MG P-Type

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MG P-Type
MG PB 1935.jpg
Una MG P-Type PB del 1935
Descrizione generale
Costruttore bandiera  MG
Tipo principale Roadster
Altre versioni Coupé
Produzione dal 1934 al 1936
Sostituisce la MG J-Type
Sostituita da MG T-Type
Esemplari prodotti 2.500
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.327[1] mm
Larghezza 1.334[1] mm
Passo 2.216[1] mm

La P-Type è stata un'autovettura prodotta dalla Morris Garages dal 1934 al 1936.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il modello aveva installato una versione aggiornata del motore a quattro cilindri in linea e con distribuzione monoalbero già utilizzato sulla J-Type e sulla Morris Minor. La trazione era posteriore, ed il moto era trasmesso alle ruote posteriori tramite un cambio a quattro rapporti non sincronizzati. Le sospensioni, che erano a balestra semiellittica sulle quattro ruote, comprendevano un assale rigido sia all’avantreno che al retrotreno. Il telaio della P-Type era la versione allungata di quello utilizzato sulla J-Type. Lo sterzo era inizialmente fornito dalla Marles Weller, e più tardi dalla Bishop Cam. Il modello aveva un passo di 2.210 mm ed una carreggiata di 1.067 mm. Le carrozzerie disponibili erano due, roadster e coupé, entrambe a due porte.

La P-Type venne prodotta in due serie, ciascuna delle quali era contraddistinta da una sigla, PA e PB.

La PA, prodotta dal 1934 al 1935, aveva installato un motore da 847 cm³ di cilindrata. Esso era simile a quello montato sulla J-Type, ma quello installato sulla PA aveva tre supporti di banco, un albero a gomiti più grande, ed un carburatore doppio corpo. Esso produceva 36 CV di potenza a 5.500 giri al minuto. La PB venne invece prodotta dal 1935 al 1936, ed aveva installato un motore da 939 cm³ che fu ottenuto dal precedente aumentando l’alesaggio da 57 mm a 60 mm. Anche la potenza aumentò, arrivando a toccare i 43 CV. Esternamente le due versioni erano molto simili. La differenza principale risiedeva nella calandra. Anche il cruscotto era differente, sia nel design, sia che per quanto riguarda i materiali utilizzati. La PA venne prodotta in 2.000 esemplari[2], mentre la PB in 526[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Culshaw, 1974, op. cit.
  2. ^ a b Sedgwick, 1989, op. cit.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Michael Sedgwick, Mark Gillies, A-Z of Cars of the 1930s, Regno Unito, Bay View Books, 1989, ISBN 1-87097-938-9.
  • (EN) Malcolm Green, MG Sports Cars, Godalming, Regno Unito, CLB, 1997, ISBN 1-85833-606-6.
  • (EN) David Culshaw, Peter Horrobin, Complete Catalogue of British Cars, Londra, Regno Unito, Macmillan, 1974, ISBN 0-33316-689-2.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili