Mélanie Laurent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mélanie Laurent nel 2009

Mélanie Laurent (Parigi, 21 febbraio 1983) è un'attrice, regista e cantante francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia ed adolescenza[modifica | modifica sorgente]

Cresciuta nel IX arrondissement di Parigi, Mélanie è figlia di una professoressa di danza, Annick, e di un doppiatore (suo padre, Pierre Laurent, dà la voce a Ned Flanders e a una ventina di altri personaggi nell'edizione francese de I Simpson). Di religione ebraica, l'attrice ha delle origini Aschenaziti e Sefarditi.

Debutto cinematografico[modifica | modifica sorgente]

Benché a stretto contatto con il mondo artistico fin da piccola, Mélanie debutta in campo cinematografico solo per caso, nel 1998. Mentre accompagna un'amica sul set di Asterix & Obelix contro Cesare, viene notata da Gérard Depardieu che decide di scritturarla per una parte in un suo film. Vedendo in lei un'attrice naturale, Depardieu le dà tre consigli: non studiare teatro, non imparare i testi troppo in anticipo e non temere mai di sentirsi ridicola quando interpreta un ruolo. È così che nel 1998 a Mélanie è affidato il ruolo di Lisbeth nel film Un pont entre deux rives di Frédéric Auburtin, corealizzato da Depardieu.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 recita nel telefilm francese Route de nuit. Alla fine del 2000 è scritturata per recitare in Ceci est mon corps di Rodolphe Marconi, a fianco di Louis Garrel e Jane Birkin. Il film verrà presentato al Festival di Cannes 2001. Sempre nel 2001, Mélanie ottiene il diploma di maturità classica, con opzione cinema.

Nel 2002, grazie a Michel Blanc e al film Embrassez qui vous voudrez, Mélanie raggiunge una certa notorietà nell'ambiente cinematografico. Nel film interpreta Carole, la ragazza di Loïc, interpretato da Gaspard Ulliel. Nello stesso anno recita nel cortometraggio di Patrick Timsit La Faucheuse e insieme a Francis Huster nel telefilm Jean Moulin, une affaire française.

Nel 2003 impersona Célia in Snowboarder di Olias Barco, a fianco di Nicolas Duvauchelle; dopo una breve apparizione nel film Une vie à t'attendre di Thierry Klifa, firma un contratto con Kenneth Bi e ottiene il ruolo di Sabine nella produzione hongkonghese Rice Rhapsody: il film, sebbene mai uscito in Europa, ottenne vasto successo all'estero.

Nel 2004 è ancora diretta da Rodolphe Marconi nel film Le Dernier Jour, nel quale ritrova Gaspard Ulliel. Recita anche nel cortometraggio Les visages d'Alice.

Nel 2005, Mélanie si fa notare nel film Tutti i battiti del mio cuore (De battre mon cœur s'est arrêté) di Jacques Audiard.

Nel 2006 compare sulla locandina del film belga Dikkenek e ottiene il ruolo di protagonista in Je vais bien, ne t'en fais pas, di Philippe Lioret, dove interpreta Lili. La prestazione le vale numerose nomination e riconoscimenti, tra cui il premio Romy Schneider et il Premio César come migliore promessa femminile. È durante le riprese di questo film che incontra il suo attuale compagno Julien Boisselier.

L'anno successivo ottiene il ruolo principale in La camera dei morti (La Chambre des morts) di Alfred Lot, dove interpreta una ragazza madre che decide di arruolarsi nella polizia. Nel 2008, nel film Parigi di Cédric Klapisch, interpreta una studentessa della Sorbona che fa invaghire il suo professore. Partecipa anche alle riprese di L'amore nascosto (L'amour caché), di Alessandro Capone, di Mytho diretto da Hugo Gélin, di Jamais d'autre que toi, un progetto di Olivier Abbou e di Tueur del regista Cédric Anger.

La consacrazione definitiva a livello mondiale arriva nel 2009 grazie all'interpretazione di uno dei ruoli da protagonista nel film di Quentin Tarantino Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds). Nello stesso anno bissa il successo ottenuto, interpretando una violinista francese, personaggio femminile principale del film Il concerto del regista rumeno Radu Mihăileanu.

Il primo cortometraggio diretto da lei, De moins en moins, è stato selezionato nella categoria cortometraggi al Festival di Cannes 2008.

Nel 2010 interpreta la figura di un'infermiera nel film Vento di primavera di Roselyne Bosch. Nel 2011 viene scelta come madrina del Festival di Cannes 2011, è il nuovo volto del profumo Hypnotic Poison di Christian Dior, e fa il suo debutto discografico con il suo primo disco En t'attendant in collaborazione con Damien Rice.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Mélanie ha avuto una relazione con l'attore Julien Boisselier dal 2006 al 2009 poi con il musicista Damien Rice. Nel 2013 l'attrice ha annunciato di attendere il suo primo figlio dal suo compagno (un tecnico del cinema). Ha partorito un bambino il 30 settembre 2013 chiamato Léo.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • En t'attendant (2011)

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Mélanie Laurent è stata doppiata da:.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Premio César per la migliore promessa femminile Successore
Linh Dan Pham
per Tutti i battiti del mio cuore
2007
per Je vais bien ne t'en fais pas
Hafsia Herzi
per Cous cous

Controllo di autorità VIAF: 19468250 LCCN: no2007118696