Oasis of the Seas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da MS Oasis of the Seas)
Oasis of the Seas
La Oasis of the Seas a Nassau nelle Bahamas, gennaio 2010.
La Oasis of the Seas a Nassau nelle Bahamas, gennaio 2010.
Descrizione generale
Civil Ensign of the Bahamas.svg
Tipo Nave da crociera
Classe Oasis
Numero unità 2
Proprietario/a Royal Caribbean International
Identificazione IMO No: 9383936
Identificativo radio: C6XS7
Ordinata febbraio 2006
Costruttori STX Europe
Cantiere Turku, Finlandia
Impostata 19 giugno 2007
Varata 22 novembre 2008
Completata 28 ottobre 2009
Entrata in servizio dicembre 2009
Caratteristiche generali
Stazza lorda 225 378 tsl
Lunghezza 361,79 m
Larghezza fuori tutto 60,5 m
Altezza massima 72 m
Pescaggio 9,3 m
Propulsione 3 motori Wärtsilä 12V46 (13 860 kW / 18 590 CV per motore)
3 motori Wärtsilä 16V46 (18 480 kW/ 24 780 CV per motore)[1]
in totale 104 MW
3 pod di propulsione azimutali ABB (Asea Brown Boveri) Azipod[2] 20 MW per pod[3]
Numero di cabine 2700
Equipaggio 2165
Passeggeri 5400 (occupazione massima)

[senza fonte]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La MS Oasis of the Seas è una nave da crociera della compagnia di navigazione Royal Caribbean International. Ha anche una nave gemella chiamata MS Allure of the Seas.

Dati generali[modifica | modifica sorgente]

Con i suoi 360 m di lunghezza, 47 m di larghezza (sulla linea di galleggiamento) e 225 000 tonnellate di stazza, al momento del varo era la nave passeggeri più grande del mondo, superando il record di grandezza appartenente precedentemente alla Freedom of the Seas (nave della medesima compagnia crocieristica).

Ordinata nel febbraio 2006, la costruzione ha avuto inizio nel 2007 e il varo ufficiale è avvenuto il 22 novembre 2008[4].

Una volta terminato il completamento nei cantieri navali di Turku, in Finlandia, l'entrata in servizio con il viaggio inaugurale è stata programmata per l'inizio di dicembre del 2009 ospitando 5 400 passeggeri in 2 700 camere distribuite su 16 ponti.

Insieme alla sua nave gemella, entrata in servizio nell'ottobre del 2010, fa parte del Progetto Genesi[5].

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Le tre eliche, installate su propulsori azimutali (Pod), sono in grado di ruotare di 360° intorno ad un asse verticale; sono spinte da motori elettrici alimentati dai sei banchi di generatori diesel della nave e sono controllabili tramite un joystick dal ponte di comando. I rimorchiatori nelle manovre in porto sono superflui[6].

Interni[modifica | modifica sorgente]

Il Progetto Genesi prevede interni radicalmente diversi dalle convenzionali navi da crociera.

La Boardwalk è una delle sue innovazioni: l'area è una passeggiata a cielo aperto con vari locali, progettata per somigliare ad un borgo mediterraneo. I balconcini di alcune camere vi si affacciano sopra per i due lati più lunghi, su sei ponti; la parete rivolta a prua è una vetrata e separa l'area da un grande locale notturno; a poppa, all'aperto, si trova un anfiteatro, l'Aqua Theater, dedicato agli spettacoli acquatici.

Con il nome di Central Park viene definita una zona simile alla Boardwalk, ma costituita da un grande giardino, anch'essa a cielo aperto dove si trovano punti di ristoro piuttosto sofisticati ed eleganti.

Mentre il nome di Royal Promenade è relativo all'area commerciale della nave, situata nei tre ponti appena sotto Central Park, al quale si può anche accedere da un innovativo bar in grado di spostarsi verticalmente dalla Royal Promenade ad, appunto, Central Park.

Il ponte superiore è occupato in gran parte dalla zona sportiva e da quella delle piscine. La prima è costituita da un campo sportivo funzionale a molteplici sport, un campo da golf, una pista da corsa e due simulatori di onde per il surf (al di fuori della zona specifica vi sono anche due pareti per arrampicate). La zona piscine comprende diverse vasche, ognuna con una caratteristica particolare, come l'H2O Zone, dedicata ai bambini; molte altre vasche più piccole dotate di idromassaggio ed un grande solarium che si differenzia dalle navi delle altre compagnie perché fisso, quindi con altre piscine ed attrezzature situate al suo interno. È da ricordare che le piscine di questa nave sono grandi e capienti per circa il doppio della precedente classe Freedom che deteneva il record di maggiore stazza.

È presente anche una zona destinata specificatamente ai bambini, denominata Youth Zone, letteralmente "area per i giovani", relativamente più curata rispetto alle altre compagnie crocieristiche, un esempio può essere il teatro dedicato esclusivamente ai bambini.

Poi c'è l'area dedicata agli spettacoli, come in tutte le navi da crociera, che però è di proporzioni simili a quelle della nave stessa: include un casinò, una pista di pattinaggio sul ghiaccio, alcuni locali dotati di piano bar e di un teatro, che quindi sono visibilmente più grandi.

Citazioni e Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

La nave è stata ampiamente descritta nell'episodio "Navi da Record" della trasmissione "Megastrutture" realizzata da National Geographic Channel

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.cruiseweb.nl/images/oasisoftheseas/Brochure2.pdf
  2. ^ ABB powers the world’s largest cruise ship, ABB Group.
  3. ^ Oasis of the Seas Luxury Cruise Liner, ship-technology.com.
  4. ^ (EN) Notizia del varo
  5. ^ Royal Caribbean International Orders Bold New Ship
  6. ^ World's Largest Cruise Ship Pulls 360s with Joystick

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]