Madieae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Madieae
Madia elegans flower2.jpg
Madia elegans
Classificazione Cronquist
Deletion icon.svg taxon non contemplato
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Madieae
Jeps., 1901
Sottotribù

Madieae Jeps., 1901 è una tribù di piante della famiglia delle Asteraceae, con distribuzione cosmopolita, ma con un centro di maggiore biodiversità sul versante nord-occidentale del Nuovo Mondo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La tribù comprende specie erbacee, arbustive, arboree e rampicanti, annuali o perenni.

Le foglie, opposte o alternate, possiedono tricomi ghiandolari dalla struttura molto semplice nella maggior parte dei generi[1], ma che in taluni generi, p.es. Calycadenia[2] e Holocarpha[3] si sono evoluti in strutture relativamente complesse. Tali strutture sono il sito di sintesi di sostanze aromatiche, quali i terpeni.

L'infiorescenza è un capolino radiato o discoidale; l'involucro è cilindrico o globoso, con bratteee disposte in 1–2 serie (raramente in 3–4 o più serie); il ricettacolo è nudo o paleato, con brattee limitate alla periferia; i fiori del raggio sono pistillati, con corolla di colore dal bianco al giallo, usualmente trilobata; i fiori del disco sono ermafroditi, con corolle gialle pentalobate.

I frutti sono acheni dotati di uno strato di fitomelanina, con pappo formato da squame o setole, talora assente.[4] Gli acheni dei fiori del raggio sono spesso racchiusi in involucri bratteali, risultando così separati dai fiori del disco. Tale struttura del capolino, con fiori del disco racchiusi entro un cerchio di brattee e fiori del raggio ciascuno circondato da una brattea, è un carattere distintivo della tribù.[5]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte delle specie delle Madieae è diffusa nella parte nord-occidentale del Nuovo Mondo, dal Canada sud occidentale al Messico nord-occidentale (Baja California). Tre generi (Argyroxiphium, Dubautia e Wilkesia) sono endemici delle isole Hawaii e quattro specie (Amblyopappus pusillus, Lasthenia kunthii, Madia chilensis e Madia sativa) sono presenti in Sud America. Alcune specie del genere Arnica hanno una distribuzione eurasiatica, tra cui Arnica montana presente in Italia. [6]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dei generi oggi attribuiti alla tribù Madieae erano tradizionalmente collocati nella sottotribù Madiinae della tribù delle Heliantheae.[7] Tradizionalmente nel raggruppamento venivano inclusi alcuni generi presenti nella regione californiana, i generi hawaiiani Argyroxiphium, Dubautia e Wilkesia, ed il genere Raillardella, precedentemente incluso nelle Senecioneae.[8]

Più recentemente le Madiinae sono state correlate ad altri generi tradizionalmente inclusi nelle Heliantheae (Eriophyllum, Hulsea, Lasthenia e Venegasia) e nelle Senecioneae (Arnica); le sottotribù Madiinae, Arnicinae, Baeriinae, Hulseinae e Venegasiinae sono state così accomunate all'interno della tribù Madieae.[9][10][11] Assieme a Bahieae, Coreopsideae, Chaenactideae, Millerieae, Neurolaeneae, Perityleae, Polymnieae, Heliantheae sensu strictu, Tageteae ed Eupatorieae formano il clade Phytomelanic cipsela, caratterizzato dalla presenza nella cipsela di uno strato di fitomelanina.
I rapporti filogenetici tra le varie tribù di tale raggruppamento sono illustrati dal seguente cladogramma:[12]

 Phytomelanic cipsela clade 

Coreopsideae







Bahieae



Chaenactideae




Tageteae




Neurolaeneae




Polymnieae




Heliantheae




Millerieae




Madieae




Perityleae



Eupatorieae









La tribù comprende 5 sottotribù, 36 generi e oltre 200 specie:[11][13]

Sottotribù Arnicinae
Sottotribù Baeriinae
Sottotribù Hulseinae
Sottotribù Madiinae
Sottotribù Venegasiinae

Alcune specie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Carlquist S., Structure and ontogeny of glandular trichomes of Madinae (Compositae) in American Journal of Botany 1958; 45: 675-682.
  2. ^ Carlquist S., The leaf of Calycadenia and its glandular appendages in American Journal of Botany 1959; 46: 70-80.
  3. ^ Carlquist S., Glandular structure of Holocarpha and their ontogeny in American Journal of Botany 1959; 46: 300-308.
  4. ^ Funk et al., 2009, op. cit., pp.
  5. ^ Carlquist S., Tarweeds and Silverswords in Plant Discoveries.
  6. ^ Kadereit & Jeffrey, 2007, op. cit., pp.492-493
  7. ^ Robinson HE, A Revision of the Tribal and Subtribal Limits of the Heliantheae (Asteraceae), Washington, Smithsonian Institution Press, 1981.
  8. ^ Carlquist S., Baldwin B.G., and Carr J.D., Tarweeds and Silverswords: Evolution of the Madiinae (Asteraceae), Missouri Botanical Garden Press, 2003, ISBN 9781930723207.
  9. ^ Bruce G. Baldwin, Bridget L. Wessa and Jose L. Panero, Nuclear rDNA Evidence for Major Lineages of Helenioid Heliantheae (Compositae) in Systematic Botany 2002; 27(1): 161-198.
  10. ^ Panero J. L. and V. A. Funk, Toward a phylogenetic subfamilial classification for the Compositae (Asteraceae) in Proc. Biol. Soc. Wash. 2002; 115: 909-922.
  11. ^ a b Panero J. L. 2007 Tribe Madieae in: Kadereit & Jeffrey, 2007, op. cit., pp.492-506
  12. ^ (EN) Panero J.L., Phytomelanic Cypsela Clade in The Tree of Life Web Project. URL consultato il 28 aprile 2011.
  13. ^ Madieae in Global Compositae Checklist. URL consultato il 22 maggio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica