Maderuelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maderuelo
comune
Maderuelo – Stemma Maderuelo – Bandiera
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of Castilla y León.svg Castiglia e León
Provincia Province of Segovia Flag.png Segovia
Territorio
Coordinate 41°28′59.88″N 3°31′00.12″W / 41.4833°N 3.5167°W41.4833; -3.5167 (Maderuelo)Coordinate: 41°28′59.88″N 3°31′00.12″W / 41.4833°N 3.5167°W41.4833; -3.5167 (Maderuelo)
Superficie 94 km²
Abitanti 155 (2001)
Densità 1,65 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 40554
Prefisso (+34)...
Fuso orario UTC+1
Targa SG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Maderuelo
Maderuelo – Mappa
Sito istituzionale

Maderuelo è un comune spagnolo di 155 abitanti situato nella comunità autonoma di Castiglia e León.

Luoghi e monumenti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria

La chiesa è di origine romanica, con un semplice abside.

Romitorio della Vera Cruz[modifica | modifica wikitesto]

Il romitorio della Vera Cruz

Il piccolo romitorio presenta un impianto a sala rettangolare, con volta a tutto sesto costituita da un'unica navata con coro. Le pareti erano coperte di affreschi, trasferiti dal 1947 al Prado di Madrid. Il tema, assai diffuso nella Spagna dell'epoca romanica, era quello del Cristo Pantocrator cinto dal tetramorfo ed occupa il colmo della volta a botte, mentre la corte celeste si sviluppa su ciascun lato in due zone parallele: gli angeli, tra cui due arcangeli con le scritte Postulacius e Peticius, riempiono il registro inferiore, mentre una serie di Apostoli è posta sopra di essi.

La lunetta orientale rappresenta l'Adorazione dell'agnello da parte degli angeli: il simbolo divino è collocato in un medaglione, al centro di una croce gemmata, tra l'Offerta di Caino e l'Offerta di Abele. I pannelli in baso raffigurano l'Adorazione dei Magi e Maddalena che lava i piedi di Cristo. Sul lato occidentale, sopra l'arco trionfale, vi è la Creazione di Adamo ed il Peccato originale [1].

La tecnica pittorica è molto semplice ed anche i colori sono poveri e minimo: terre, bianco e nerofumo. Questo viene però compensato dall'uso di toni composto per rendere, ad esempio, il rosa. Le convenzioni stilistiche usate per drappeggi e pieghe dei vestiti, la semplificazione dei tratti dei volti e la schematizzazione delle architetture fanno accostare questi affreschi a quelli contemporanei di San Baudilio de Berlanga presso Soria e di Santa Maria di Tabuli. La maggioranza degli storici d'arte attribuisce le diberse opere ad un unico artista, discepolo del Maestro di Tabuli, che decorò il coro di San Clemente e una piccola abside della cattedrale di Roda [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ernst Gombrich - Dizionario della Pittura e dei Pittori - Einaudi Editore (1997)
  2. ^ David de la Garma Ramírez, Rutas del románico en la provincia de Segovia, Castilla Ediciones, 5 settembre 2010, p. 215, ISBN 84-86097-71-1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna