MTT Turbine Superbike

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MTT Turbine Superbike
MTT Streetfighter Turbine - Flickr - Supermac1961.jpg
Costruttore Flag of the United States.svg Marine Turbine Technologies
Tipo Stradale supersportiva
Produzione dal 2000

La MTT Turbine Superbike è una motocicletta prodotta dalla statunitense Marine Turbine Technologies (MTT), è nota anche come Y2K bike (moto del 2000) o semplicemente Y2K perché fu presentata nell'anno 2000 e ancora in produzione.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il produttore ha inserito in un telaio di moto supersportiva una turbina a gas da elicottero Rolls-Royce Model 250, in grado di erogare una potenza di 320 cavalli vapore (286 cavalli alla ruota) al regime di rotazione di 52.000 giri/minuto, che può essere alimentato a gasolio o cherosene.

Nella costruzione non si è badato a spese con largo utilizzo della fibra di carbonio e dell'alluminio per la riduzione dei pesi e sotto il punto di vista della sicurezza si è fatto uso di un impianto frenante composto da 3 freni a disco di produzione dell'italiana Brembo, accompagnata da un'altra industria italiana che fornisce gli pneumatici di serie, la Pirelli.

È ritenuta una delle motociclette più veloci mai realizzate, con un record di 227 miglia all'ora, pari a circa 365 km orari.
Viene citata due volte anche nel Guinness dei primati quale motociclo di produzione più potente e come quello più caro, visto il suo prezzo che nel 2004 era di circa 185.000 $.

La produzione del modello è limitata a 5 esemplari annui dotati però, oltre che di motore a turbina, anche di altri accessori particolari quali un radar detector e una videocamera montata sul posteriore con lo scopo di integrare gli specchietti retrovisori. Data l'impostazione prettamente sportiva anche la sella biposto è inserita solo tra gli optional mentre la scelta della colorazione è a completa discrezione dell'acquirente.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

La MTT nei media[modifica | modifica sorgente]

Questa moto ha avuto un ruolo importante nell'ultima scena del film Torque - Circuiti di fuoco

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]