Lyceum Theatre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vista laterale nel 2006

Il Lyceum Theatre è un teatro da 2.000 posti situato a Wellington Street, subito oltre Strand nella Città di Westminster, borgo di Londra. Il primo edificio teatrale risale al 1765, quello attualmente presente fu aperto il 14 luglio 1834 su progetto di Samuel Beazley.[1] La struttura era unica per l'epoca, in quanto possedeva un balcone che circondava completamente l'edificio; alla costruzione partecipò l'ingegnere civile Samuel Morton Peto.

La struttura attuale mantiene la facciata ed il portico del progetto di Samuel Beazley, nel 1904 la sezione posteriore dell'edificio fu ricostruita su progetto dell'architetto Bertie Crewe. Chiuso e destinato alla demolizione nel 1939 fu riconvertito in sala da ballo nel 1951, infine, nel 1996 lo studio Holohan Architects lo riportò ad uso teatro.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Il vecchio Lyceum Theater fu costruito nel 1765 su un sito adiacente, e nel tardo XVIII secolo, gli spettacoli musicali erano offerti da Charles Dibdin. il famoso attore David Garrick si esibì anche al Lyceum Theater. tra il 1794 ed il 1809, la struttura fu usata come circo, portato da Philip Astley quando il suo anfiteatro Astley fu distrutto da un incendio a Westminster, e dopo fu usato come cappella, camera da concerto, e per la prima esibizione a Londra di statue di cera realizzate da Madame Tussaud nel 1802.[2]

Il teatro divenne un "licensed" nel 1809, e fino al 1812 fu usato per rappresentazioni drammatiche dalla compagnia Drury Lane dopo che il loro teatro fu distrutto da un incendio e fino a che non edificarono un nuovo edificio per le loro rappresentazioni. Nel 1816, Samuel Arnold e Samuel Beazley ricostruirono e riaprirono il teatro chiamandolo "The English Opera House", ma fu distrutta da un incendio nel 1830. Il teatro divenne famoso per essere il primo a Londra illuminato a gas e per aver ospitato la prima rappresentazione dell'opera di Mozart Così fan tutte.[3] Durante questo periodo il "Sublime Society of Beef Steaks",[4] aveva nel teatro la sua sede principale e la mantenne per quasi 50 anni fino al 1867. I membri, che non furono mai più di 24, si incontravano ogni sabato sera per mangiare arrosto e bere vino.[5]

Sito attuale[modifica | modifica sorgente]

Nel 1834, l'attuale costruzione fu aperta verso ovest, con l'apertura principale verso Wellington Street, Wellington Street era una nuova via costruita per collegare Waterloo Bridge e Bow Street. Il nuovo profilo non fu soddisfacente e fu demolito per costruire lo Strand Musick Hall (sic), sfortunatamente anche questo senza grande successo. Nel 1868, l'auditorium fu riaperto sotto il nome di "Theatre Royal Lyceum and English Opera House". Il Teatro era stato progettato di nuovo da Beazley e costò £40 000. Il compositore John Barnett produsse alcune delle sue opera durante i primi anni del nuovo teatro, compreso The Mountain Sylph (1834), accreditata come la prima opera Inglese moderna; Fu seguita da Fair Rosamund nel 1837, Farinelli nel 1839 e Blanche of Jersey nel 1840. nel 1841–43, Il compositore Michael Balfe condusse il teatro e sistemò ivi la National Opera, ma sfortunatamente senza grande successo. Il teatro a seguito fu sede elle riadattazioni teatrali delle opera di Charles Dickens.[6] per esempio l'opera di Dickens Martin Chuzzlewit fu eseguita più di 100 volte tra il 1844–45.

