Luteina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luteina
Lutein.png
Nome IUPAC
β,ε-carotene-3,3'-diolo
Caratteristiche generali
Massa molecolare (u) 568,871
Aspetto Solido cristallino arancione
Numero CAS [127-40-2]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua insolubile
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

La luteina è una xantofilla, di formula C40H56O2, corrispondente a quella del beta carotene con due gruppi ossidrilici negli anelli terminali.

Dal punto di vista commerciale la principale fonte di luteina è costituita dai fiori di Tagetes erecta. La luteina, sotto forma di diestere palmitico (Helenen o Helenium), è contenuta nei petali di questi fiori, ampiamente coltivati allo scopo nell’America latina, e ne viene estratta con solvente. L’estratto ottenuto, ad una concentrazione del 5-15% , può essere usato tal quale o sottoposto a saponificazione per ottenere la luteina sotto forma di alcol libero.

Come additivo alimentare, la luteina è contrassegnata dal codice E161b.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 19.03.2013
  2. ^ General Standard for Food Additives, dal Codex Alimentarius della FAO/WHO

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]