Maestà imperiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Maestà Imperiale)
Sua maestà imperiale Akihito, imperatore del Giappone.

L'appellativo di sua maestà imperiale (abbreviazione: S.M.I.) è il trattamento utilizzato da imperatori e imperatrici. Questo trattamento era usato per distinguere la figura dell'imperatore da quella del re, che veniva invece chiamato con l'appellativo "sua maestà".

Attualmente gli unici ad utilizzare il trattamento di maestà imperiale sono l'imperatore del Giappone Akihito e sua moglie l'imperatrice Michiko. Il trattamento è però ancora utilizzato anche dall'ex imperatrice dell'Iran Farah Pahlavi.

Etichetta imperiale giapponese[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale imperatore del Giappone Akihito, come ogni sovrano della sua dinastia, non viene mai chiamato per nome, ma viene sempre chiamato "sua maestà imperiale l'imperatore" (tennō heika) o semplicemente "sua maestà imperiale" (heika).

Negli scritti, invece, viene utilizzato l'espressione "l'imperatore regnante" (kinjō tennō).

Il suo regno porta il nome di heisei ("raggiungimento della pace"). Come di consueto, dopo la sua morte, ci si riferirà all'imperatore Akihito con il nome di "imperatore Heisei" (Heisei tennō).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il trattamento di maestà imperiale è stato introdotto solo nell'Ottocento. Tuttavia sono state ritrovate alcune fonti risalenti al Cinquecento (documenti di corrispondenza appartenenti all'Archivio dell'Ordine di Malta a La Valletta), in cui è utilizzato questo trattamento. Prima dell'Ottocento comunque nell'Europa occidentale esisteva un solo imperatore, il sacro romano imperatore, al quale ci si riferiva con il trattamento di "sua maestà cesarea".

Negli ultimi due secoli il trattamento di "sua maestà imperiale" è stato riconosciuto agli imperatori di Austria, Russia, Francia, Germania, Turchia, Persia, Cina e Giappone; anche al re d'Italia fu riconosciuto il trattamento imperiale dal 1936, in quanto imperatore d'Etiopia. Inoltre, dal 1º maggio 1876 al 22 giugno 1948, il sovrano del Regno Unito si fregiò anche del trattamento di "re-imperatore" o "regina-imperatrice" in quanto regnava sull'Impero anglo-indiano.