Il Lyceum fu in seguito gestito da Madame Vestris (al secolo Lucia Elizabeth Bartolozzi) e Charles James Mathews nel 1847–55, che rappresentò i lavori di James Planché "[fairy] extravaganzas" con l'utilizzo di effetti speciali innovativi per l'epoca. L'adattazione di Tom Taylor per il romanzo A Tale of Two Cities, con Dickens stesso come consulente, fu eseguita nel 1860, poco dopo l'uscita del libro stesso. Charles Fechter,che diresse il teatro nel 1863–67 continuo la tradizione e fece eseguire altre adattazioni di libri con effetti speciali. Nel 1866, Dion Boucicault con il suo The Long Strike (adattamento per il teatro dei romanzi di Elizabeth Gaskell Mary Barton e Lizzie Leigh) fu eseguito qui. Ethel Lavenu, la madre e la nonna dei due attori Tyrone Power, Sr. e Tyrone Power si esibì in una lunga serie di rappresentazioni durante gli anni 60 del 1800. W. S. Gilbert rappresentò tre sue opere qui. Nel 1867, egli rappresentò la sua pantomima di natale, chiamata Harlequin Cock Robin and Jenny Wren..., e nel 1884 rappresentò il dramma Comedy and Tragedy.

Nel 1889, il grande attore drammatico, Francesco Tamagno, si esibì al Lyceum, cantando nei panni del protagonista la prima opera di Giuseppe Verdi rappresentata a Londra, l'Otello.[senza fonte]

gli anni di Irving[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del 1871, sotto la guida di Hezekiah Linthicum Bateman e sua moglie, Henry Irving inizio le sue rappresentazioni nel teatro e furono eseguite anche molte opere di Shakespeare. Irving iniziò con il melodramma francese The Bells,dove lui recitava nella parte di un borgomastro afflitto dai fantasmi. per 150 notti vi fu il tutto esaurito, tempo eccezionale per l'epoca. Charles I, nel 1872 fu un altro successo, con un tutto esaurito per 180 notti. Nel 1874, Irving recitò nell'Amleto, probabilmente il suo più grande trionfo,venendo messo in atto per 200 notti di cui almeno la metà col tutto esaurito. Nel 1878, dopo la morte di Bateman, Irving prese l'incarico di dirigere il teatro dalla sua vedova. The Builder, il 28 settembre 1878 riportò che vi erano delle divergenze tra Irving e Mrs. Bateman riguardo al personale da assumere per il Lyceum. "Mr. Irving disse a Mrs. Bateman che voleva attori a recitare con lui, non bambole, altrimenti non avrebbe più recitato al Lyceum. Il risultato fu che Mrs. Bateman lascio la dirigenza del teatro e Mr. Irving prese il suo posto." Mrs. Bateman divenne la direttrice del Sadler's Wells Theatre.[7]

Irving continuo le sue rappresentazioni shakespeariane, fino al 1902, ingaggiando Ellen Terry per un periodo di 24 anni.[8] Bram Stoker lavorò tra il 1878 ed il 1898 come direttore finanziario del teatro, ed Irving fu l'ispirazione di Stoker per il suo personaggio Dracula nell'omonimo romanzo del 1897. Stoker sperava che Irving, avrebbe recitato il ruolo di Dracula in un adattamento teatrale del romanzo. Irving non accettò mai di apparire nella versione teatrale, benché essa fu rappresentata nel teatro.

Irving e Terry iniziarono con l'Amleto nel 1878. La loro rappresentazione deIl mercante di Venezia fu eseguita per 250 notti, ed ogni rappresentazione delle opere di Shakespeare fu sempre un enorme successo.[9] Altre rappresentazioni estremamente acclamate furono: Molto rumore per nulla,[10] The Lady of Lyons di Edward George Bulwer-Lytton (1878), Giulietta e Romeo, re Lear, The Lyons Mail di Charles Reade (1883), l'immensamente popolare Faust di William Gorman Wills (1885), Macbeth (1888, con la musica di Sir Arthur Sullivan), Enrico VIII (1892),[11] Becket di Alfred Tennyson (1893), re Artù di J. Comyns Carr, con la musica di Sir Arthur Sullivan (1895),[12] Cymbeline (1896) e l'opera di Victorien Sardou e Émile Moreau Madame Sans-Gêne (1897).

Quando Irving e Terry fecero i loro tour in America, il teatro continuò la sua tradizione con opere recitate da Johnston Forbes-Robertson, Mrs. Patrick Campbell, Sarah Bernhardt ed Eleanora Duse. Martin Harvey, un allievo di Irving recitò ivi durante la stagione del 1899. Benoît-Constant Coquelin recitò nel Cyrano de Bergerac nell'estate del 1898.

Il teatro nel 1900[modifica | modifica sorgente]

Nel 1904, il teatro fu ricostruito e riadornato in uno stile rococo da Bertie Crewe, mantenendo solo la facciata ed il portico originali. fu usato come sala musicale, ma non fu un successo, e presto si tornò a rappresentare drammi. dal 1909–38 i fratelli Melville misero in scena una serie spettacolare di melodrammi.[13] Nel 1919, delle piccole modifiche furono apportate da Edward Jones. Tra le due guerre, si rappresentarono solo drammi, seguiti dalle pantomime di natale, incluso la Regina di cuori nel 1938. Il Lyceum fu l'ultimo teatro londinese a continuare a concludere le sue pantomime facendole seguire dalle arlecchinate, una rappresentazione libera di clown, giocolieri e trombettieri. La tradizione fini con la chiusura del teatro nel 1939.[14]

Nel 1939, il London City Council comprò il teatro, con l'intenzione di demolirlo ed utilizzarne lo spazio per allargare la strada. Il teatro chiuse quell'anno con una rappresentazione dell'Amleto diretta da Sir John Gielgud (pronipote di Ellen Terry).[15] Il progetto di ampliamento stradale non fu mai realizzato, e dopo la guerra, nel 1951, il teatro fu riconvertito per farne un'immensa sala da ballo e fu riaperto da Matthews and Sons, col nome di Lyceum Ballroom. Molte band suonarono qui, inclusa la Oscar Rabin Band. Negli anni sessanta e settanta, il teatro fu usato per concerti pop trasmessi in diretta dalle televisioni. I Grateful Dead, The Clash, Bob Marley & The Wailers, Led Zeppelin, The Who, Emerson, Lake & Palmer, Colosseum, U2, e Culture Club suonarono qui.[3] I Genesis filmarono nel teatro una loro performance nel maggio del 1980. questo filmato appari nel CD/DVD del 2007, a seguito della ripubblicazione del loro album del 1980 Duke.

Lato del Lyceum Theatre nel 2006, con la locandina de Il re Leone.

Una proposta di ampliamento del Covent Garden fatta dal GLC nel 1968 vide il teatro seriamente minacciato, insieme al vicino Vaudeville, Garrick, Adelphi e Duchess theatree. Una campagna di sensibilizzazione intrapresa dal Equity, il Musicians' Union, ed i proprietari del teatro stesso, sotto il nome di Save London Theatres Campaign portò all'annullamento del progetto di demolizione del teatro.[16] Nel 1973, Il teatro fu classificato come Grade II* listed Impossibile da demolire per il suo valore artistico e storico.[17]

il teatro fu richiuso nel 1986, dopo che il National Theatre's promosse la messa in atto (nel 1985) della'adattazione teatrale fatta da Bill Bryden della trilogia Misteri. Nel 1996 fu riaperto ed utilizzato per concerti da Holohan Architects.

Il teatro ha rappresentato il musical Il re Leone dal 1999.

Produzioni attuali[modifica | modifica sorgente]

Il Lyceum Theatre prima della messa in scena de Il re Leone.

Come raggiungerlo[modifica | modifica sorgente]

la più vicina stazione della metropolitana di Londra è Covent Garden.

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Fonti consultate
Note
Re Artù 1895

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]