MGM Television

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MGM Television
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1955
Persone chiave * Jim Packer (presidente)
Prodotti Serie televisive
Sito web www.mgm.com/tv.php

MGM Television è un'azienda sussidiaria della casa di produzione cinematografica statunitense Metro-Goldwyn-Mayer impiegata nella produzione e nella distribuzione di serie televisive, di cui in quest'ultima appartiene alle tre majors insieme a Lions Gate Entertainment e a Miramax Films.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

1955-1981[modifica | modifica sorgente]

L'azienda iniziò le proprie attività nel 1955, quando fu lanciato anche il suo primo prodotto, The MGM Parade. Nel 1973, l'azienda madre, però, chiuse le sale e gli uffici di distribuzione propri e dell'azienda tanto che essi furono subito rilevati da United Artists. Inoltre, l'azienda stessa lanciò una rete televisiva su cui trasmettere i propri prodotti, MGM Family Network (MFN), le cui trasmissioni iniziarono il 9 settembre 1973 e furono diffuse da 145 stazioni televisive.

1981-2005: la gestione United Artists[modifica | modifica sorgente]

Nel 1981 l'azienda si fuse con United Artists e già nel 1982 essa fu rinominata MGM/UA Television. Il 26 marzo 1986 Ted Turner acquistò da Kirk Kerkorian i diritti dell'azienda e anche i propri prodotti cinematografici e televisivi, ma, impedito da un enorme debito, si vide costretto a far ritornare l'azienda al Kerkorian l'8 giugno successivo, che, a sua volta, fu rinominata MGM/UA Television Productions. Ciononostante, al Turner sono rimasti i diritti delle serie televisive prodotte dall'azienda prima del Maggio 1986, che, quando Turner Broadcasting System fu rilevata da Time Warner nell'Ottobre 1996, furono dotate del marchio della Warner Bros. Television. Mentre, nel 1987, MGM/UA Telecommunications, la divisione dell'azienda impiegata nella distribuzione, fu rinominata MGM/UA Communications Co., nel 1992 MGM/UA Television tornò all'originaria denominazione di MGM Television e la sua divisione che si occupa della produzione mutò il nome in MGM Worldwide Television Group, anche se la sua divisione che si occupa, invece, della distribuzione, MGM/UA Telecommunications Group, rimase ancora, almeno formalmente, in parte sotto la gestione precedente. Tra il 1995 e il 1996, l'azienda si suddivise in altre divisioni come MGM Domestic Television Distribution e MGM Worldwide Television e si dotò di alcune etichette che compaiono nei titoli di testa o di coda di alcuni dei suoi prodotti come MGM Global Television, MGM Global Holdings e MGM Television Entertainment. Nel 1997, l'azienda acquistò da Metromedia alcune compagnie cinematografiche indipendenti come Orion Pictures, The Samuel Goldwyn Company e Motion Picture Corporation of America di cui acquisì i diritti di gran parte della filmografia.

2005-2013: la gestione MGM Holdings[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 l'azienda fu inglobata all'interno di MGM Holdings, un consorzio gestito da Sony Corporation, da Providence Equity Partners e da altre aziende minori come Comcast, di cui Sony Pictures Television la fece concentrare solo sulla distribuzione mondiale della sua filmografia e la fece rinominare MGM Worldwide Television Distribution. Il 31 maggio 2006 l'azienda decise di cedere l'attività distributiva di Sony a 20th Century Fox Home Entertainment per l'home video e di rilanciare la propria attività di produzione e di una sua nuova divisione per la distribuzione e nell'ottobre dello stesso anno la distribuzione della propria filmografia fu affidata a New Line Cinema, anche se nel 2008 quest'ultima azienda fu inglobata in Warner Bros. per i diritti cinematografici, ma rimase indipendente per tutto il resto.

Prodotti[modifica | modifica sorgente]

Film televisivi[modifica | modifica sorgente]

Serie televisive[modifica | modifica sorgente]

1955-2011[modifica | modifica sorgente]

2011-2014[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.snta.com/php/display.php?p=PR_SP_syndicator&s_id=14

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]