Luigi Ornato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Visse vita ritirata, modesta e schiva d'onori e ricchezza intesa soltanto allo studio. Coltivò le scienze fisiche e matematiche, la filologia, la poesia, la musica e con singolare amore le discipline metafisiche »
(Luigi Provana)

Giacomo Luigi Ornato (Caramagna Piemonte, 13 aprile 1787Torino, 28 ottobre 1842) è stato un patriota italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Filologo, filosofo, letterato e patriota italiano.

  • 1801 - si trasferisce a Torino dove frequenta alcuni esponenti dell'aristocrazia sabauda. Tra le sue amicizie più importanti Santorre di Santarosa, Luigi Provana del Sabbione ed i fratelli Balbo.
  • 1804 - è tra i fondatori dell'Accademia dei Concordi
  • 1812 - è insegnante di matematica nel collegio dei paggi imperiali
  • 1814 - impiegato nella segreteria dell'Accademia delle Scienze di Torino e successivamente professore presso la Reale Accademia Militare
  • 1821 - in seguito ai moti rivoluzionari viene nominato dall'amico Santorre di Santarosa Ministro della Guerra della giunta rivoluzionaria
  • 1821 - si rifugia in esilio a Parigi
  • 1821/1832 - nella capitale francese stringe amicizia con il filosofo Cousin e la sua casa è frequentata da numerosi patrioti italiani
  • 1832 - ottiene di poter rientrare in italia e si ritira a Caramagna dove riceve le visite dei patrioti Pellico, Provana, Gioberti e Balbo
  • 1833 - si trasferisce a Torino dove morirà e verrà sepolto nel cimitero monumentale

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1817 - traduzione di Ode a Roma di Erinna
  • 1853 - traduzione dei Ricordi di Marco Aurelio, Picchioni (pubblicazione postuma)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ulteriori approfondimenti su Luigi Ornato possono essere reperiti sui seguenti siti: