Maestro generale dell'Ordine dei predicatori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il maestro generale dell'Ordine dei predicatori è la maggiore autorità dell'Ordine religioso fondato da san Domenico di Guzmán. Viene eletto democraticamente nell'ambito dei capitoli generali che ogni nove anni si tengono in sessione deliberativa ed elettiva.

Il consesso che provvede alla sua scelta è formato dagli ex generali dell'ordine (se sono in vita ed in grado di partecipare), da tutti i priori e definitori provinciali (o da un loro vicario, se essi non possono essere presenti o la carica è vacante) e da altri delegati provenienti da ogni provincia.

Attualmente il maestro dura in carica nove anni e non è rieleggibile; in qualità di superiore religioso gli è dovuto voto di obbedienza ed il suo mandato, che comincia immediatamente dopo l'elezione, gli conferisce una vasta autorità effettiva - a differenza che in altri ordini - anche se in merito alla maggior parte delle materie, e soprattutto a quelle più importanti, governa e decide con l'ausilio della curia generalizia, che presiede così come convoca e presiede i capitoli generali in sola funzione deliberativa, che si tengono ogni tre anni.

Il primo maestro generale fu proprio il fondatore dell'ordine, che però ricevette formalmente questo titolo solo nel 1221, durante il capitolo celebratosi in Bologna poco prima della sua scomparsa; il primo maestro a rappresentare ufficialmente una provincia fu San Raimondo di Peñafort.

Fra i maestri dell'ordine si possono annoverare due santi, sette beati ed un papa, oltre a numerosi venerabili, servi di Dio, cardinali e vescovi. L'attuale maestro generale è il francese fra' Bruno Cadoré, eletto durante il Capitolo Generale convocato a Roma nel 2010.

Maestri Generali dell'Ordine[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo