Luigi Loreto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Loreto (Roma, 12 aprile 1963) è uno storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi a Roma, consegue nel 1991 il dottorato di ricerca in storia antica, con una tesi relativa ai meccanismi di determinazione di decisione e consenso nella media repubblica romana da cui trarrà la sua prima pubblicazione internazionale (Un'epoca di buon senso). Professore ordinario di Storia Romana presso la Seconda Università degli Studi di Napoli dove insegna dal 1998, è esperto di storiografia e storia militare antica[1] e si occupa prevalentemente di storia cartaginese (ha scritto tra l'altro una storia della rivolta dei mercenari), e di storia della media Repubblica romana, nonché di storia delle relazioni internazionali nei suoi periodi di interesse. È autore di numerosi libri e articoli comparsi su riviste nazionali e internazionali di storia e antichistica ("Historia", "Klio", "Atene e Roma", "Quaderni di storia", Mélanges de l'École française di Roma). Ha compilato la voce Krieg (guerra) della Der Neue Pauly. Enzyklopädie der Antike. Dal 2001 dirige la collana "Storia politica costituzionale militare del mondo antico".

Principali scritti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reiner Pommerin, Clausewitz goes Global
  2. ^ Recensione su "Gnomon"
  3. ^ Recensione sulla "Revue des études latines"
  4. ^ Recensione su "The Journal of Military History"
  5. ^ THE RETURN OF MILITARY HISTORY? di Doyne Dawson Saggio di commento su "History and Theory"
  6. ^ Recensione sulle "Annales"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]