Lydia (film 1941)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lydia
Titolo originale Lydia
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1941
Durata 104 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico
Regia Julien Duvivier
Soggetto Leslie Bush-Fekete
Julien Duvivier
Sceneggiatura Ben Hecht
Produttore Alexander Korda
Casa di produzione Alexander Korda Films
Distribuzione (Italia) United Artists
Fotografia Lee Garmes
Montaggio William Hornbeck
Effetti speciali Lawrence W. Butler
Tema musicale Miklós Rózsa
Scenografia Vincent Korda

Jack Okey (architetto-scenografo); Julia Heron (arredatore)

Costumi Walter Plunkett, Marcel Vertes

René Hubert (non accreditato); Eugene Joseff (gioielli, non accreditato)

Interpreti e personaggi

Lydia è un film drammatico statunitense del 1941 prodotto da Alexander Korda e diretto dal regista francese Julien Duvivier, adattato dal romanzo di Leslie Bush-Fekete Carnet du Bal. La pellicola è erroneamente indicata come il remake hollywoodiano del precedente film di Duvivier Carnet di ballo del 1937 con il quale condivide solo l'inizio e l'ambientazione aristocratica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lydia MacMillan, un'aristocratica donna in età avanzata, viene invitata nella sua casa di Boston da un medico, Michael Fitzpatrick, che da sempre è innamorato di lei senza esserne corrisposto. Nella stessa cena l'uomo inviterà tre uomini con i quali Lydia ha avuto delle relazioni sentimentali fallimentari e un quarto uomo, Richard Mason, che molto tempo prima l'aveva abbandonata senza fare mai più ritorno e che la donna ha sempre atteso.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema