Luisa di Borbone-Francia (1737-1787)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Madame Louise
Ritratto di Luisa Maria di François-Hubert Drouais.
Ritratto di Luisa Maria di François-Hubert Drouais.
Principessa di Francia
Stemma
Nome completo Louise Marie de France
Trattamento Sua altezza reale
Nascita Versailles, 15 luglio 1737
Morte Saint-Denis, 23 dicembre 1787
Luogo di sepoltura Abbazia di Saint-Denis
Dinastia Borbone di Francia
Padre Luigi XV di Francia
Madre Maria Leszczyńska
Religione Cattolica
Firma Signature of Princess Louise Marie of France, Madame Louise, in 1753 at the marriage of the Prince of Condé.png

Luisa Maria di Borbone (Versailles, 15 luglio 1737Saint-Denis, 23 dicembre 1787) nata principessa[1] di Francia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'infanzia[modifica | modifica sorgente]

Era figlia del re Luigi XV di Francia e della principessa Maria Leszczyńska. In quanto quinta figlia femmina della coppia reale fu detta Madame Septième.

Mentre le sue tre sorelle maggiori crebbero e terminarono la loro istruzione a Versailles, lei e le altre furono mandate presso l'Abbazia di Fontevraud nel 1738 per essere allevate.

Vita a Versailles[modifica | modifica sorgente]

Luisa Maria di Borbone nacque presso la Reggia di Versailles il 15 luglio 1737.

Il figlio di suo fratello Luigi Ferdinando di Borbone-Francia, Luigi Augusto, che sarebbe succeduto al nonno Luigi XV con il nome di Luigi XVI, era rimasto precocemente orfano di madre e si era quindi molto affezionato alle zie paterne.

Visita di Luigi XV a Madame Luisa.

Come le sorelle maggiori Adelaide di Borbone-Francia, Vittoria Luisa di Borbone-Francia e Sofia Filippina di Borbone-Francia non si sposò mai. Inoltre prese i voti diventando monaca carmelitana con il nome di suor Teresa di Sant'Agostino. Lasciò quindi la corte e Versailles nel 1770, dove era cresciuta, e si chiuse nel convento di Saint-Denis, dove rimase per tutta la vita.

La morte[modifica | modifica sorgente]

Luisa Maria morì nel 1787 e le fu quindi risparmiato il trauma della Rivoluzione Francese e di veder al patibolo molti suoi famigliari e nobili francesi che non erano fuggiti all'estero, tra cui proprio il nipote e sua moglie Maria Antonietta.

Le sue uniche sorelle ancora in vita nel 1789, Adelaide e Vittoria Luisa, riuscirono invece a mettersi in salvo in quanto partirono nel 1791 per l'Italia e non fecero più ritorno.

Il 19 giugno 1873 papa Pio IX dichiarò venerabile suor Teresa di Sant'Agostino, ricordata ogni anno il 23 dicembre.

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Luisa Maria di Francia Padre:
Luigi XV di Francia
Nonno paterno:
Luigi, duca di Borgogna
Bisnonno paterno:
Luigi, il Gran Delfino
Trisnonno paterno:
Luigi XIV di Francia
Trisnonna paterna:
Infanta Maria Teresa
Bisnonna paterna:
Duchessa Maria Anna Vittoria di Baviera
Trisnonno paterno:
Ferdinando Maria, Elettore di Baviera
Trisnonna paterna:
Enrichetta Adelaide di Savoia
Nonna paterna:
Maria Adelaide di Savoia
Bisnonno paterno:
Vittorio Amedeo II di Sardegna
Trisnonno paterno:
Carlo Emanuele II, Duca di Savoia
Trisnonna paterna:
Maria Giovanna Battista di Savoia
Bisnonna paterna:
Anna Maria d'Orléans
Trisnonno paterno:
Filippo di Francia, duca d'Orléans
Trisnonna paterna:
Principessa Enrichetta d'Inghilterra
Madre:
Maria Leszczyńska
Nonno materno:
Stanislao Leszczyński
Bisnonno materno:
Rafał Leszczyński
Trisnonno materno:
Bogusław Leszczyński
Trisnonna materna:
Contessa Anna von Dönhoff
Bisnonna materna:
Anna Jablonowska
Trisnonno materno:
Principe Stanisław Jan Jabłonowski
Trisnonna materna:
Contessa Marianna Kazanowska
Nonna materna:
Caterina Opalińska
Bisnonno materno:
Jan Karol Opalinski
Trisnonno materno:
Conte Krzysztof Opaliński
Trisnonna materna:
Contessa Teresa Konstancya Czarnkowska
Bisnonna materna:
Zofia Czarnkowska
Trisnonno materno:
Conte Adam-Uryel Czarnkowski
Trisnonna materna:
Contessa Teresa Zaleska

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il titolo corretto dei figli dei re di Francia è Fille de France, figlia di Francia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 55771192 LCCN: n90647247