LunEur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°50′11.4″N 12°28′34.03″E / 41.8365°N 12.47612°E41.8365; 12.47612[1]

LunEur
Fun Fair at EUR, Rome - 2803.jpg
Stato Italia Italia
Località Roma
Inaugurazione 1953
Proprietario EUR S.p.A.
Parchi di divertimento

Il LunEur è stato un luna park di Roma. Era un parco di divertimento di tipo meccanico ed era il più antico d'Italia. La sua realizzazione in forma stabile risale infatti al 1953. Prende il nome dal quartiere dell'EUR dove è collocato. Dal 20 aprile 2008 il parco è chiuso. L'EUR S.p.A. ha dichiarato che la chiusura è stata decisa dal prefetto per garantire la messa in sicurezza della zona.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente le attrazioni furono realizzate per la Fiera dell'Agricoltura nel luglio del 1953; notato il grande successo dell'iniziativa, si decise di tenere aperto il parco periodicamente ogni anno. In occasione della XVII Olimpiade, organizzata nella stessa città, venne mantenuto aperto per tutto l'anno e cinque anni dopo assunse, tramite referendum, il nome attuale. Rappresenta il più antico parco di divertimenti cittadini italiani, ed è stato uno dei più grandi di Europa.

Il rinnovo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcuni anni di crisi[3], il parco, nel marzo 2007 istituisce per la prima volta un biglietto unico per l'ingresso ed introduce nuove attrazioni[4][5]. Cambia inoltre la modalità d'accesso, da libera (entrata gratuita e singole attrazioni a pagamento) a pagamento (alcune attrazioni comprese nel prezzo di ingresso, ma non tutte)[4]. La decisione di istituire un biglietto d'ingresso è stata presa per scoraggiare l'ingresso di visitatori indesiderati. L'iniziativa tuttavia non è andata a buon fine in quanto le attrazioni non erano all'altezza delle aspettative dei visitatori e inoltre i contrasti con gli esercenti delle stesse hanno portato alla scissione fra quanti erano d'accordo sull'ingresso unico e gli altri.[senza fonte] Questo ha determinato che il prezzo del biglietto[senza fonte], allora 22€[5], non comprendesse più tutte le attrazione ma che alcune di esse, poi diventate quasi la metà, fossero ad ulteriore pagamento.[senza fonte] Il bassissimo numero di presenze e la poca pubblicità di cui ha beneficiato il parco ha costretto gli organizzatori ad abbassare il prezzo a 16€[6]. Lo smontaggio dell'attrazione di punta "Looping Star" ha ulteriormente ridimensionato il parco rendendolo ben poco appetibile al pubblico.

Gli spettacoli che si svolgevano infine nel parco, di chiara derivazione circense, hanno subito una decurtazione quando il Comune di Roma ha fatto applicare la legge sugli animali esotici, costringendo gli organizzatori a eliminare gli spettacoli che li utilizzavano.

L'improvvisa chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Una delle attrazioni di punta del LunEur è ora presente in un altro parco divertimenti di Roma, Zoomarine.

Nel mese di aprile del 2008, un anno dopo il rinnovo, il parco è costretto di nuovo a chiudere i battenti dopo alcune querele dalla Slc-Cgil. A partire dalla mattina del 14 aprile 2008, l'intera area del parco viene chiusa. La concessione di cui la Lu.P.P.Ro Srl era beneficiaria infatti scadeva il 31 dicembre 2007. Dopo una gara di appalto indetta dalla EUR S.p.A. che detiene l'area, la concessione è stata assegnata alla Cinecittà Entertainment che la deterrà per 18 anni pagando un canone e impegnandosi a mantenere la destinazione "Parco di divertimenti".[7]

Mauro Miccio, l'allora amministratore delegato di EUR S.p.A., aveva annunciato il 10 ottobre 2008 la probabile riapertura dello storico parco di Roma all'inizio del 2009. Per rimettere a nuovo il parco furono stanziati 16 milioni di euro: 1 milione per la messa in sicurezza dell'impianto elettrico, dei bagni e per la cura delle piante, i restanti 15 per mettere attrazioni nuove, smantellandone molte ormai obsolete. Fino al 2010 però l'area è stata totalmente abbandonata, con molto rammarico da parte dei cittadini.

La riapertura era prevista in due tranche: la prima l'8 dicembre 2011, la seconda nella primavera 2012,[8] ma al momento non è avvenuto.[9] Curiosamente, una delle attrazioni di punta del parco, le montagne russe Looping Star, già rimosse dal parco quando questo era ancora aperto al pubblico, sono state rimontate nel parco acquatico di Roma Zoomarine con il nome di Vertigo.[10]

La nuova riapertura[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 sono finalmente partiti i lavori di ristrutturazione ed ammodernamento del parco con un investimento di 16 milioni di euro che dovrebbero portare alla riapertura del parco nel 2014. Già dai primi di dicembre del 2012 è possibile provare alcune delle nuove attrazioni presso l'Auditorium Parco della Musica, dove verranno esposte fino a febbraio in occasione del carnevale.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

I fondatori del luna park LunEur furono i nonni dell'attrice Virginia Raffaele, che in un'intervista a Le invasioni barbariche ha sottolineato la grande influenza che l'attitudine circense della sua famiglia ha avuto sulla sua formazione come attrice comica.[11]

Attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Un'attrazione del parco.

Bruco Mela, Space Container, Jungle River, Pasaje del Terror, Tappeto Elastico, American Circus, Labirinto di Cristallo, Rotor, Dinosauri, Ruota Panoramica, Gincana, Palla Matta, Seggiolini volanti, Venturer, Nave Pirata, Kosmodromo, Giostre, Rettilario, Nessie, Lideur Boats, Trenino el Paso, Super Truck, Rotoshake, Magica casa, Las Vegas, Crazy Dance, Simulation Theatre, Casa Svizzera, Gonfiabili, Tokaido, Jumbo, Horror House, Tagadà, Tea Cup, Flipper, Miniscooter, Splash Bowl, Treno delle Miniere, Legend e 3 sale giochi.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg
 È raggiungibile dalle stazioni: EUR MaglianaEUR Fermi e EUR Palasport.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Coordinate prese da OpenStreetMap.
  2. ^ Rassegna stampa sul sito di EUR S.p.A., EUR S.p.A., 20 aprile 2008. URL consultato il 19 giugno 2008.
  3. ^ Servizio sulla chiusura del LunEur realizzato da Roma Uno, dal sito ufficiale dell'emittente
  4. ^ a b Comunicato stampa in formato pdf sulla riapertura del LunEur, pubblicato sul sito parksmania.it
  5. ^ a b Articolo de Il Giornale sulla riapertura del LunEur
  6. ^ Articolo sull'abbassamento dei prezzi del LunEur, pubblicato sul sito theparks.it
  7. ^ Rassegna stampa sul sito di EUR S.p.A., EUR S.p.A., 23 dicembre 2007. URL consultato il 19 giugno 2008.
  8. ^ Il Tempo - Roma - Nuovo Luneur sotto l'albero
  9. ^ LUNEUR: un taglio del nastro provocatorio
  10. ^ YouTube
  11. ^ Le Invasioni Barbariche - L'INTERVISTA A VIRGINIA RAFFAELE - YouTube

Il nuovo Luneur ospite all'Auditorium Parco della Musica

Memoriale sulle attrazioni storiche del Luneur (anni '70, '80 e '90)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]