Macroglossia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Macroglossia
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 529.8
ICD-10 (EN) Q38.2

Per macroglossia in campo medico, si intende un'anomalia che comporta un'eccessiva crescita volumetrica della lingua.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Tale manifestazione viene causata soprattutto da un deposito anomalo di sostanze chimiche, per un edema e può essere causato anche da forme neoplastiche. Generalmente, la macroglossia deriva da cause congenite o acquisite: tra le prime vi è l'ipotiroidismo e la sindrome di Down, tra le seconde l'amiloidosi primitiva, le neoplasie della lingua e l'acromegalia, che prevede la crescita esagerata di tutti gli organi interni.[1]

Patologie associate[modifica | modifica sorgente]

Tale malformazione si ritrova in diverse sindromi, come quella di Down, ma anche in patologie ossee come l'acromegalia e ancora amiloidosi, ipotiroidismo, tiroide ectopica, duplicazione intestinale, linfangioma, mannosidosi, rabdomioma.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario dei sintomi", di Giancarlo De Mattia, Editori Riuniti, Roma, 1997, pag.99

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina