Magda Genuin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Magda Genuin
MagdaGenuin.jpg
Magda Genuin a Trondheim nel 2009
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 62 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Esercito Esercito
Palmarès
Campionati italiani 3 7 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al ottobre 2011

Magda Genuin (Agordo, 17 giugno 1979) è una fondista italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Originaria di Falcade[1], in Coppa del Mondo ha esordito il 17 marzo 2000 nella 5 km a tecnica classica di Bormio (56ª), ha ottenuto il primo podio il 24 novembre 2002 nella staffetta di Kiruna (3ª) e la prima vittoria il 18 gennaio 2009 nella sprint a squadre a tecnica libera di Whistler.

In carriera ha preso parte a tre edizioni dei Giochi olimpici invernali, Salt Lake City 2002 (22ª nella sprint), Torino 2006 (48ª nella 10 km, 19ª nella sprint) e Vancouver 2010 (5ª nella sprint, 4ª nella sprint a squadre), e a quattro dei Campionati mondiali.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 21ª nel 2009
  • 12 podi (5 individuali, 7 a squadre):
    • 4 vittorie (a squadre)
    • 3 secondi posti (2 individuali, 1 a squadre)
    • 5 terzi posti (3 individuali, 2 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
18 gennaio 2009 Whistler Canada Canada Sprint a squadre TL
(con Arianna Follis)
6 dicembre 2009 Düsseldorf Germania Germania Sprint a squadre TL
(con Arianna Follis)
5 dicembre 2010 Düsseldorf Germania Germania Sprint a squadre TL
(con Arianna Follis)
6 febbraio 2011 Rybinsk Russia Russia 4x5 km
(con Marianna Longa, Silvia Rupil e Arianna Follis)

Legenda:
TC = tecnica classica
TL = tecnica libera

Coppa del Mondo - competizioni intermedie[modifica | modifica sorgente]
  • 1 podio di tappa:
    • 1 terzo posto

Campionati italiani[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Scheda FISI. URL consultato il 17 ottobre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]