Maestro di San Francesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crocifisso, Perugia, Galleria Nazionale
San Francesco predica agli uccelli, Assisi, Basilica inferiore, affresco

Maestro di San Francesco (XIII secolo – ...) è stato un pittore italiano, di scuola umbra, ma di formazione giuntesca, attivo ad Assisi negli affreschi della Basilica inferiore.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Con la denominazione di Maestro di San Francesco si individua un artista attivo in Umbria tra il 1260 e il 1280, autore di alcuni dipinti caratterizzati da modi vivacemente espressivi e talvolta venati di accentuato patetismo. Il nome gli deriva da una tavola con un San Francesco e due angeli oggi conservata nel Museo della basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi[1].

Fu il primo pittore ingaggiato nella basilica di San Francesco, dove realizzò intorno al 1255-1260 nella navata della Basilica inferiore due cicli di affreschi con Storie della vita di san Francesco e Storie della Passione di Cristo, purtroppo ampiamente danneggiate dall'apertura delle cappelle laterali[2].

Per la Basilica superiore disegnò i cartoni delle vetrate (1270 circa)[3].

Stilisticamente mostra la derivazione dai modi di Giunta Pisano, probabile suo maestro, dal quale riprese la finezza compositiva, esasperata però da accentuazione espressive che sono state definite addirittura "teatrali". Riferimenti classici vennero filtrati dall'arte bizantina, in particolare dalla sua evoluzione più moderna per l'epoca, il neoellenismo. Fu tra i maestri che influenzarono lo stile di Cimabue.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thode, 1885;
  2. ^ Gli affreschi erano precedentemente attribuiti a Giunta Pisano.
  3. ^ Toesca, 1927.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Henri Thode: Franz von Assisi und die Anfänge der Kunst der Renaissance in Italien, Berlin 1885, pp.218-219 e 286 e segg. (trad. italiana: Francesco d'Assisi e le origini dell'arte del Rinascimento in Italia;
  • R. van Marle, Il Maestro di San Francesco, in "Rassegna d'arte", 1919, pp.9-21;
  • J. Schultze: Zur Kunst des "Franziskusmeisters", in "Wallraf-Richartz-Jahrbuch", 25 (1963), pp. 109-150;
  • S. Esser, Die Ausmalung der Unterkirche von San Francesco in Assisi durch den Franziskusmeister, Rheinische Friedrich-Wilhelms-Universität, Dissertation, 1981
  • Serena Romano, Le storie parallele di Assisi: il Maestro di San Francesco, in "Storia dell'arte", 44 (1982), pp.63-82;
  • J. Poeschke: Der "Franziskusmeister" und die Anfänge der Ausmalung von S. Francesco in Assisi. In: "Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz", 27 (1983), pp. 125-170;
  • Elvio Lunghi: Una "copia" antica dagli affreschi del maestro di San Francesco. In: "Paragone", 40 (1989), pp. 12-29;
  • Elvio Lunghi, Il Crocefisso di Giunta Pisano e l'icona del Maestro di San Francesco alla Porziuncola, Assisi 1995. ISBN 8827003002
  • Enio Sindona, Cimabue e il momento figurativo pregiottesco, Rizzoli Editore, Milano, 1975. ISBN non esistente

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]