Maffei 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maffei 1
Galassia ellittica
Maf1atlas.jpg
Scoperta
Scopritore Paolo Maffei
Anno 1968
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Cassiopea
Ascensione retta 02h 36m 35,3s [1]
Declinazione +59° 39′ 17″[1]
Distanza 9,88 ± 0,78 milioni[2] a.l.
(3,03 ± 0,24 milioni[3] pc)
Magnitudine apparente (V) 17 [1]
Dimensione apparente (V) 3,36 × 1,68 minuti d'arco[3]
Redshift 0,000221 ± 0,000017[3]
Velocità radiale 66 ± 5[3] km/s
Caratteristiche fisiche
Tipo Galassia ellittica
Classe SO- pec[3]
Magnitudine assoluta (V) 3,872[3]
Altre designazioni
IRAS 02329+5926, 2MASX J02363546+5939165, Anon 0232+59, IRCO 3729, SH2-191, SPB 32, LEDA 9892, UGCA 34, GSC 03699-02055, Weinberger 19[1]
Categoria di galassie ellittiche

Maffei 1 è una galassia ellittica nella costellazione di Cassiopea. Fa parte del gruppo di galassie di Maffei 1 ed è la galassia ellittica gigante più vicina alla Via Lattea (circa 10 milioni di anni luce).

È stata scoperta, congiuntamente a Maffei 2, nel 1968 da Paolo Maffei[4], da cui prende il nome, tramite la sua emissione nell'infrarosso, in quanto si trova nella zona d'ombra galattica ed è in gran parte oscurata da stelle e polveri della Via Lattea.

Inizialmente classificato come oggetto a emissione infrarossa, la sua natura galattica è stata riconosciuta nel 1971[5] valutandola come un potenziale membro del Gruppo Locale. Dopo circa un ventennio di studi ne è stata esclusa l'appartenenza[6] arrivando a definire il nuovo gruppo che da essa prende nome.

Maffei 1 ha due galassie satelliti, MB 1 e MB 2, individuate nel 1995.[7]

In considerazione della magnitudine assoluta si può prevedere che, tra qualche milione di anni, quando per effetto del moto di rivoluzione del sistema solare attorno alla Via Lattea il piano della galassia non si frapporrà più sulla linea di visuale di Maffei 1, questa sarà uno degli oggetti più visibili del cielo notturno.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d SIMBAD Query Result: Maffei 1, Centre de Données astronomiques de Strasbourg. URL consultato il 29-12-2009.
  2. ^ Calcolato dalla distanza in parsec, ponendo 1 psc = 3,26147086 AL
  3. ^ a b c d e f NED Query Result: Maffei 1, NASA/IPAC Extragalactic Database. URL consultato il 29-12-2009.
  4. ^ Paolo Maffei, Infrared Object in the Region of IC 1895 in Publications of the Astronomical Society of the Pacific, vol. 80, n. 476, 1968, pp. 618-621. DOI:10.1086/128698.
  5. ^ Hyron Spinrad, et al., Maffei 1: a New Massive Member of the Local Group? in Astrophysical Journal, vol. 163, 1971, pp. L25. DOI:10.1086/180660.
  6. ^ Marni Krismer, et al., IC 342/Maffei Group of Galaxies and Distances for Two of its Members in Astrophysical Journal, vol. 110, 1995, p. 1584. DOI:10.1086/117632.
  7. ^ M. L. McCall, et al., Nearby Galaxies MB 1 and MB 2 in Circolare IAU, n. 6159, 1995.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paolo Maffei, Le galassie Maffei, in Paolo Maffei, Al di là della Luna. 1a ed. Oscar saggi. Milano, Arnoldo Mondadori, 1990, pp. 320-329. ISBN 88-04-33366-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica