Lur (strumenti musicali)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lur
Bronse-Lurer-Danmark.png
Lur in bronzo trovati a Brudevælte Mose, a nord-est di Lynge, nel Nord della Zelanda, Danimarca.[1]
Informazioni generali
Origine Scandinavia
Classificazione Aerofoni a bocchino
Famiglia Trombe naturali
Utilizzo
Musica dell'antichità

Il lur è il nome dato a due diversi tipi di strumenti musicali a fiato. I tipi più recenti sono fatti in legno ed erano in uso nella Scandinavia durante il medioevo. Il tipo più antico, che deriva il nome da quello più recente, è fatto in bronzo, risalente all'età del bronzo ed era spesso trovato in coppie, depositati in paludi, principalmente in Danimarca.

Sono stati scoperti in totale 56 lur : 35 (includendo alcuni frammentari) in Danimarca, 4 in Norvegia, 11 in Svezia, 5 nella Germania settentrionale, e uno soltanto nella Latvia.

Lur in legno[modifica | modifica sorgente]

I più antichi riferimenti a uno strumento chiamato lur vengono dalle saghe islandesi, dove venivano descritti come strumenti di guerra, usati dalle truppe schierate per spaventare il nemico. Questi lur, molti dei quali sono stati scoperti dentro barche, sono tubi in legno dritti con campanatura finale, lunghi circa un metro, senza fori e sono suonati in modo molto simile ai moderni ottoni.

Un tipo di lur molto simile a questi strumenti da guerra veniva suonato dagli allevatori e mungitrici nei paesi nordici almeno fino al medioevo. [senza fonte] Questi strumenti, chiamati in inglese birch trumpet (lett. tromba di betulla), venivano utilizzati per richiamare il bestiame e per fare segnalazioni. Simili nella struttura e tecnica esecutiva agli strumenti di guerra, essi sono fatti però con legno di betulla, mentre i lur usati in guerra con il legno di salice.

Lur in bronzo[modifica | modifica sorgente]

Lo strumento in bronzo, adesso conosciuto come lur, è molto probabilmente non correlato con i lur di legno, ed è stato chiamato così dagli archeologi del XIX secolo, traendone il nome dai lur lignei del XIII secolo menzionati da Saxo Grammaticus.

I lur in bronzo risalgono all'età del bronzo nordica, probabilmente alla prima metà del I millennio a.C. Essi sono grosso modo dei tubi conici a forma di S, senza fori, con campanatura finale, simile agli ottoni, e suonano piuttosto come un trombone. La parte opposta alla campanatura è leggermente rigonfia, simile alla campana di un moderno strumento a fiato (ottoni), ma non allo stesso grado. Un tipico lur in bronzo è lungo circa due metri.

Il lur oggi[modifica | modifica sorgente]

La parola lur è ancora molto viva nella lingua svedese, indicante ogni attrezzo a forma di imbuto utilizzato per proderre o ricevere il suono. Per esempio, la parola svedese che sta per cuffie è hörlurar (udito-lur), e un telefono cellulare potrebbe essere riferito come un lur nel contemporaneo svedese (derivato da telefonlur, ricevitore telefonico). Una marca di burro svedese viene derivata da lur.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Cajsa S. Lund (a cura di), Second conference of the ICTM study group on music archaeology, "Volume 2, The bronze lurs, Stoccolma, Royal Swedish Academy of Music, 1986. ISBN 91-85428-48-5.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lur in bronzo - I lur di Brudevælte lurs
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica