Luigi Pappacoda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Pappacoda
vescovo della Chiesa cattolica
Stemma vescovile Luigi Pappacoda.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Capaccio
Vescovo di Lecce
Nato 20 settembre 1595 a Pisciotta
Consacrato vescovo 1635
Deceduto 17 dicembre 1670 a Lecce

Luigi Pappacoda (Pisciotta, 20 settembre 1595Lecce, 17 dicembre 1670) è stato un vescovo cattolico italiano.

Primogenito di Cesare e di Aurelia della Marra, signori di Pisciotta, fu eletto vescovo di Capaccio il 12 febbraio 1635 e ne rimase vescovo fino al 30 maggio 1639, quando fu chiamato a reggere la diocesi di Lecce, di cui rimase vescovo fino alla morte, avvenuta il 17 dicembre 1670.

Tenne due sinodi diocesani nella città di Lecce il 2 giugno 1647 e il 20 maggio 1663.

Il 13 luglio 1658, dietro una supplica la Congregazione dei Riti approvò l'elezione dei santi Oronzo, Fortunato e Giusto a patroni di Lecce, restaurandone così il culto.

Il 1º gennaio 1659 pose la prima pietra per la costruzione della nuova cattedrale e commissionò numerose opere all'architetto e scultore Giuseppe Zimbalo: oltre al duomo e al suo campanile, il palazzo dell'episcopio. Commissionò alcuni edifici religiosi anche in altri centri urbani che facevano parte della sua diocesi.

È sepolto nella cripta del duomo di Lecce, con gli altri vescovi della città.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Capaccio Successore BishopCoA PioM.svg
Francesco Maria Brancaccio 12 febbraio 1635 - 30 maggio 1639 Tommaso Carafa
Predecessore Vescovo di Lecce Successore BishopCoA PioM.svg
Scipione Spina 30 maggio 1639 - 17 dicembre 1670 Antonio Pignatelli