M. J. Hyland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da M.J. Hyland)

Maria Joan Hyland (Londra, 6 giugno 1968) è una scrittrice australiana di origini irlandesi. Il suo secondo romanzo, Il bambino che non sapeva mentire, è stato finalista al prestigioso Man Booker Prize nel 2006 ed inoltre ha vinto i premi The Encore Award e Hawthornden Prize nel 2007.

Vita[modifica | modifica sorgente]

La scrittrice nasce a Londra da genitori irlandesi. Quando ha due anni la famiglia decide di trasferirsi in Australia, ma dopo un paio d'anni gli Hyland tornano in Europa per stabilirsi a Dublino, città dove la giovane Maria trascorre l'infanzia. Quando ha undici anni i genitori decidono di trasferirsi nuovamente in Australia, a Melbourne. Terminato il liceo, Maria lavora brevemente per cinema e televisione — collaborando ad un episodio della serie televisiva Carson's Law e lavorando come assistente alla regia del programma televisivo del presentatore Derryn Hinch — prima di laurearsi in legge presso l'Università di Melbourne nel 1996. Dopo aver lavorato come avvocato per circa sei anni, nel 2004 completa un master in letteratura inglese presso la stessa Università.

La Hyland si trasferisce a Londra nel 2005, mentre nel 2006 trascorre un periodo a Roma[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

M.J. Hyland pubblica il suo primo lavoro all'età di 17 anni sulla rivista Australian Short Stories.[2]

Nel corso degli anni '90 la scrittrice cura la rivista letteraria Nocturnal Submissions esistente in quegli anni. Uno dei suoi primi racconti, pubblicato dalla rivista New York Stories, viene nominato per il Pushcart Prize. La Hyland affermerà poi che a volte le ci voleva una settimana per scrivere un singolo paragrafo.[3] Nel 2002 riceve una sovvenzione per completare la stesura finale del suo primo romanzo, nonché per poter lavorare alle prime due stesure del suo secondo romanzo, incentrato su "famiglia, primo amore e bugie".[4]

Il suo primo romanzo How The Light Gets In (2004) è stato pubblicato in Australia dalla prestigiosa casa editoriale Penguin, mentre nel Regno Unito da Canongate. Anche se non è ancora stato pubblicato in Italia, il romanzo è stato tradotto in molte lingue, è stato finalista al Commonwealth Writers Prize, e nel 2005 si è piazzato terzo al Barnes and Noble Discover Award. Nel 2004 la scrittrice inoltre si è vista assegnare il premio di miglior giovane romanziere dal Sydney Morning Herald's sempre grazie a How the Light Gets In.

Il suo secondo romanzo, Carry me down, è stato pubblicato nel 2006 da Canongate e nel 2007 è stato pubblicato in Italia da Bompiani con il titolo Il bambino che non sapeva mentire; il romanzo nel 2006 è stato finalista al Man Booker Prize e nel 2007 al Commonwealth Writers Prize nelle sezioni riguardanti Europa e Sud Asia. Lo stile di scrittura della Hyland è stato descritto come claustrofobico, e lei stessa è stata soprannominata "maestra nel raccontare i dettagli".[senza fonte]

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • Premio del Sydney Morning Herald come miglior giovane romanziere australiano, 2004
  • Encore Award per il miglior secondo libro, (Regno Unito) 2007
  • Hawthornden Prize per la migliore opera letteraria, (Regno Unito) 2007

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Introduzione al segmento mattutino di ABC radio 17 agosto 2006, con Fran Kelly
  2. ^ 'The Hot Seat: M. J. Hyland' sul Sydney Morning Herald del 7 ottobre 2006
  3. ^ tratto dall'intervista con Fran Kelly per ABC radio, 17 agosto 2006
  4. ^ Dibattiti del Parlamento Australiano, Official Hansard, No. 4, 2003: la sovvenzione di 10,000 dollari è stata assegnata il 18 settembre 2002, "Stesura finale di un primo romanzo su famiglia e disfunzione raccontate dalla voce anticonformistica di una dotata adolescente proveniente da una famiglia povera di Sydney, ragazza che vive come studente-scambio per un anno in una ricca città del mid-west degli Stati Uniti. Prima e seconda stesura di un secondo romanzo su famiglia, primo amore e bugie".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 22125959 LCCN: nb2004026410