutti gli abitanti del villaggio, che lei considera come suoi figli.
Viene assassinata con l’astuzia da Ryosai, ma riesce a sopravvivere abbastanza da calmare il suo popolo ed evitare la guerra. Affiderà il suo bastone ad Aladino.
Dorji (ドルジ Doruji?)
Guerriero della stirpe Koga. È un amico d’infanzia di Toya, ed è innamorato di lei.
Trova Aladino mentre questo giace addormentato in mezzo alla steppa.
Toya (トーヤ Tooya?)
Una dolce ragazza della stirpe Koga che spera che tutti possano vivere insieme pacificamente. È un’amica d’infanzia di Dorji. Viene rapita durante la caccia agli schiavi, ma Dorji la salva.

Balbad[modifica | modifica sorgente]

Balbad (バルバッド Barubaddo?) è il paese più piccolo del continente, tanto che sarebbe più giusto definirlo città. La sua indipendenza può essere attribuita solamente alle buone relazioni diplomatiche che ha con gli altri paesi. Anche se la sua capitale, Balbad, si trova sul continente, il paese è composto da numerose centinaia di isole. È un grande nazione oceanica.
Balbad commercia da lungo tempo con Partebia, è questo gli ha permesso di fiorire. Varie razze, un incontro di culture... Balbad è molto diverso dai paesi vicini, ed anche se è molto cambiato, ha ancora l'aspetto di un paese.
Per generazioni, la famiglia Saluja ha regnato con saggezza sul paese. Ma da quando l'ultimo re è morto, il paese sta passando un periodo di crisi.

Precedente re di Balbad
Padre di Alì Babà, Abmad e Sabmad. Ha insegnato a Sinbad come si commercia.Da tempo il suo fisico era minato da una grave malattia, ma muore nell'incursione al palazzo reale da parte dei ribelli.
Anise (アニス Anisu?)
La madre di Alì Babà. Prima di lavorare come prostituta, era una cameriera a palazzo reale. Muore quando Alì Babà è ancora un bambino.
Abmad Saluja (アブマド・サルージャ Abumado Sarujaa?)
Il 23º re di Balbad. Uno dei fratelli maggiori di Alì Babà. E' arrogante, avido, ed egoista. A causa del suo aspetto fisico, è soprannominato da molti dei personaggi "maiale".
Sabmad Saluja (サブマド・サルージャ Sabumado Sarujaa?)
Viceré di Balbad. Fratello minore di Abmad ed uno dei fratelli di Alì Babà. Non è d'accordo con le azioni del fratello, ma a causa del suo carattere timido e debole, non riesce ad opporsi a lui.
Barkak (バルカーク Barukaaku?)
Il maestro di spada di Alì Babà quando era ancora a corte.

Impero di Kou[modifica | modifica sorgente]

L'impero di Kou (煌帝国 Kou Teikoku?) probabilmente ispirato alla Cina di età imperiale. Un paese militaristico che regna sulle pianure centrali. Anche se era solo un piccolo paese nell'estremo est fino a poco tempo prima, in poco tempo è riuscito a conquistare il controllo delle intere pianure centrali. La causa di questa espansione è il Magi dell'impero Ko, Judal. Egli ha evocato vari dungeon e ci ha mandato varie persone. Nei dungeon si possono trovare oggetti magici, incantesimi, mostri potenti ed anche gli oggetti metallici. Grazie agli oggetti contenuti nei dungeon e l'impiego dei mostri nel proprio esercito, l'impero Ko è riuscito a diventare in poco tempo una grandissima potenza.

Hakuei Ren (練白瑛 Ren Hakuei?)
Hakuei ha 21 anni. È alta 169 cm. È nata nell’impero Ko. La sua abilità è l’equitazione. Il suo hobby è cucire. Non sa cucinare. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 19.
La terza figlia del precedente imperatore dell’impero Ko, e prima principessa imperiale. Ha conquistato un dungeon ed è la padrona del djinn delle tempeste Paimon. È il generale delle truppe occidentali, ma non è vista di buon occhio da buona parte dell’esercito a causa della sua natura pacifista. È inoltre turbata dalla sua posizione come generale, e dal cercare di risolvere le cose senza spargimenti di sangue. D’altro canto, essendo una conquistatrice di dungeon, è una donna coraggiosa e dalle grandi abilità combattive, e possiede una forte volontà.
Dal momento che ha avuto il ruolo di una madre per Hakuryu, ha fatto in modo che lui fosse capace di arrangiarsi da solo nel fare qualsiasi cosa, compreso cucinare. D’altro canto, la cucina di Hakuei è così pessima che più volte ha rischiato di uccidere il suo collaboratore ed il fratello minore.
Il suo tipo ideale è un uomo forte.
Paimon (パイモン Paimon ?)
Un djinn creato dall’amore folle e dal caos. Ha l’aspetto di un avvenente donna. Ha il potere di controllare il vento,ed è custodita all’interno del ventaglio di Hakuei.
Seishun Li (李青舜 Ri Seishun?)
Seishun ha 17 anni. È alto 158 cm. È nato nell’impero Ko. Padroneggia l’arte delle due spade. Il suo hobby è recitare poemi. Ha paura degli insetti. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 19.
È una vecchia conoscenza di Hakuei ed è un suo collaboratore, che ha conquistato un dungeon insieme a lei. Usa due spade, ed il suo strumento del servitore è la "Spada della doppia luna".
Va d’accordo con Hakuryu e si allena nelle arti marziali insieme a lui. È irritato dal fatto che Hakuryu sia diventato più alto di lui.
Hakuryu Ren (練白龍 Ren Hakuryuu?)
Hakuryu ha 16 anni. È alto 165 cm. È nato nell’impero Ko. Padroneggia l’arte della lancia. Il suo hobby è cucinare. Non gli piacciono gli scherzi. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 25.
È il fratello minore di Hakuei, ed è il quarto principe dell’impero Ko. Dal momento che sua sorella gli ha insegnato a fare tutto da solo, è bravo a cucinare. Poiché Hakuei ha avuto un po’ il ruolo di madre nei suoi confronti, è molto legato a lei.
Ha una personalità seria e si preoccupa anche per le piccole cose.
Il suo obbiettivo è di distruggere l’impero Ko, e per questo motivo ha cercato di ottenere l’aiuto di Sinbad. Per quanto si sforzi, è però consapevole della propria debolezza ed inutilità, e questo lo porta spesso a scoppiare in lacrime.
Riesce però, grazie all’aiuto di Aladino&co., a conquistare il dungeon di Zagan.
Il suo tipo ideale è una ragazza coraggiosa come la sorella. Si è innamorato di Morgiana.
Zagan (ザガン Zagan?)
Un djinn della sincerità e della purezza, il cui potere ha a che fare con la terra e con le radici. Odiava gli esseri umani a tal punto da ritirarsi all’interno del suo oggetto metallico e lasciare il controllo del suo dungeon alle creature da lui create. Risiede all’interno della lama della lancia di Hakuryu.
Kōgyoku Ren (練紅玉 Ren Kougyoku?)
Kogyoku ha 17 anni. È alta 163 cm. È nata nell’impero Ko. Padroneggia l’arte della spada. Il suo hobby è farsi bella. Non ha amici. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 49.
È la ottava principessa dell'impero Ko, e padrona del djinn dragone acquatico Viné, con cui riesce anche ad eseguire un equipaggiamento djinn completo.
Kogyoku appare come una ragazza dalla grande forza di volontà. Tende a comportarsi in maniera infantile, ma diventa molto seria quando la situazione lo richiede. Tuttavia, anche se si mostra come una persona molto forte e decisa, in realtà è molto sola ed insicura.
Vorrebbe avere degli amici. Dal momento che non ha amici, è bravissima nel giocare a kemari da sola, inventarsi dei giochi da fare da sola, fare sfilate da sola, etc. . Più tardi nella storia riesce però a legare con Alì Babà, che diventa il suo primo amico. Prima di lui, l’unica persona con cui passava del tempo era Judal, che però la prendeva sempre in giro per le sue abitudini.
Era stata designata come promessa sposa di Abmad in modo da sigillare il patto tra i loro due paesi, ma era scontenta di ciò poiché avrebbe voluto continuare ad allenarsi con la spada e diventare una guerriera. Si innamora di Sinbad a prima vista,e diventa molto nervosa ed imbarazzata quando si trova vicino a lui.
Vinea (ヴィネア Vinea?)
Un djinn della solitudine e della sofferenza. Ha una forma simile ad un pesce e ha il potere di controllare l’acqua. È contenuto all’interno del fermaglio di Kogyoku.
Koubun Ka (夏黄文 Ka Koubun?)
Ka Koubun ha 25 anni. È alto 183 cm. È nato nell’impero Ko. Si crede abile nel manipolare gli stati d’animo delle persone (ma è solo una sua opinione). Il suo obbiettivo è quello di far carriera. Cede sempre ai capricci della principessa Kogyoku. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 49.
L’inserviente di Kogyoku, è cresciuto insieme a lei da quando era piccola. Proviene da una povera famiglia del nord dell’impero Ko, ma grazie alle sue abilità è riuscito ad entrare a corte ed è stato assegnato al servizio della principessa Kogyoku. Il suo sogno è di aiutare una Kogyoku ferita nel mezzo della battaglia, utilizzando il suo strumento curativo del servitore. Continua a chiedersi perché, al momento della scelta, non ha desiderato un'abilità più utile che avesse potuto facilitare la sua carriera.
Sembra avere un certo timore nei confronti di Ja’far, dopo che questo gli ha sputato in faccia per aver inscenato un falso stupro di Kogyoku da parte di Sinbad.
Kōen Ren (練紅炎 Ren Kouen?)
È il primo principe dell’impero Ko, e fa la sua prima apparizione nel capitolo 116. È il più potente ed impareggiabile generale dell’impero Ko, ed il suo soprannome è “Sovrano delle Fiamme” (Entei).
Viene descritto da Hakuryū come una persona ambiziosa, ed è lui il vero responsabile per ciò che è accaduto a Balbad. Egli intendeva infatti utilizzare questo paese come trampolino di lancio per la conquista dell’ovest.
Possiede 3 oggetti metallici, ed è l’unica persona al mondo oltre a Sinbad ad aver conquistato più di un dungeon.
Kōha Ren (練紅覇 Ren Kouha?)
È il terzo principe dell’impero Ko, e fa la sua prima apparizione nel capitolo 116. È un conquistatore di dungeon. Sembra andare particolarmente d’accordo con Judal, e si rivolge a Kōmei chiamandolo “Mei-nii” (Fratellone Mei).
Kōmei Ren (練紅明 Ren Koumei?)
È il secondo principe dell’impero Ko, e fa la sua prima apparizione nel capitolo 116. È un conquistatore di dungeon.
Judal (ジュダル Judaru?)
Judal ha 18 anni. È alto 173 cm. Il suo luogo di nascita è sconosciuto. Sa utilizzare la magia. Il suo hobby consiste nel fare passeggiate nel cielo. Detesta le verdure. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 15.
Judal appare per la prima volta nel secondo volume, quando cerca di sigillare la via al dungeon per impedire che altre persone deboli provino a conquistarlo. La sua prima e vera e propria comparsa però è a Balbad, dove giunge insieme ai membri dell’impero Ko.
Judal è un Magi come Aladino. Al contrario di lui, però, controlla i Rukh neri, e per questo è chiamato il Magi nero. Collabora con l’organizzazione segreta Al sarmen. Per questo motivo, è considerato uno degli antagonisti principali della storia. In quanto Magi, anche lui ha il compito di scegliere i candidati a diventare "re", accompagnandoli nei vari dungeon. Dal momento che è il sacerdote dell'impero Ko, tutti i suoi candidati provengono dalla famiglia imperiale. Ne ha già radunati 5 (Hakuei, Kōgyoku, Kōen, Kōmei, Kōha). Tra questi, Judal sembra apprezzare in particolare modo Kōen a causa della sua sete di sangue ed amore per la guerra, caratteristiche comuni ai due.
Quando era ancora molto piccolo, la sua famiglia fu completamente sterminata dall’organizzazione, che poi lo portò via con sé. Nonostante questa lo sfrutti e lo utilizzi quasi come un burattino, a Judal non sembra importare molto, ed anzi, dice di essere contento del tipo di vita che sta conducendo. È molto potente, crudele, arrogante ed a volte anche infantile. Adora prendere in giro le persone e fare loro dei dispetti. Ama inoltre affibbiare dei soprannomi offensivi alle persone (Befana (ババア Baaba?) per Kōgyoku, Quattrocchi (めがね Megane?) per Ka Koubun, Stupido re (バカ殿 Baka dono?) per Sinbad, Magi in miniatura (チビのマギ Chibi no Magi?)per Aladino). È solito non ascoltare mai nessuno e fa sempre le cose a modo suo.
Come Magi, è anche in grado di evocare dungeon. Sinbad ha conquistato dungeon da lui evocato senza il suo permesso, e Judal sembra aver sviluppato una certa ossessione nei suoi confronti. Più volte gli ha chiesto di diventare il suo partner (da intendersi come suo candidato ufficiale al titolo di re), ma Sinbad ha sempre rifiutato. A conferma del suo sadismo, Judal stesso ha ammesso che all’inizio avrebbe voluto combattere per conquistare il mondo insieme a Sinbad; ma in seguito ha cambiato idea ed ora preferisce combattere una guerra contro Sinbad, cosa che trova molto più esilarante.
Il suo tipo ideale è una persona forte.
È particolarmente orgoglioso dei suoi lunghi capelli, infatti, non li ha mai tagliati fin da quando è nato.
Ryosai (呂斎 Ryosai?)
Un comandante dell’esercito di Hakuei. Disprezza la principessa per i suoi metodi pacifisti, ed adora la guerra sopra ogni altra cosa. Per questo motivo, organizza un tradimento supportato da gran parte dell’esercito, ma viene sconfitto da Aladino.

Regno di Sindria[modifica | modifica sorgente]

Il regno di Sindria (シンドリア王国 Shindoria Kokuou?) è un paese formato da un insieme di isole dei mari del Sud. Si trova nella zona più a sud del mondo, in un'area denominata “Terre Selvagge”. In passato erano solo un gruppo di isole isolate in mare aperto, verso cui nessuno si dirigeva, ma dopo che Sinbad ne ha reclamato il possesso hanno cominciato a fiorire. Ha moltissimi visitatori, dal momento che è conosciuta come "il paese da sogno" creato dal "primo leggendario conquistatore di dungeon".
È un paese con rara conformazione geografica e clima, ed una rara flora e fauna con cui gli abitanti convivono. Il paese sta diventando prospero grazie al turismo ed al commercio, ed i suoi cittadini lo rendono ancora più prospero.

Sinbad (シンドバッド Shindobaddo?)
Sinbad ha 29 anni. È alto 183 cm. Proviene dall'Impero Patervia. Sa manovrare la magia. Gli piacciono le avventure. L’alcool è la sua più grande debolezza. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 32.Il suo nome è ispirato al protagonista di Sinbad il marinaio.
È il re di Sindria ed il capo dell’alleanza dei Sette Mari. Aveva 14 anni quando ha conquistato il primo dungeon, ‘Baal’. Da allora, ha viaggiato per i Sette Mari ed ha conquistato sette dungeon. Per questo motivo, è anche conosciuto come il ‘leggendario conquistatore di dungeon’ e possiede 7 djinn. Viene anche chiamato ‘Il grande re dei sette mari’. Il suo soprannome è Sin, anche se è principalmente Ja’far a chiamarlo così.
Incontra Aladino e gli altri a Balbad, quando cerca di riaprire il commercio con Sindria.
Per ora, è stata svelata la forma di solo 3 dei 7 djinn di Sinbad.
Baal
Un djinn del tuono. In questa forma, il corpo di Sinbad è ricoperto da dure scaglie di drago che brillano come gioielli blu. È un drago del tuono che controlla la luce del cielo, ed il cui rombo può fratturare la terra. Questo djinn risiede all’interno della sua spada.
Focalor
Un djinn del vento creato dal rigore e dall’obbedienza. In questa forma, Sinbad è in grado di controllare il vento e creare vortici dal palmo delle sue mani. I suoi capelli crescono e diventano di colore nero corvino, ed hanno l’aspetto di piume. Questo djinn risiede all’interno del suo bracciale d’argento.
Zepar
In questa forma Sinbad si rimpicciolisce ed assume un aspetto simile a quello di un satiro, con delle corna, ali di drago ed il pancione. È in grado di emettere un incredibile suono acuto, che mette KO chiunque si trovi nelle vicinanze. Questo djinn risiede nel suo anello.
Masrur (マスルール Masuruuru?)
Masrur ha 20 anni. È alto 195 cm. È originario del Continente delle tenebre. La sua abilità è il coraggio. Gli piace dormire. I bambini sono la sua debolezza. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 32. Il suo nome è ispirato al Masrur de Le mille e una notte al servizio di Harun al-Rashid.
È uno degli otto generali di Sindria. Usa lo strumento del servitore Valalark Kauza. È anche un Fanaris come Morgiana. In genere non parla molto ed è spesso visto come privo di emozioni e freddo.
Il suo compagno più anziano, Sharrkan, spesso cerca di provocarlo. Tuttavia, Masrur ascolta solo ciò che gli dice Sinbad. Anche se possiede una stanza privata, è spesso visto dormire all’aperto.
In passato anche lui è stato uno schiavo ed un gladiatore, ma è stato liberato da Sinbad.
La sua donna ideale è una donna formosa.
Una volta il suo hobby era prendersi cura della spada che aveva ricevuto da Sinbad. Ma visto che era sempre impegnato a lucidarla, spesso saltava gli allenamenti.
Ja'far (ジャーファル Jaafar?)
Ja’far ha 25 anni. È alto 172 cm. Proviene dall'Impero Patervia. Padroneggia una particolare tecnica di assassinio. Il suo hobby è lavorare. È facilmente irritabile. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 32.Il suo nome è ispirato dal Ja'far de Le mille e una notte al servizio di Harun al-Rashid.
Ja'far è una persona calma, gentile e ligia al dovere; tuttavia è veramente spaventoso quando si arrabbia. È un personaggio intelligente e spesso si occupa di spiegare le cose. Tende a preoccuparsi sempre troppo, e quando è circondato da idioti non riesce a portare a termine il suo lavoro. Serve un po’ da esempio di ‘uomo ligio al dovere’ agli altri scansafatiche che pensano solo a divertirsi.
Rimprovera sempre Sinbad per il suo comportamento poco consono, ma ha nei suoi confronti una forte lealtà. Inoltre, se una persona che non conosce bene Sinbad prova ad insultarlo o cerca di ucciderlo, Ja’far perde completamente le staffe. Nonostante spesso litighino, Ja’far supporta Sinbad in ogni sua scelta, anche le più difficili e pericolose, e lo accetta per come è; ha inoltre giurato di rimanere al suo fianco qualsiasi cosa succeda. Nonostante questa devozione, quando Sinbad si ubriaca Ja’far perde un po’ di fiducia nei suoi confronti.
Ja’far è stato uno dei primi ad unirsi al gruppo di Sinbad, e lo conosce da molto tempo. Anche se le circostanze non sono ben chiare, in passato era un abile assassino che era stato incaricato di uccidere Sinbad. Tuttavia, in qualche maniera ha cominciato a provare stima ed affetto per lui ed è diventato il suo servitore.
Ja’far è uno degli otto generali di Sindria, e si occupa principalmente di affari di stato. A volte partecipa anche in battaglia; la sua arma assomiglia ad una corda con dardo ed è uno strumento del seguace .
La sua tecnica speciale si chiama Lame dei serpenti gemelli (双蛇鏢 Bararaaku Sei?).
A Ja'far non piace quando dei bambini sono in pericolo, e si oppone strenuamente al far combattere Aladino e Morgiana. Ja'far è premuroso con i bambini, e lascia fare loro tutto ciò che desiderano. Gli piace prendersi cura di loro e gli piace Aladino in particolare.
Il fatto che abbia come hobby il proprio lavoro è confermato anche dal fatto che possieda un solo abito, quello da lavoro, e lo utilizzi anche in occasioni informali. L’unico altro abito che possiede gli era stato donato da Sinbad e risale a quando aveva 14 anni. Tuttavia, ora gli è troppo piccolo perché lo possa indossare.
Il suo tipo ideale è una donna che contribuisca a Sindria.
Quando smette di lavorare, prova dei sintomi di astinenza e comincia ad avere l'orticaria.
Yamuraiha (ヤムライハ Yamuraiha?)
Yamuraiha ha 23 anni. È alta 158 cm. È nata a Magnoshtat. Sa usare la magia. Il suo hobby è collezionare oggetti magici. Odia svegliarsi. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
È uno degli otto generali, ed è una maga specializzata in magia d’acqua. Diventa l’insegnante di magia di Aladino, che la chiama ‘Miss Yamuraiha’. Sembra una donna dolce e gentile, ma in realtà è violenta ed ha una lingua biforcuta. A causa del suo amore per la magia e dell’orgoglio per essere una maga, spesso litiga con Sharrkan, che è uno spadaccino. Il suo uomo ideale è un uomo più vecchio di lei. Ma diventa così nervosa davanti alle persone a cui è interessata che finisce col parlare solo di magia. Il suo record di confessioni è di 7 rifiuti consecutivi. Per questo motivo, Pisti le ha suggerito di frequentare solo uomini che sappiano usare la magia.
Sharrkan (シャルルカン Sharurukan?)
Sharrkan ha 21 anni. È alto 180 cm. È nato a Eliohapt. Padroneggia l’arte della spada. Gli piacciono le feste. È messo in soggezione dalle persone più anziane di lui. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
È uno degli otto generali, ed ha una superba tecnica di spada. Diventa il maestro di spada di Alì Babà. Sharrkan ama divertirsi, e non lavora mai durante il suo tempo libero. Va spesso ad ubriacarsi. La sua personalità allegra ed ottimista diventa invece violenta durante gli allenamenti. A causa del suo grande amore per le tecniche di spada, spesso litiga con Yamuraiha. Poiché pensavo che facesse molto figo, aveva l’abitudine di portare le ragazze che gli piacevano alla fucina di spade.
La sua donna ideale è una donna "esperta" (una donna della vita notturna, in pratica una prostituta). Quando si ubriaca, fa un sacco di errori mentre parla. In passato era una persona seria, ma da quando ha iniziato ad imitare Sinbad è diventato così come è.
Pisti (ピスティ Pisuti?)
Pisti ha 18 anni. È alta 140 cm. È nata a Altemyula. Sa domare gli animali. Il suo hobby è cantare.Invidia chi ha il seno prosperoso. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
È uno degli otto generali di Sindria, proveniente dal paese delle ragazze combattenti che danzano nel cielo, Altemyula. A causa del suo aspetto fisico, prova una certa invidia nei confronti delle ragazze sexy e le dà fastidio il fatto di avere un seno piccolo. Ma a dire il vero, ha un sacco di amanti all’interno del palazzo. Il suo record di confessioni è di 13 conquiste di fila. Non ha un tipo particolare di ragazzo che le piace, le va bene di tutto.
D’altro canto, la sua unica amica femmina è Yamuraiha. Anche se è brava a fingere di piangere, questo trucco ormai non funziona più su Ja’far.
Spartos (スパルトス Suparutosu?)
Spartos ha 22 anni. È alto 179 cm. È nato a Sasan. Padroneggia l’arte della lancia. Nel suo tempo libero prega. È messo in soggezione dalle donne. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
È uno degli otto generali di Sindria, e proviene dalla "Terra pura", il paese di Sasan.
Nella sua religiosa patria, è vietato divertirsi con le donne e bere alcool. Ma per i suoi compagni di bevute Sharrkan e Pisti, si permette di bere come minimo l'alcool.
Hinahoho (ヒナホホ Hinahoho?)
Hinahoho ha 35 anni. È alto 240 cm. È nato a Imchack. Gli piace cacciare e prendersi cura dei suoi bambini. Soffre il caldo. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
Uno degli otto generali. È un guerriero del paese della tribù dei giganti, Imchack, ed è anche il comandante dei cacciatori di Sindria dall'inusuale potenza. È sposato ed ha dei figli.
La sua donna ideale è la moglie (deceduta). Il suo hobby è occuparsi della famiglia, ma recentemente, l'età ribelle della figlia lo sta facendo soffrire terribilmente.
Conosce Sinbad da molti anni, e lo accompagnava nelle sue avventure ancora prima che diventasse un re.
Drakon (ドラコーン Dorakoon?)
Drakon ha 29 anni. È alto 226 cm. È nato nell'Impero Patervia. Si occupa degli affari militari e dell’istruzione dei subalterni. Viene comandato a bacchetta dalla moglie. Fa la sua prima apparizione nel capitolo 77.
Uno degli otto generali. È il comandante responsabile delle truppe armate di Sindria. Ha l’aspetto di un dragone verde, ma una volta era un essere umano. Solo poche persone sanno come era fatto quando era ancora umano. Ha una bellissima moglie.
Il suo tipo ideale è la moglie (è stato obbligato a dirlo). Diventa particolarmente sensibile durante il periodo della sua muta.

Compagnia della nebbia[modifica | modifica sorgente]

La compagnia della nebbia (霧の団 Kiri no Dan?) è formata da ladri virtuosi che distribuiscono i beni ai poveri dopo aver derubato le case dei ricchi. Prima che Alì Babà tornasse a Balbad, Kassim ne era il leader. Quando il capo è diventato Alì Babà, Kassim ha comunque mantenuto il controllo del gruppo.

Kassim (カシム Kashimu?)
Ha 18 anni ed è alto circa 170 cm. Fa la sua prima comparsa nel capitolo 35. Il suo nome si basa su quello del fratello di Alì Babà della storia Alì Babà e i quaranta ladroni.
È il vero capo del Gruppo della Nebbia, un gruppo di ladri che si oppone alla monarchia di Balbad. Il suo strumento metallico dell'oscurità, “Kokubaku Mutou” (Spada della nebbia nera vicolante), è un'arma che usa la magia e crea una nebbia con una potente forza gravitazione, che blocca a terra i propri nemici.
Ha passato l’infanzia insieme ad Alì Babà nei quartieri malfamati, e lui e sua sorella Mariam sono stati adottati dalla madre di Alì Babà dopo essere stati abbandonati dal loro padre.
Zaynab (ザイナブ Zainabu?)
Fa la sua prima comparsa nel capitolo 35.
È l’ufficiale donna del gruppo della nebbia. Utilizza la “Spada della nebbia illusoria scarlatta”, una spada che crea una nebbia rossa che causa allucinazioni. Anche se da molti anni esce con Hassan, i due litigano spesso e si lasciano e rimettono insieme di continuo.
Hassan (ハッサン Hassan?)
Fa la sua prima comparsa nel capitolo 35.
È un ufficiale del gruppo della nebbia. Indossa una benda sul suo occhio sinistro, Usa la "spada della nebbia gialla corrosiva", una spade che crea una nebbia corrosive. Anche se da molti anni esce con Hassan, i due litigano spesso e si lasciano e rimettono insieme di continuo.

Al Sarmen[modifica | modifica sorgente]

Al Sarmen (アル・サーメン Aru Saamen?) è un'organizzazione segreta che alza il numero delle “Anomalie del mondo”. Cercano di infiltrarsi all’interno dei paesi in vari modi, come tesorieri, consiglieri politici o donne di corte; e manipolano la storia dall’ombra. Il loro scopo sembra essere quello di portare un’epoca di oscurità. In questo modo, ognuno sarà privato dalla guida dei Rukh e non esisterà più il destino.

Markkio (マルッキオ Marukkio?)
È un membro di Al Sarmen. Lavora come consulente finanziario a Balbad, con il nome ‘Banchiere’.
Fornitore di Armi (武器商人 Fukishounin?)
È la persona che fornisce armi alla compagnia della nebbia.

Altri[modifica | modifica sorgente]

Lyra (ライラ Raira?)
Membro di una carovana di mercanti. Prima di entrare nella carovana, faceva parte di un gruppo di predoni del deserto e sopravviveva facendo furtarelli. Dopo aver conosciuto Saasa, decide però di cambiare e condurre una vita priva di menzogne.
Saasa (サアサ Saasa?)
Figlia del capo della carovana di commercianti. È la migliore amica di Lyra.
Budel (ブーデル Buuderu?)
Un facoltoso e grassoccio commerciante di vino. Considera la propria merce più importante della vita umana, ed è particolarmente arrogante verso i più deboli. Tuttavia, è estremamente servizievole nei confronti dei superiori. Dal momento che è molto grasso, Aladino lo ha soprannominato ‘il signore con le tette’.
Fatima (ファティマー Fatimaa?)
Mercante di schiavi. In passato, era anche lui uno schiavo, ma ha ucciso il suo padrone ed è diventato in seguito un mercante di schiavi per nascondere la propria identità.

Ambientazione[modifica | modifica sorgente]

La storia è ambientata in una versione alternativa dell'antico Vecchio Mondo, con numerose regioni e nazioni simili alle controparti reali di quel periodo. In questo mondo tutti gli esseri viventi hanno origine dal Rukh (ルフ?) e quando muoiono la loro essenza ritorna all'enorme flusso (noto come "guida") del Rukh, che dà vita a tutti gli esseri successivi in un ciclo eterno di rinascita chiamato "fato". Tuttavia quando una persona viene sopraffatta da tristezza, rabbia e disperazione, il suo Rukh diventa corrotto, instabile e di colore scuro, allontanandosi dalla guida principale in un processo noto come "caduta nella depravazione" (堕転 daten?).

Vi sono anche diversi castelli incantati, colmi di tesori e trappole, chiamati "dungeon", dimore di potenti esseri magici noti come djinn (ジン?). I conquistatori di dungeon (迷宮攻略者 danjon kōryakusha?) sono coloro i quali sono riusciti a superare le prove di un dungeon e a ottenere la fedeltà di un djinn, acquisendo la capacità sia di usare i suoi poteri infusi in un oggetto personale metallico chiamato "artefatto geniesco" che di creare "artefatti del seguace" per i propri compagni.

Alcune persone possono usare il Rukh presente nel loro corpo per creare energia nota come Magoi (マゴイ?), capace di potenziare le loro armi ed abilità magiche. Questo tipo di energia però deve essere usata con cautela poiché, nonostante il Magoi di un individuo possa essere ripristinato mangiando o dormendo, una volta esaurito provoca la morte. Fra coloro che possono eseguire magie col proprio Magoi vi è una categoria particolare di maghi noti come Magi (マギ?), i quali possono usare anche il Magoi del Rukh che li circonda, capacità che li rende estremamente potenti. Solitamente i Magi scelgono dei conquistatori di dungeon per offrirgli guida e protezione, facendoli diventare i loro candidati al titolo di re (王の器 ō no utsuwa?), e infatti numerose sono state le nazioni nel corso della storia ad essere state fondate o a progredire grazie a tali individui.

Terminologia[modifica | modifica sorgente]

Djinn
Per utilizzare termini più vicini ai nostri, si potrebbe definirli ‘geni’. Sono i signori dei dungeon e riposano al loro interno, fino a quando un conquistatore di dungeon non raggiunge il luogo in cui si trovano.
Rukh
Apparizioni simili ad uccelli che provengono dal luogo in cui hanno origine le anime. Quando le persone muoiono, il loro corpo fa ritorno alla terra, mentre la loro anima torna ad essere una cosa unica col Rukh. Il Rukh produce Magoi ed è anche la causa dei fenomeni naturali.
Magoi
È l’energia creata dal Rukh. È il potere magico che viene utilizzato per gli incantesimi, le armi magiche e per evocare i djinn.
Magi
Persone che possono utilizzare la magia ed il cui compito è di scegliere un candidato al titolo di re e guidarlo. I Magi sono amati dal Rukh. Le persone normali infatti possono usare solo l’energia del Rukh all’interno del loro corpo, mentre i Magi possono utilizzare sia il loro Rukh sia quello che li circonda. Per questo motivo, possono utilizzare una quantità straordinaria di Magoi senza mai esaurirla. Al contrario delle persone normali, i Magi consumano la propria stamina quando utilizzano la magia. Sono anche chiamati “stregoni della creazione” e in ogni epoca ve ne esistono soltanto tre. Alla morte di uno ne nasce un altro. Nel periodo trattato dalla narrazione i Magi presenti sono Judal, Yunan e Sherazad. Essendosi aggiunto Aladino come quarto Magi, la sua esistenza è qualcosa di particolare.
Conquistatori di dungeon
Persone che conquistano un dungeon. Riuscendo nell'impresa, non solo acquistano grandi ricchezze, ma diventano anche padroni di un djinn.
Candidati al titolo di re
Conquistatori di dungeon che sono stati scelti e guidati da un Magi. Sono gli unici individui a poter diventare re ed unificare tutti i territori sotto il proprio impero.
Artefatti genieschi
Sono gli oggetti metallici in cui vengono custoditi i djinn. Una volta che un conquistatore raggiunge il luogo in cui si trova il djinn all’interno di un dungeon, esso si trasferisce in un oggetto metallico appartenente all'individuo, su cui appare un simbolo. Per utilizzare correttamente l'oggetto è necessario comprimere il suo potere nel proprio corpo in modo tale da materializzarsi come un vero djinn. Tuttavia questo tipo di tecnica consuma Magoi e, una volta esaurito, bisogna aspettare che si ricarichi.
Equipaggiamento djinn
È una tecnica che permette all’utilizzatore di ottenere la potenza originaria del suo djinn. Al contrario dei Magi che possono evocare addirittura il corpo del djinn, le persone normali non possiedono così tanto Magoi. Per questo motivo, avvolgendo se stessi con il djinn ed assimilando i suoi poteri, si può ottenere la stessa potenza di un djinn materializzato. Dopo aver eseguito correttamente l’equipaggiamento djinn, il proprio aspetto muta per andare a rassomigliare quello del djinn.
Equipaggiamento djinn dell’arma
Questa tecnica prevede l'utilizzo dell’equipaggiamento djinn solo sulla parte più vicina a dove si trova il djinn, cioè il proprio oggetto metallico. È più semplice da eseguire rispetto all’equipaggiamento completo.
Artefatti del seguace
Le persone vicine all’utilizzatore dell’oggetto metallico del djinn, diventano la sua famiglia. Tali individui possono ottenere l’appoggio del conquistatore di dungeon e ricevere il potere del suo djinn. In questo caso il djinn trasferisce parte del suo potere in uno oggetto metallico del servitore, il quale riceve così un grande potenziamento (senza poter eseguire però un equipaggiamento djinn). Quando finisce il Magoi del conquistatore, lo stesso accade ai suoi seguaci.

Media[modifica | modifica sorgente]

Manga[modifica | modifica sorgente]

Magi è una serie manga, scritta e disegnata da Shinobu Ohtaka, che ha iniziato la serializzazione sulla rivista Weekly Shōnen Sunday della Shogakukan il 3 giugno 2009.[4] Il primo volume tankōbon della serie è stato pubblicato il 18 dicembre 2009[5] e fino a gennaio 2014 ne sono stati pubblicati in tutto 20. Sia i capitoli del manga che gli episodi dell'anime sono classificati come "Notti", allusione ai viaggi de Le mille e una notte che hanno fatto da modello per le basi della storia.

Una storia secondaria di 70 pagine, intitolata Adventure of Sinbad (シンドバッドの冒険 Shindobaddo no bōken?), è stata pubblicata come materiale aggiuntivo insieme al primo volume della serie anime. In seguito è diventata una serie regolare, serializzata da aprile 2013 su Weekly Shōnen Sunday e poi trasferita sul sito web di fumetti Ura Sunday della Shogakukan. La storia, scritta da Shinobu Ohtaka ma disegnata da Yoshifumi Ohtera, tratta le origini del protagonista Sinbad, dalla sua infanzia nell'impero di Parthevia fino alla sua ascesa come re di Sindria.

Volumi[modifica | modifica sorgente]

Magi: The labyrinth of magic
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 Magi: The labyrinth of magic 1
「マギ The labyrinth of magic 1」
18 dicembre 2009[5]
ISBN 978-4-0912-2063-9
15 settembre 2011[6]
2 Magi: The labyrinth of magic 2
「マギ The labyrinth of magic 2」
18 dicembre 2009[7]
ISBN 978-4-0912-2064-6
17 novembre 2011[8]
3 Magi: The labyrinth of magic 3
「マギ The labyrinth of magic 3」
18 marzo 2010[9]
ISBN 978-4-0912-2196-4
18 gennaio 2012[10]
4 Magi: The labyrinth of magic 4
「マギ The labyrinth of magic 4」
18 giugno 2010[11]
ISBN 978-4-0912-2336-4
18 aprile 2012[12]
5 Magi: The labyrinth of magic 5
「マギ The labyrinth of magic 5」
18 agosto 2010[13]
ISBN 978-4-0912-2527-6
14 giugno 2012[14]
6 Magi: The labyrinth of magic 6
「マギ The labyrinth of magic 6」
18 ottobre 2010[15]
ISBN 978-4-0912-2629-7
16 agosto 2012[16]
7 Magi: The labyrinth of magic 7
「マギ The labyrinth of magic 7」
18 gennaio 2011[17]
ISBN 978-4-0912-2770-6
17 ottobre 2012[18]
8 Magi: The labyrinth of magic 8
「マギ The labyrinth of magic 8」
18 aprile 2011[19]
ISBN 978-4-0912-2853-6
13 dicembre 2012[20]
9 Magi: The labyrinth of magic 9
「マギ The labyrinth of magic 9」
15 luglio 2011[21]
ISBN 978-4-0912-3198-7
14 febbraio 2013[22]
10 Magi: The labyrinth of magic 10
「マギ The labyrinth of magic 10」
10 ottobre 2011[23]
ISBN 978-4-0912-3335-6
17 aprile 2013[24]
11 Magi: The labyrinth of magic 11
「マギ The labyrinth of magic 11」
18 gennaio 2012[25]
ISBN 978-4-0912-3535-0
13 giugno 2013[26]
12 Magi: The labyrinth of magic 12
「マギ The labyrinth of magic 12」
18 aprile 2012[27]
ISBN 978-4-0912-3648-7
14 agosto 2013[28]
13 Magi: The labyrinth of magic 13
「マギ The labyrinth of magic 13」
18 luglio 2012[29]
ISBN 978-4-0912-3774-3
17 ottobre 2013[30]
14 Magi: The labyrinth of magic 14
「マギ The labyrinth of magic 14」
18 settembre 2012[31]
ISBN 978-4-0912-3850-4
19 dicembre 2013[32]
15 Magi: The labyrinth of magic 15
「マギ The labyrinth of magic 15」
16 novembre 2012[33]
ISBN 978-4-0912-4009-5
19 febbraio 2014[34]
16 Magi: The labyrinth of magic 16
「マギ The labyrinth of magic 16」
18 febbraio 2013[35]
ISBN 978-4-0912-4181-8
17 aprile 2014[36]
17 Magi: The labyrinth of magic 17
「マギ The labyrinth of magic 17」
17 maggio 2013[37]
ISBN 978-4-0912-4301-0
-
18 Magi: The labyrinth of magic 18
「マギ The labyrinth of magic 18」
18 settembre 2013[38]
ISBN 978-4-0912-4383-6
-
19 Magi: The labyrinth of magic 19
「マギ The labyrinth of magic 19」
18 ottobre 2013[39]
ISBN 978-4-0912-4453-6
-
20 Magi: The labyrinth of magic 20
「マギ The labyrinth of magic 20」
17 gennaio 2014[40]
ISBN 978-4-0912-4552-6
-
21 Magi: The labyrinth of magic 21
「マギ The labyrinth of magic 21」
18 aprile 2014[41]
ISBN 978-4-0912-4621-9
-
Magi: Adventure of Sinbad
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone
1 Magi: Adventure of Sinbad 1
「マギ シンドバッドの冒険 1」
18 settembre 2013[42]
ISBN 978-4-0912-4390-4
2 Magi: Adventure of Sinbad 2
「マギ シンドバッドの冒険 2」
17 gennaio 2014[43]
ISBN 978-4-0912-4596-0

Anime[modifica | modifica sorgente]

Durante il Jisedai World Hobby Fair '12 Summer della Shogakukan è stato annunciato un adattamento televisivo anime sul sito ufficiale dell'evento.[1] La serie, prodotta dalla A-1 Pictures,[44] ha iniziato la trasmissione in Giappone il 7 ottobre 2012, sostituendo Mobile Suit Gundam AGE nella fascia oraria delle 5:00 pm di MBS/TBS.[45] Le sigle d'apertura e chiusura dei primi dodici episodi sono "V.I.P" dei Sid e "Yubi Bōenkyō" di Nogizaka46. Dall'episodio tredici in poi invece sono state sostituite da "Matataku hoshi no shita de" dei Porno Graffitti e "The Bravery" dei Supercell.

