Macrina l'Anziana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Macrina l'Anziana
Nascita Cesarea in Cappadocia ca. 270
Morte 340
Venerata da Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza 14 gennaio
Patrona di vedove, invocata contro la povertà

Macrina l'Anziana (Cesarea in Cappadocia, 270 circa – 340) è stata la nonna paterna dei santi Basilio Magno, Gregorio di Nissa, Pietro di Sebaste e Macrina la Giovane; in virtù della grande fede dimostrata, le Chiese cristiane la considerano santa.

Viene ricordata con l'appellativo di Anziana per distinguerla dalla nipote Macrina la Giovane.

Agiografia[modifica | modifica sorgente]

Poco si conosce di questa santa, tranne quello che succintamente viene raccontato dai nipoti. Durante la persecuzione di Galerio, gli avi di Basilio, discepoli di Gregorio Taumaturgo, vescovo di Neocesarea, furono profughi sulle montagne del Ponto Eusino per circa sette anni, sopportando grandi disagi. Il marito venne ucciso; rimasta vedova fu molto influente sui nipoti, con la sua forte fede.

Culto[modifica | modifica sorgente]

Il suo culto non è conosciuto nell'antichità, tuttavia il suo nome fu inserito dal Baronio nel Martirologio Romano e la Chiesa la festeggia il 14 gennaio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Agiografia su Santa Macrina l'Anziana in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autorità VIAF: 30986046