LuxRender

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LuxRender
Logo
Sviluppatore Terrence Vergauwen, Jean-Francois Romang, David Bucciarelli, Jean-Philippe Grimaldi, Ricardo Lipas Augusto, Asbjorn Heid and others.[1]
Ultima versione 1.2.1 (giugno 2013)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio
Genere Computer grafica 3D
Licenza GPLv3
(Licenza libera)
Sito web www.luxrender.net

LuxRender è un software opensource per la sintesi basata sulla fisica di immagini realistiche. Il programma può essere eseguito su Microsoft Windows, Mac OS X e Linux e sono disponibili plugin per Blender, Cinema 4D, XSI, 3D Studio Max e Maya.[2]

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

LuxRender fornisce solo il software di rendering, pertanto il soggetto da renderizzare deve essere creato utilizzando un altro software 3D. Il soggetto dovrà poi essere esportato dall'applicazione con cui è stato creato per essere renderizzato con LuxRender.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

LuxRender è basato su PBRT, un programma di ray tracing basato sulla fisica.[3] Anche se molto potente e ben strutturato, PBRT era pensato per un uso accademico e non era usabile semplicemente dagli artisti digitali. Dal momento che PBRT veniva rilasciato ai termini della licenza GPL, è stato possibile creare un nuovo programma a partire dal codice sorgente di PBRT. Con la benedizione degli autori originali, un piccolo gruppo di programmatori iniziarono quest'attività nel settembre del 2007. Il nuovo programma ebbe nome LuxRender e fu sviluppato per l'uso artistico. Fin dall'inizio il programma attrasse l'interesse di programmatori da varie parti del mondo.[1]

Il 24 giugno 2008 venne annunciato il primo rilascio ufficiale.[4] Questo è il primo rilascio ad essere considerato usabile dal pubblico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Authors, LuxRender. URL consultato il 30 giugno 2008.
  2. ^ Downloads - Exporters, LuxRender. URL consultato il 30 giugno 2008.
  3. ^ Features, LuxRender. URL consultato il 30 giugno 2008.
  4. ^ LuxRender 0.5 released, BlenderNation, 30 giugno 2008. URL consultato il 30 giugno 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]