Subito dopo la fine della prima serie è stata annunciata una seconda stagione intitolata Magi: The kingdom of magic. La trasmissione è iniziata il 6 ottobre 2013 nella stessa fascia oraria della stagione precedente, sostituendo Uchuu Senkan Yamato 2199.[2][46] Le sigle dei primi tredici episodi sono "Anniversary" dei Sid ed "Eden" degli Aqua Timez, mentre quelle dall'episodio quattordici in poi sono "Hikari" dei Vivid e "With you/with me" dei 9nine.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Magi: The labyrinth of magic
Notte Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
Dungeon arc (3 episodi)
1 Aladino e Alì Babà
「アラジンとアリババ」 - Arajin to Aribaba
7 ottobre 2012
2 Nel cuore del dungeon
「迷宮組曲」 - Danjon kumikyoku
14 ottobre 2012
3 I maghi che hanno creato il mondo
「創世の魔法使い」 - Sōsei no mahōtsukai
21 ottobre 2012
Koga arc (2 episodi)
4 Le genti delle pianure
「草原の民」 - Sōgen no tami
28 ottobre 2012
5 La conquistatrice del dungeon
「迷宮攻略者」 - Danjon kōryakusha
4 novembre 2012
Morgiana arc (1 episodio)
6 Fanalis, la tribù guerriera
「戦闘民族ファナリス」 - Sentō minzoku Fanarisu
11 novembre 2012
Balbad arc (11 episodi)
7 Il suo nome è Sinbad
「その名はシンドバッド」 - Sono na wa Shindobaddo
18 novembre 2012
8 Una promessa infranta
「守れない約束」 - Mamorenai yakusoku
25 novembre 2012
9 I doveri di un principe
「王子の責任」 - Ōji no Sekinin
2 dicembre 2012
10 Il suo nome è Judal
「その名はジュダル」 - Sono na wa Judaru
9 dicembre 2012
11 Una nuova visitatrice
「新たなる来訪者」 - Arata naru raihōsha
16 dicembre 2012
12 Determinazione e separazione
「決意と決別」 - Ketsui to ketsubetsu
23 dicembre 2012
13 Il principe della ribellione
「反逆の王子」 - Hangyaku no ōji
6 gennaio 2013
14 La risposta di Alì Babà
「アリババの答え」 - Aribaba no kotae
13 gennaio 2013
15 La risposta di Kassim
「カシムの答え」 - Kashimu no kotae
20 gennaio 2013
16 La saggezza di Salomone
「ソロモンの知恵」 - Soromon no chie
27 gennaio 2013
17 Sorriso
「笑顔」 - Egao
3 febbraio 2013
Sindria arc (2 episodi)
18 Il reame di Sindria
「シンドリア王国」 - Shindoria ōkoku
10 febbraio 2013
19 Il nome del sospettato è Sinbad
「ホシの名はシンドバッド」 - Hoshi no na wa Shindobaddo
17 febbraio 2013
Zagan arc (6 episodi)
20 I due principi
「王子と皇子」 - Ōji to ōji
24 febbraio 2013
21 Il dungeon di Zagan
「迷宮ザガン」 - Meikyū Zagan
3 marzo 2013
22 Il famiglio delle fiamme
「炎の眷属」 - Honō no kenzoku
10 marzo 2013
23 Grido di battaglia
「鬨の声」 - Toki no koe
17 marzo 2013
24 Corruzione
「堕転」 - Daten
24 marzo 2013
25 Alì Babà e Aladino
「アリババとアラジン」 - Aribaba to Arajin
31 marzo 2013
Magi: The kingdom of magic
Notte Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
Sindria arc #2 (2 episodi)
1 Premonizione di un viaggio
「旅立ちの予感」 - Tabidachi no yokan
6 ottobre 2013
2 Partenza
「旅立ち」 - Tabidachi
13 ottobre 2013
Pirates arc (4 episodi)
3 Vele spiegate
「出航」 - Shukkō
20 ottobre 2013
4 Pirati
「海賊」 - Kaizoku
27 ottobre 2013
5 Madre
「母」 - Haha
3 novembre 2013
6 Una persona gentile
「優しい人」 - Yasashii hito
10 novembre 2013
World exploration arc (6 episodi)
7 Ecco Kouha Ren
「練紅覇登場」 - Ren Kōha tōjō
17 novembre 2013
8 I giorni dell'addestramento
「特訓の日々」 - Tokkun no hibi
24 novembre 2013
9 L'impero di Reim
「レーム帝国」 - Rēmu teikoku
1º dicembre 2013
10 La grande sacerdotessa
「最高司祭」 - Saikō shisai
8 dicembre 2013
11 La grande fenditura
「大峡谷」 - Dai kyōkoku
15 dicembre 2013
12 Un nuovo imperatore
「新たなる皇帝」 - Aratanaru kōtei
22 dicembre 2013
Magnostadt arc (13 episodi)
13 Titus Alexius
「ティトス・アレキウス」 - Titosu Arekiusu
5 gennaio 2014
14 I cittadini nascosti
「隠された民」 - Kakusare ta min
12 gennaio 2014
15 La nazione dei maghi
「魔導士の国」 - Madōshi no kuni
19 gennaio 2014
16 Il tempo che resta da vivere
「残された命」 - Nokosareta inochi
26 gennaio 2014
17 Dichiarazione di guerra
「宣戦布告」 - Sensen fukoku
26 gennaio 2014
18 L'attacco di Reim
「レームの脅威」 - Rēmu no kyōi
2 febbraio 2014
19 Un vero Magi
「本物のマギ」 - Honmono no Magi
9 febbraio 2014
20 Riunione
「再会」 - Saikai
23 febbraio 2014
21 I candidati re
「王の器」 - Ō no utsuwa
2 marzo 2014
22 Ciò che vuoi proteggere
「守りたいもの」 - Mamoritai mono
9 marzo 2014
23 I guerrieri genieschi
「魔装戦士たち」 - Masō senshi-tachi
16 marzo 2014
24 Tempo di distruzione
「滅亡の時」 - Metsubō no toki
23 marzo 2014
25 Bentornato a casa
「おかえりなさい」 - Okaerinasai
30 marzo 2014

Musica[modifica | modifica sorgente]

Il comparto musicale della serie è stato composto da Shiro Sagisu. La colonna sonora dell'anime è stata pubblicata dalla Aniplex in due CD rispettivamente il 27 marzo 2013[47] e il 22 gennaio 2014.[48] Il primo, intitolato MAGI SOUNDTRACK 〜Up to the volume on Balbad〜, raccoglie tutte le musiche di sottofondo della prima stagione, Magi: The labyrinth of magic, mentre il secondo, dal titolo MAGI SOUNDTRACK ~To the kingdom of magic~, contiene i brani di Magi: The kingdom of magic.

MAGI SOUNDTRACK 〜Up to the volume on Balbad〜
  1. Enfin apparu!! – 3:22
  2. Danse bizarre 01 – 2:32
  3. Danse bizarre 02 – 1:01
  4. La voix sombre 01 – 3:08
  5. Magie et sorcellerie – 3:15
  6. Faut-il sauver? – 3:29
  7. Sifflet sauvage – 2:10
  8. Pas de douleur – 3:45
  9. La voix sombre 02 – 2:30
  10. MYM 'Devin' – 0:50
  11. Notre puissance – 3:39
  12. Danse bizarre 03 – 1:28
  13. Valse 'Hot' – 3:47
  14. MYM 'Urgence' – 0:44
  15. MYM 'Paix d'esprit' – 1:22
  16. Sentiment actuel 01 – 1:58
  17. Sentiment actuel 02 – 2:22
  18. Le Grand Cri – 3:16
  19. Cordialement – 4:28
  20. MYM 'Bonheur' – 0:51
  21. L'imminence – 3:14
  22. Danse bizarre 04 – 1:47
  23. Sentiment actuel 03 – 1:57
  24. MYM 'Insurrection' – 0:42
  25. MYM 'Exaggeration' – 1:50
  26. Un vrai orage – 3:28
  27. Notre empire – 3:32
Durata totale: 66:27
MAGI SOUNDTRACK ~To the kingdom of magic~
  1. A Storm is Coming to Us All – 3:54
  2. L'Arabesque_Fantaisie – 3:22
  3. Make Your Move_playback – 5:11
  4. L'Arabesque_Folie – 3:25
  5. L'Arabesque_Complot – 2:28
  6. Scat Bizarre_La Terre – 3:45
  7. Scat Bizarre_Les Vents_01 – 1:47
  8. Interlude des Vents – 0:43
  9. Scat Bizarre_Les Vents_02 – 2:07
  10. Et ça présage quoi? – 1:13
  11. MYM_Warm Opera – 0:44
  12. L'Arabesque_Danse Toujours – 3:15
  13. Daily Opera_01 – 2:24
  14. Teachers Ship – 2:01
  15. Daily Opera_02 – 2:49
  16. Scat Bizarre_Longtemps – 1:43
  17. Dragon's Battle – 3:47
  18. Eye of the Dragon – 3:25
  19. L'Arabesque_Sindria – 3:42
  20. Warriors Ship – 3:42
  21. MYM_Youthful Spirit – 0:47
  22. Exclamation de Triomphe – 2:41
  23. Notre Empire_Dévastation – 1:38
  24. Cast to Damnation – 3:28
  25. A Battle so Gallant_short version – 1:42
  26. Wasteland_short version – 1:44
Durata totale: 67:27

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Magi: The labyrinth of magic si è dimostrato parecchio popolare sin dal debutto. Nella recensione del primo volume, L.B. Bryant ha affermato che è un buon titolo shōnen e ne ha consigliato l'acquisto.[49] L'opera ha anche vinto il 59esimo premio Shogakukan per i manga come miglior manga shōnen.[50]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Shinobu Ohtaka's Magi Fantasy Adventure Manga Gets TV Anime, Anime News Network, 18 giugno 2012. URL consultato il 6 ottobre 2012.
  2. ^ a b (EN) Magi Anime Gets Sequel This Fall, Anime News Network, 31 marzo 2013. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  3. ^ Star Comics: a settembre arriva Magi, primo numero a 1,90, AnimeClick.it, 29 luglio 2011. URL consultato il 5 ottobre 2012.
  4. ^ (EN) Sumomomo's Ohtaka Launches Magi in Shōnen Sunday Mag, Anime News Network, 27 maggio 2009. URL consultato il 3 febbraio 2012.
  5. ^ a b (JA) マギ 1, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  6. ^ Magi 1, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  7. ^ (JA) マギ 2, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  8. ^ Magi 2, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  9. ^ (JA) マギ 3, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  10. ^ Magi 3, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  11. ^ (JA) マギ 4, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  12. ^ Magi 4, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  13. ^ (JA) マギ 5, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  14. ^ Magi 5, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  15. ^ (JA) マギ 6, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  16. ^ Magi 6, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  17. ^ (JA) マギ 7, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  18. ^ Magi 7, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  19. ^ (JA) マギ 8, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  20. ^ Magi 8, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  21. ^ (JA) マギ 9, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  22. ^ Magi 9, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  23. ^ (JA) マギ 10, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  24. ^ Magi 10, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  25. ^ (JA) マギ 11, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  26. ^ Magi 11, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  27. ^ (JA) マギ 12, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  28. ^ Magi 12, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  29. ^ (JA) マギ 13, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  30. ^ Magi 13, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  31. ^ (JA) マギ 14, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  32. ^ Magi 14, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  33. ^ (JA) マギ 15, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  34. ^ Magi 15, Star Comics. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  35. ^ (JA) マギ 16, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  36. ^ Magi 16, Star Comics. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  37. ^ (JA) マギ 17, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  38. ^ (JA) マギ 18, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  39. ^ (JA) マギ 19, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  40. ^ (JA) マギ 20, Shogakukan. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  41. ^ (JA) マギ 21, Shogakukan. URL consultato il 18 marzo 2014.
  42. ^ (JA) マギ シンドバッドの冒険 1, Shogakukan. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  43. ^ (JA) マギ シンドバッドの冒険 2, Shogakukan. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  44. ^ (JA) Staff e cast dell'anime, A-1 Pictures. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  45. ^ (EN) Magi - The Labyrinth of Magic Anime's 1st Preview Streamed, Anime News Network, 24 giugno 2012. URL consultato il 5 settembre 2012.
  46. ^ (EN) Magi Sequel to Premiere in October on Sundays at 5 P.M., Anime News Network, 8 luglio 2013. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  47. ^ (JA) マギ|Aniplex|アニプレックス オフィシャルサイト, Aniplex. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  48. ^ (JA) Blu-ray/DVD/CD|マギ 公式サイト, Aniplex. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  49. ^ (EN) L.B. Bryant, Review: 'Magi' Vol. 1 TP (Manga), ICv2, 27 agosto 2013. URL consultato il 16 gennaio 2014.
    «Magi is another interesting title from Shonen Sunday that has managed to catch my attention because not only is it a shonen title but it's a GOOD shonen title.».
  50. ^ (EN) Magi, Kano-Uso, Zekkyō Gakkyū Win Shogakukan Manga Awards, Anime News Network, 21 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga