Luigi Scattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Scattini (Torino, 17 maggio 1927Roma, 12 luglio 2010) è stato un regista e sceneggiatore italiano, padre dell'attrice Monica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, inizia a lavorare come giornalista negli anni cinquanta, collaborando con riviste come Oggi e Gente. Successivamente si avvicina la mondo del cinema come assistente alla regia e documentarista, il suo La via del carbone viene presentato come miglior documentario agli Oscar 1962.

Ha diretto quattordici film tra il 1963 e il 1977, ed è stato sceneggiatore in dieci film. Il suo primo lungometraggio è stato Sexy magico seguito nel 1964 da L'amore primitivo. Nel 1966 dirige Buster Keaton, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia in Due marines e un generale. Il suo ultimo film da regista è stato La notte dell'alta marea, del 1977.

Nella sua carriera ha lavorato anche come montatore ma soprattutto come produttore di varie pellicole, come Fatti di gente perbene di Mauro Bolognini e Divina creatura di Giuseppe Patroni Griffi. Dalla metà degli anni ottanta si è dedicato alle edizioni italiane di film stranieri come dialoghista e direttore di doppiaggio.

È deceduto a Roma all'età di 83 anni.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cinema: Morto regista produttore Luigi Scattini, irispress.it. URL consultato il 13 luglio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pino Farinotti, Dizionario dei registi, SugarCo Milano 1993

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]