Macintosh TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Macintosh TV
Macintosh TV.png
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Produttore Apple
Presentazione ottobre 1993
Fine commercializzazione febbraio 1994
Esemplari venduti 10.000
Prezzo di lancio 2.097 $
CPU 68030
Frequenza 32 MHz
FPU opzionale 68882
MMU non presente
L1 Cache 512 B
Bus 16 MHz
ROM 1 MB
RAM di serie 4 MB
RAM massima 8 MB
Slot RAM 1 da 80 ns
Tastiera incorporata no
Display incorporato 14" pollici CRT
Drive incorporati 1,44 KB CD-ROM 2X
RAM video 512 KB
Risoluzioni video 640 x 480 8 bit
Uscita audio 8 bit Stereo
Disco rigido 160 MB SCSI
Porte 2 ADB
2 Seriali
Altoparlante
SCSI
SO di serie System 7
Consumo 60 Watt
Peso 18,3 kg
Dimensioni (A x L x P) 45,3 x 34,3 x 41,9 cm

Il Macintosh TV è stato il primo tentativo di Apple di creare un dispositivo che coniugasse un computer con una televisione.

Introduzione[modifica | modifica sorgente]

Apple introdusse questo prodotto nell'ottobre del 1993, presentandolo come una grossa innovazione, tuttavia il dispositivo non ebbe il successo che la ditta di Cupertino aveva previsto, infatti riuscì a venderne solo 10.000 pezzi.

Specifiche[modifica | modifica sorgente]

Il Macintosh TV assomigliava molto ad Macintosh Performa della Serie 500, se non per il colore che era il nero. Internamente sfruttava una scheda madre di un Performa 520 e utilizzava un monitor CRT Sony Triniton da 14 pollici.

Fra gli attacchi si trovavano, ovviamente una presa antenna, gli ingressi per Mouse e Tastiera, una seriale, una SCSI e un Entrata Video Composito con Input Audio Stereo.

L'oggetto aveva le dimensioni di 45,3 cm x 34,3 cm x 41,91 cm e pesava 18,3 chili.

AppleTV[modifica | modifica sorgente]

Questo prodotto può considerarsi l'antenato dell'Apple TV, e probabilmente nel creare il nuovo dispositivo è stata ripresa questa idea.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]