M79 (lanciagranate)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
M79
Lanciagranate M79
Lanciagranate M79
Tipo Lanciagranate
Origine Stati Uniti Stati Uniti
Impiego
Utilizzatori Stati Uniti Stati Uniti
Conflitti Guerra del Vietnam, Guerra civile cambogiana, Guerra delle Falkland, Guerra d'Iraq
Produzione
Date di produzione 1960 - presente
Descrizione
Peso 2,75 kg
Lunghezza 73,1 cm
Lunghezza canna 30,5 cm
Calibro 40 mm
Munizioni 40 × 46 mm
Velocità alla volata 76 m/s
Tiro utile 350 m

World Guns.ru [1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il lanciagranate M79 è un lanciagranate monocolpo ad apertura posteriore.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

L'arma camera granate da 40 × 46 mm e può lanciare una grande varietà di munizioni, incluse esplosive, anti-uomo, fumogeni, granate accecanti e razzi luminosi. Vennero progettate anche due particolari munizioni per il fuoco ravvicinato che contenevano pallini da caccia e 45 freccette. Per sparare, l'arma necessitava di essere imbracciata come un comune fucile e puntata con l'apposita tacca di mira ripiegabile. L’alzo era calibrato ad intervalli di 25 m, fino ai 375 m. La traiettoria dei colpi veniva stabilizzata grazie ad alcune alette e da un movimento rotatorio impresso dalle scanalature della canna. Durante il volo, il proiettile raggiunge la velocità di 75 m/sec.[2]

Impiego[modifica | modifica wikitesto]

Il lanciagranate, introdotto nel 1961, venne impiegato per la prima volta durante la guerra del Vietnam[3]. Lì venne soprannominato Thumper per il caratteristico suono emesso durante lo sparo. Ogni squadra composta da 10 uomini doveva avere un granatiere equipaggiato con un M79.

Con la fine del conflitto vietnamita, l'M79 rimase in servizio nell'US Army fino alla fine degli anni '90, quando venne rimpiazzato quasi totalmente dall' M203. Cio nonostante, l' M79 è rimasto in servizio in molte unità nel mondo in ruoli di nicchia.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Modern Firearms - M79
  2. ^ Il lanciagranate M79 da 40mm. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  3. ^ M79 in Vietnam
  4. ^ M79. URL consultato il 15 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]