Luigi Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Martini
Luigi Martini.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista, difensore
Ritirato 1981
Carriera
Squadre di club1
1966-1968 Lucchese Lucchese 30 (0)
1968-1969 Siena Siena 34 (2)
1969-1971 Livorno Livorno 55 (1)
1971-1979 Lazio Lazio 203 (8)
1979 Chicago Sting Chicago Sting 7 (0)
1981 Toronto Blizzard Toronto Blizzard 14 (0)
Nazionale
1974 Italia Italia 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
on. Luigi Martini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Capannori
Data nascita 15 giugno 1949
Titolo di studio Diploma istituto professionale industria e artigianato
Professione ex-calciatore, pilota civile
Partito Alleanza Nazionale
Legislatura XIV Legislatura
XIII Legislatura
Gruppo Alleanza Nazionale
Coalizione Casa delle Libertà
Circoscrizione Toscana

Luigi Martini (Capannori, 15 giugno 1949) è un ex calciatore e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera calcistica[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente come centrocampista nella squadra della sua città, la Lucchese, dopo qualche anno nelle serie minori, giocate esclusivamente con squadre toscane, approda alla Lazio nel 1971, contribuendo alla risalita della squadra romana nella massima serie.

Tommaso Maestrelli lo trasforma in terzino di spinta della squadra riconoscendo in lui un giocatore estremamente dinamico, di sicuro affidamento ed esuberanza fisica. È uno dei componenti di spicco di quella squadra che arrivò allo scudetto. Amico di Luciano Re Cecconi, con lui guidava la fazione avversa a quella che aveva in Giuseppe Wilson il suo riferimento.

Ha terminato prematuramente la sua carriera calcistica nell'estate 1979, avendo perso le motivazioni in seguito alla scomparsa dell'amico fraterno Luciano Re Cecconi.[1] Nel 1979 e nel 1981 giocò saltuariamente nella North American Soccer League.

Avendo ottenuto il brevetto di pilota, entrò in Alitalia come pilota di linea dopo che per anni era stato appassionato e praticante di paracadutismo.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

I risultati con la Lazio gli valgono anche la chiamata in Nazionale, in occasione dell'amichevole di Genova contro la Bulgaria il 29 dicembre 1974.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 e nel 2001 è stato eletto come deputato nelle file di Alleanza Nazionale. In tale periodo ha continuato a percepire sia lo stipendio da pilota, sia l'indennità da parlamentare.[2]

Nel 2009 viene nominato Presidente del CdA di ENAV S.p.A.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1973-1974

Altre competizioni[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1973-1974

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dal calcio ai cieli, da Chinaglia a Fini: le mie 4 vite" - Interni - ilGiornale.it
  2. ^ Gian Antonio Stella, Sergio Rizzo - La Casta - Rizzoli 2007.
  3. ^ Comunicato Assemblea ENAV (PDF), 16 luglio 2009. URL consultato il 2009-07-17.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]